Barriera

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.

La Barriera è una fortificazione alta oltre 700 piedi ed è fatta di ghiaccio: è lunga circa 300 miglia, attraversa i confini del Nord dei Sette Regni e li separa dalle terre dei bruti al di là della Barriera; è considerata una delle nove Meraviglie dell’uomo. La Barriera è difesa e custodita dalla confraternita giurata dei Guardiani della Notte, i quali pattugliano e fanno la guardia ai castelli dai monti degli Artigli del Gelo ad ovest, fino alla Baia delle Foche ad est.

La Barriera by Feliche©

Indice

Storia

Lo Scudo che protegge i Regni degli Uomini by Rene Aigner©

Si reputa che la Barriera sia stata creata oltre 8000 anni prima dell’insediamento di Brandon il Costruttore dopo la Lunga Notte per difendere i regni degli uomini dai bruti e dagli Estranei. Approssimativamente lunga 300 miglia e alta 700 piedi, la Barriera è protetta dai Guardiani della Notte e, secondo alcuni, anche da antichi incantesimi e magie.[1] Presumibilmente, Brandon il Costruttore aveva collocato giganteschi blocchi di fondazione lungo le alture dovunque fosse possibile.[2] Diversi punti nel testo suggeriscono che la Barriera fosse molto più piccola all’epoca: i costruttori dei Guardiani della Notte vi hanno costruito sopra prendendo grandi blocchi di ghiaccio dai laghi ghiacciati nella Foresta Stregata e portandoli verso Sud per ingrandire la Barriera, facendola così innalzare nel corso dei secoli fino alla dimensione attuale. Tuttavia, i pochi Guardiani della Notte rimasti al momento sono limitati a mansioni volte al mantenimento di essa. In totale sono state costruite 19 fortezze lungo la Barriera, ma solo tre di esse sono occupate durante il tempo narrativo dei libri, ovvero la Torre delle Ombre, il Castello Nero e il Forte Orientale.

Descrizione

The Wall top warming shed .jpg

La Barriera si estende per 300 miglia ed è approssimativamente alta 700 piedi. È fatta di ghiaccio solido e di pietra, e può essere vista nell’arco di diverse miglia. Appare grigia o blu, a seconda del tempo atmosferico e del momento del giorno. La sommità è larga abbastanza da permettere il passaggio di dodici uomini a cavallo pronti a cavalcare affiancati ed è più spessa alla base.[3] Secondo la leggenda, ci sono antichi incantesimi intrecciati in essa, per rinforzarla e per tenere lontane creature magiche come gli Estranei.[2][4]

La Barriera è dritta dal Castello Nero al Forte Orientale, mentre si estende come un serpente tra il Castello Nero e la Torre delle Ombre.[2] La Barriera non ha cancelli in nessun punto, semplicemente alcuni tunnel sotterranei che la attraversano e che sono assicurati da pesanti barre di ferro e da catene possenti che devono essere chiuse.[5] Sono sigillate con ghiaccio e pietra nei punti in cui i castelli sono stati abbandonati o nei tempi di pericolo.[6]

Difese

Tunnel attraverso la Barriera, bloccato con pesanti barre di ferro

I Guardiani della Notte fanno in modo che la foresta non avanzi oltre mezzo miglio dalla Barriera. Comunque, nel corso degli anni, nei posti in cui i castelli sono stati abbandonati, la foresta è avanzata sempre di più.[7] La sommità della Barriera è fornita di catapulte e gru.[3] Le galee del Forte Orientale pattugliano la Baia delle Foche in parte per catturare contrabbandieri che oltrepassano la Barriera attraverso il mare e che commerciano armi con i bruti[8] ad ovest delle montagne e del fiume profondo Gola, rendendo così il terreno invalicabile per tutti tranne che per piccoli gruppi di saccheggiatori.[9]

Castelli

La Barriera (Serie TV)

I Guardiani della Notte hanno innalzato 19 castelli per sorvegliare le centinaia di leghe della Barriera, ma non ne hanno mai occupati più di 17 allo stesso tempo. Negli ultimi 300 anni, poiché il numero dei Guardiani si è ridotto, la maggior parte di questi castelli sono stati abbandonati; alcuni li hanno chiamati “i castelli fantasma”.[6] Durante gli eventi narrati in A Game of Thrones solo tre castelli sono rimasti in uso.[7]

Prima dell’attuale fase del Conflitto solo tre castelli sono in uso, sebbene a volte un gran numero di forze viene mandato in uno dei castelli abbandonati per due settimane o per un ciclo di luna, seguendo il suggerimento del Primo Ranger, Benjen Stark.

I castelli occupati sono:

  • Castello Nero, il più grande castello difeso, si trova alla fine della Strada del Re a nord ed è custodito da circa 600 confratelli.
  • Torre delle Ombre, l’avamposto più a ovest dei Guardiani, è presidiato da circa 200 uomini dei Guardiani della Notte.
  • Forte Orientale, città portuale dei Guardiani della Notte, è il più piccolo presidio della confraternita.


Quando Jon Snow diventa il 998° Lord Comandante, cerca di far occupare dagli uomini anche gli altri castelli.

I castelli occupati sono:

Tattiche

La Barriera fornisce uno straordinario vantaggio ai suoi difensori, rendendo un piccolo gruppo capace di tener testa a un gran numero di forze avversarie. I difensori sono in genere oltre il raggio di azione degli archi o delle catapulte e a loro volta possono contare sugli arcieri, le catapulte e oggetti da lancio per respingere un attacco. In particolare, i barili contenenti pietre ghiacciate sono molto efficaci per disperdere una grande carica.[10]

Gli attaccanti devono fare affidamento su una delle seguenti tattiche: un assalto diretto su uno dei pochi cancelli ben difesi, oppure scalare la Barriera in piccoli gruppi, attaccando così un cancello dal retro. I cancelli sono stati progettati con elementi come fori di difesa e accessi limitati che li rendono difficili da forzare. In casi estremi, i cancelli possono essere riempiti con roccia e ghiaccio, diventando così inaccessibili come il resto della Barriera.

Anche scalare la Barriera non è semplice, come Jon Snow ha avuto modo di scoprire quando ha finto di sostenere la causa dei bruti e si è unito a una squadra di infiltrazione. Una squadra di scalatori determinati può raggiungere la cima, ma solo se non notati dai difensori, i quali possono facilmente abbatterli con oggetti o frecce. Si dice che la Barriera “difenda se stessa”, facendo sciogliere pezzi del suo ghiaccio, come è accaduto con Jarl durante la sua scalata.[2] Seconda la leggenda, la Barriera è vulnerabile al Corno di Joramun.

Citazioni

Era alta duecentocinquanta metri, il triplo del più alto dei castelli che proteggeva. Benjen Stark aveva detto che la sua sommità era larga abbastanza da permettere il passaggio di dodici uomini a cavallo, in armatura pesante e affiancati. Mastodontiche catapulte e ciclopiche gru di legno parevano montare di sentinella su di essa, simili a vestigia scheletriche di uccelli leggendari. E tra quegli scheletri, piccoli come formiche, camminavano gli uomini in nero.[3]
La prima impressione sulla Barriera di Jon Snow


Se la Barriera dovesse cedere, anche tutti gli altri fuochi si spegneranno.[11]
Qhorin il Monco a Jon Snow


Ygritte: Quanto odio questa Barriera! La senti com'è fredda?

Jon Snow: È fatta di ghiaccio.

Ygritte: Tu non sai niente, Jon Snow. È fatta di sangue.[2]

Ygritte a Jon Snow


La Barriera può fermare un esercito, non un uomo solo.[12]
Mance Rayder


Dietro le quinte

Come afferma George R. R. Martin l’ispirazione per la Barriera viene dal Vallo di Adriano.

Fonti e Note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti