Artigli del Gelo

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
I picchi degli Artigli del Gelo ©FFG

Gli Artigli del Gelo sono una catena montuosa nel Continente Occidentale situata nei territori a nord della Barriera.




Indice

Geografia

Gli Artigli del Gelo si trovano a nord della Barriera, appena a nord-ovest della Torre delle Ombre, e separano ad ovest le Terre dell'Eterno Inverno dalla Foresta Stregata. I picchi e le colline meridionali sono di altezza sempre inferiore e superano la Barriera, diventando le Montagne del Nord, situate nei Sette Regni. Una delle montagne più alte della catena viene chiamata Punta di Forca dai confratelli dei Guardiani della Notte.[1]

La strada più veloce per addentrarsi negli Artigli del Gelo è seguire il corso del Fiumelatte fino alle sue sorgenti, ma questo percorso è ben visibile dal Pugno dei Primi Uomini. Altri sentieri includono la Scala del Gigante e il Passo Skirling, nel caso non sia bloccato dalla neve.[2]

Gli Artigli del Gelo sono un ambiente crudele e inospitale, una distesa di roccia e ghiaccio, con i picchi montuosi sempre coperti di neve.[2] La catena montuosa nasconde, però, numerose meraviglie: esili cascate d'acqua gelida che scendono da pareti verticali di roccia, alpeggi alti pieni di fiori selvatici d'autunno, bocche di lupo azzurre e scarlatti gigli di fuoco che punteggiano prati di erba spesso ocra e oro. Crepacci talmente profondi da sembrare voragini aperte direttamente sugli inferi e un ponte naturale di pietra con nient'altro che il cielo da entrambi i lati.[1]

Si pensa che tra le montagne vi siano valli nascoste in grado di ospitare e fornire sostentamento a piccoli gruppi di persone[3], eppure, nessuno tra il Popolo Libero ha mai avuto il coraggio di vivere negli Artigli del Gelo durante l'inverno.[2]


Sentieri attraverso gli Artigli del Gelo


Eventi recenti

Lo scontro dei re

Mance Rayder guida la gran parte del suo esercito negli Artigli del Gelo e sembra sia alla ricerca di un certo artefatto magico.[3]

I Guardiani della Notte mandano tre gruppi di esplorazione alla ricerca di Mance: uno lungo la Scala del Gigante guidato da Jarman Buckwell, uno che cercherà di seguire il Fiumelatte guidato da Thoren Smallwood e il terzo che passerà dal Passo Skirling, sotto la guida di Qhorin il Monco.[4]

Al Passo Skirling, Jon Snow e Stonesnake vengono mandati in avanscoperta alla ricerca di sentinelle nemiche e uccidono due bruti: anziché uccidere la sua prigioniera, Jon la libera.[5] Dopo aver scoperto la posizione dei bruti, il gruppo torna verso l'accampamento, incaricando Dalbridge di coprire la loro ritirata.[1] Qhorin manda Ebben avanti a cavallo e Stonesnake a piedi a risalire il fianco di una montagna, poi ordina a Jon, in caso venisse catturato, di arrendersi ai bruti e fare tutto ciò che dicono, per guadagnare la loro fiducia e scoprire cosa stanno cercando tra le montagne. Quando poi i bruti li raggiungono, Jon si arrende e uccide Qhorin, come gli viene chiesto dai nemici.[6]


Tempesta di spade

Jon Snow viene portato al cospetto di Mance Rayder[7] e lascia poi gli Artigli del Gelo insieme al resto del Popolo Libero.[8]


Capitoli che si svolgono negli Artigli del Gelo


Citazioni sugli Artigli del Gelo

Gli dei avevano creato pochi luoghi crudeli e ostili all'uomo quanto gli Artigli del Gelo.
Pensieri di Jon Snow[5]


Ci sono giganti negli Artigli del Gelo, e mostri, e anche di peggio.
Lark delle Sorelle[4]



Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti