Aenys I Targaryen

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
561px-House Targaryen crest.PNG
Aenys I Targaryen
561px-House Targaryen crest.PNG
AENYS I.jpg
Aenys I di Amoka ©

Regno

37-42 CA

Titolo

Re dei Sette Regni
Protettore del Reame

Nome completo

Aenys Targaryen primo del suo nome

Predecessore

Aegon I Targaryen

Successore

Maegor I Targaryen

Regina

Alyssa Velaryon

Prole

Rhaena Targaryen
Aegon Targaryen
Viserys Targaryen
Jaehaerys Targaryen
Alysanne Targaryen
Vaella Targaryen

Stirpe

Casa Targaryen

Padre

Aegon I Targaryen

Madre

Rhaenys Targaryen

Data e luogo di nascita

7 CA[1], Roccia del Drago

Data e luogo di morte

42 CA[2], Roccia del Drago

Libri

Il Trono di Spade (Menzionato)
Il mondo del ghiaccio e del fuoco (Menzionato)

Aenys I è il secondo re Targaryen a governare sui Sette Regni dal Trono di Spade. È il figlio maggiore di re Aegon I Targaryen e di sua sorella e moglie Rhaenys Targaryen. Cavalca il drago Lestoargento.


Indice


Aspetto e Carattere

Aenys è alto come suo padre, ma più magro, allampanato e sognatore. Ha la carnagione pallida e occhi violetti. I suoi capelli ricci, lunghi fino alle spalle, sono sempre profumati. Porta barba e baffi alla maniera dei Tre Moschettieri. Veste in abiti di velluto dello stesso colore dei suoi occhi. La sua corona è d'oro e molto più elaborata di quella del padre.[3] Alla nascita, viene reputato un bambino molto debole, ma già nella prima infanzia e dopo aver legato con il suo drago Lestoargento, diventa più forte e robusto.[4]


Storia

Aenys nasce a Roccia del Drago. Al pari della madre Rhaenys, dimostra un grande interesse per le arti.[5]

Nel 22 CA, Aenys viene fatto sposare ad Alyssa Velaryon per ragioni politiche. I due hanno sei figli: i maschi Aegon, Viserys e Jaehaerys e le femmine Rhaena, Alysanne e Vaella.[5]


Regno

Aenys assiso sul Trono di Spade - Fantasy Flight Publishing

Aenys è da molti considerato un uomo debole e, per questo motivo, la sua ascesa al trono scatena moti di ribellione fra diversi lord del regno. Il primo a contrastare il suo governo è Harren il Rosso, il quale sostiene di essere un nipote di Harren il Nero. Il Primo Cavaliere di Aenys, Alyn Stokeworth, riesce infine a catturarlo. Harren uccide Alyn per poi cadere per mano dello scudiero di quest’ultimo.[5]

Nelle Isole di Ferro, un individuo che si fa passare per re Lodos risorto viene assassinato da Goren Greyjoy, il quale manda ad Aenys la testa mozzata dell’uomo chiusa in un’anfora piena di pece. Riconoscente, il sovrano gli accorda un beneficio, di cui Goren si serve però, con gran sgomento del regno, per scacciare il Credo dalle sue terre.[5]

Il Re Avvoltoio insorge nelle Terre Basse dorniane mentre, nella Valle, Jonos Arryn si ribella al fratello Ronnel. Aenys di dimostra alquanto indeciso e, in definitiva, incapace di gestire la critica situazione. Egli delega dunque il compito di arginare le rivolte al fratellastro Maegor, eccellente guerriero, al quale egli stesso ha donato Blackfyre, la spada di loro padre.[5]

Maegor soffoca la ribellione nella Valle raggiungendo Nido dell’Aquila in groppa a Balerion e facendo impiccare Jonos e i suoi sostentiori. Aenys lo ricompensa rendendolo il suo nuovo Primo Cavaliere.[5]

Lord Orys Baratheon e Lord Sam Tarly, conosciuto come Sam il Selvaggio, sconfiggono il Re Avvoltoio ed il suo esercito in quella che viene ricordata come Caccia all’Avvoltoio.[5]

Una nuova problematica insorge nel 39 CA, quando Maegor prende Lady Alys Harroway come sua seconda moglie nonostante la sua prima consorte, Lady Ceryse Hightower, sia ancora in vita. L’atto provoca l’ira e il rifiuto del Credo e, in particolare, dell’Alto Septon (di cui Lady Ceryse è la nipote). Aenys cerca di placare il disagio dei membri del culto licenziando Maegor dal suo prestigioso officio ed esiliandolo a Pentos. Il nuovo Primo Cavaliere è un septon, Murmison, da molti ritenuto in grado di operare miracoli, ma nemmeno questo sana la frattura con il Credo.[5]

Nel 41 CA, Aenys non fa che peggiorare la situazione disponendo le nozze tra la figlia Rhaena ed il maggiore figlio maschio Aegon, che egli vorrebbe nominare principe di Roccia del Drago al posto di Maegor. Il Credo lo soprannomina "Re Abominio" e sia i nobili che la gente di umili natali che un tempo lo amavano si ribellano a lui. Aegon e Rhaena sono mandati nelle Terre dell’Ovest per la loro incolumità, mentre Murmison è espulso dal Credo per aver celebrato le nozze dei due. Il septon è più tardi fatto a pezzi da una folla inferocita mentre attraversa la città in lettiga. La Rivolta del Credo Militante ha dunque inizio.[5]

I Figli del Guerriero fortificano il Tempio della Memoria, situato sulla Collina di Rhaenys. Alcuni esponenti dei Poveri Compagni cercano di assassinare il re e la sua famiglia scalando le mura del castello ed intrufolandosi negli appartamenti reali. L’attentato è sventato solo grazie all’intervento di Ser Raymont Baratheon della Guardia Reale.[6] Aenys abbandona la capitale con i suoi famigliari, rifugiandosi a Roccia del Drago, ove Visenya Targaryen gli suggerisce di far piovere "fuoco e sangue" sul Tempio Stellato e sul Tempio della Memoria. Aenys si rivela nuovamente incapace di prendere una decisione e si ammala. Nel 41 CA, quasi tutto il regno è contro di lui. Migliaia di Poveri Compagni irrompono per le strade della capitale uccidendo chiunque appoggi il sovrano e sempre più lord imbracciano le armi contro il Trono di Spade.[5]

A detta di Gran Maestro Gawen, il re trentacinquenne ha l’aspetto di un sessantenne. La regina vedova Visenya si prende cura di lui ed egli sembra riprendersi, ma subisce un collasso nell’apprendere che Aegon e Rhaena sono presi d’assedio a Crakehall.[5]

Il sovrano muore nel 42 CA, dopo aver regnato per cinque soli anni. Pur avendo eredi suoi, primi fra tutti Aegon e Jaehaerys, gli succede il crudele fratellastro, Maegor I Targaryen.[5]

La causa della morte di Aenys non è ben chiara: taluni sostengono che sia stato lo stress ad ucciderlo, altri che egli sia stato assassinato da Visenya Targaryen, decisa a porre sul trono il proprio figlio. Tuttavia, perché mai Visenya, che ha da sempre scarsamente dato prova di sentimenti di pietà nei confronti del prossimo, avrebbe dovuto prendersi cura di un nipote che odiava? A tale quesito non è tuttora possibile dare una risposta.

Per mezzo di Visenya, il Trono di Spade passa quindi a Maegor invece che al figlio di Aenys. Aegon e Viserys) sono in seguito brutalmente uccisi l’uno dallo zio in persona ed il secondo dietro suo ordine.
Più tardi, al termine del regno di Maegor, il trono passa a Jaehaerys, il quale prende in moglie la sorella Alysanne. La coppia ha tredici figli. [7]


Il Concilio Ristretto sotto Aenys I

Durante il regno di re Aenys, il Concilio Ristretto è composto dai seguenti membri:


Famiglia

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Valaena Velaryon
 
Aerion
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Sconosciuta
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Visenya
 
Aegon I
 
 
 
 
 
Rhaenys
 
Orys Baratheon
 
 
 
 
 
Argella Durrandon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ceryse
Hightower
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aenys I
 
Alyssa Velaryon
 
 
 
 
Casa Baratheon
 
 
 
 
Elinor
Costayne
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Alys Harroway
 
 
Maegor I
 
Rhaena
 
Aegon
 
Viserys
 
Jaehaerys I
 
Alysanne
 
Vaella
 
 
 
 
 
 
 
 
Jeyne
Westerling
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Tyanna
 
 
 
 
 
 
Rhalla
 
Aerea
 
 
 
 
 
 
 
Casa Targaryen
 
 


Fonti e note

  1. Vedi il calcolo Aenys I Targaryen
  2. Il gioco del trono, Appendice.
  3. Targaryen Kings. November 1, 2005 So Spake Martin
  4. Westeros Forum. Bubonicon 45, Mar 28 2013
  5. 5,00 5,01 5,02 5,03 5,04 5,05 5,06 5,07 5,08 5,09 5,10 5,11 Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco, Aenys I Targaryen.
  6. Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco, Le Terre della Tempesta.
  7. Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco, Jaehaerys I Targaryen.


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti