Azor Ahai

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Azor Ahai
574px-Azor Ahai.jpeg
Azor Ahai infila Portatrice di Luce nel petto della sua sposa, Nissa Nissa - by Amoka©

Alias

Guerriero della Luce[1]

Figlio del Fuoco[2]

Guerriero del Fuoco[3]

Cultura

Asshai

Sposa

Nissa Nissa

Libri

Lo scontro dei re - menzionato
La danza dei draghi - menzionato

Azor Ahai è stato un eroe leggendario vissuto circa 8.000 anni prima lo sbarco di Aegon. Si racconta che durante la Lunga Notte, Azor Ahai abbia sconfitto gli Estranei brandendo una spada di fuoco: Portatrice di Luce, la Spada Rossa degli Eroi.


Indice

La Leggenda di Portatrice di Luce

L’oscurità si distendeva per tutto il mondo, e un eroe, Azor Ahai, fu scelto per riportare la Luce. Per combattere le creature che abitavano la Notte, fu necessario forgiare la spada di un eroe.[1] Azor Ahai ci lavorò trenta giorni e trenta notti, ma durante la tempra in acqua, la spada si ruppe. Egli non s’arrese, e ne cominciò a costruire un’altra. Al secondo tentativo, trascorsero cinquanta giorni e cinquanta notti prima di finirla, e risultò migliore della precedente. L’Eroe catturò un leone e lo trafisse al cuore per temprare l’acciaio con il suo sangue. Anche questa volta, la spada si frantumò.[1] L’Eroe allora carpì la soluzione, e a malincuore, cominciò a forgiare la terza spada. Vi lavorò per cento giorni e cento notti. Questa volta, guidò la sua spada nel cuore vivo della sua sposa, Nissa Nissa, la cui anima si congiunse con l’acciaio, dando vita alla Portatrice di Luce.[1]

Il Ritorno di Azor Ahai

Negli antichi libri di Asshai[1] si legge di una profezia secondo cui, dopo 5.000 anni dalla sua venuta, Azor Ahai sarebbe rinato per ostacolare una nuova, Lunga Notte.[1]
Colui che brandirà Portatrice di Luce contro gli Estranei avrà in pugno il destino dell’umanità, e al suo fallimento ne conseguirebbe la caduta del mondo. Melisandre racconta:

Negli antichi libri di Asshai sta scritto che verrà il giorno, dopo la lunga estate, in cui le stelle sanguineranno e il respiro gelido delle tenebre scenderà a incomberà sul mondo. In questa ora terribile, un guerriero estrarrà dal fuoco una spada fiammeggiante. Quella spada sarà la Portatrice di Luce, la Spada Rossa degli Eroi, e colui il quale la impugnerà sarà Azor Ahai reincarnato. E di fronte a lei le tenebre fuggiranno.[1]


Molti lettori credono che Azhor Ahai reincarnato sia lo stesso eroe del Principe che fu promesso, altri invece credono che le profezie siano distinte. I due eroi non sono mai stati menzionati nella stessa frase,
ma il Principe che fu promesso è stato citato da Melisandre di Asshai, che considera Azor Azhai unico eroe promesso.[4]

Citazioni

Guardate! Un segno era stato promesso e noi ora abbiamo assistito al suo realizzarsi. Guardate la Portatrice di luce! Azor Ahai è risorto! Salutiamo tutti il Guerriero della Luce, salutiamo tutti il Figlio del Fuoco![1]
Melisandre, riferendosi a Stannis Baratheon


Prego di avere un'apparizione di Azor Ahai, e R'hllor mi mostra solo Snow.[5]
Le riflessioni di Melisandre


Quando la rossa stella sanguinerà e le tenebre s'addenseranno, Azor Ahai rinascerà tra il fumo e il sale per risvegliare i draghi dalla pietra.[6]
Melisandre a Jon Snow


Fonti e Note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti