Altofuoco

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Una tinozza colma di altofuoco – by Fantasy Flight Games©
Tyrion Lannister tiene tra le mani un’ampolla di altofuoco in una scena della serie televisiva.

L’Altofuoco è un liquido esplosivo che può bruciare a lungo. È prodotto dalla Gilda degli Alchimisti, all’interno della quale viene chiamato semplicemente “la sostanza”. La ricetta per la sua preparazione è segreta e viene gelosamente custodita dai membri di suddetto ordine. [1]


Descrizione

Una volta che l’altofuoco comincia a bruciare, esso arde fino a che non si è consumato del tutto. La sostanza ha la capacità d’infiltrarsi nei diversi materiali per far sì che anch’essi prendano fuoco e può bruciare pure galleggiando sull’acqua. La creazione del liquido viene solitamente commissionata per l’impiego in guerra, sebbene gli alchimisti ricorrano spesso a torce d’altofuoco per pura manifestazione di potere. Thoros di Myr, il prete rosso, combatte con una spada avvolta da un leggero strato d’altofuoco, il quale continua a bruciare per un’ora. [1] [2]

La produzione dell’altofuoco è una procedura lunga e rischiosa, i cui passaggi sono conosciuti unicamente dalla Gilda degli Alchimisti, a detta della quale essi prevedono anche l’uso della magia. Gli alchimisti mettono l’altofuoco in piccole ampolle di creta le cui pareti sono ricoperte di rilievi e zigrinature perché esse non sfuggano alla presa. Le ampolle vengono riempite in una serie di celle di nuda pietra. Al di sopra di ciascuna cella c’è un locale pieno di sabbia e sul cui pavimento viene lasciato un incantesimo protettivo per far sì che, in caso d’incendio, il fondo della stanza collassi e la sabbia cada placando le fiamme. [1]

Invecchiando, la sostanza diviene “instabile”: basta una qualsiasi fiamma, una qualsiasi scintilla, per incendiarla. Un eccesso di calore – come, ad esempio, una seppur breve esposizione di un’ampolla ai raggi solari – può provocare un incendio. Una volta che le fiamme divampano, il calore fa sì che l’altofuoco esploda violentemente, comportando il rischio di un’ampia reazione a catena nel caso ci siano altre ampolle nelle vicinanze. Le ampolle di altofuoco più instabili vengono trasportate di luogo in luogo solamente quando è scesa la notte, sistemate su carri colmi di sabbia per evitare che esse entrino in contatto le une con le altre. Vengono sigillate con la ceralacca e conservate in cripte fatte appositamente allagare. [1]

Recentemente, alcuni passaggi nella preparazione dell’altofuoco si sono rivelati particolarmente efficaci. Il piromante Hallyne suggerisce che questo potrebbe avere a che fare con le voci riguardanti il ritorno dei draghi; infatti, tempo prima, Sua Saggezza Pollitor gli ha riferito che l’indebolimento degli incantesimi per fabbricare l’altofuoco è una conseguenza della scomparsa dei draghi. [3]


Citazioni

La sostanza scorre nelle mie vene, mio buon lord, e vive nel cuore di ogni piromante. Noi rispettiamo profondamente il suo potere.[1]
Hallyne rivolto a Tyrion Lannister


Una volta accesa, la sostanza continua a bruciare fino a quando non si è consumata del tutto. Inoltre, filtra attraverso il tessuto, il legno, il cuoio, perfino attraverso l'acciaio, incendiandoli [1]
Hallyne rivolto a Tyrion Lannister


«Piscia sull'altofuoco» diceva un vecchio adagio degli uomini di mare «e il cazzo ti va a fuoco.» [4]
Dai pensieri di Davos Seaworth



Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti