Casa Arryn

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Casa Arryn
House Arryn.PNG

Stemma

Falco e luna bianchi su sfondo azzurro

Motto

In alto come l’onore

Seggio

Nido dell’Aquila

Lord attuale

Robert Arryn

Regione

Valle di Arryn

Titolo

Re della Montagna e della Valle (precedentemente)

Protettore dell’Est

Signore di Nido dell’Aquila

Difensore della Valle

Erede

Harold Hardyng

Fedele a

Casa Baratheon di Approdo del Re

Rami cadetti

Casa Arryn di Città del Gabbiano

Fondatore

Ser Artys Arryn

Casa Arryn di Nido dell’Aquila è una delle grandi casate del Continente Occidentale, nonché la principale casata nobiliare della Valle di Arryn. Il loro seggio è Nido dell’Aquila, ma controllano varie altre fortezze, fra cui il castello invernale ai Porte della Luna. Entrambe queste fortezze si trovano a cavallo della Lancia del Gigante, la montagna più alta della Valle, e il Nido dell’Aquila è considerato inespugnabile. Il loro stemma è composto da un falco e una luna bianca su sfondo azzurro, e il loro motto è “In Alto come l’Onore” [1]. Sono discendenti degli antichi popoli Andali che invasero il Continente Occidentale e, per via dell’usanza di sposare altri nobili Andali, Casa Arryn risulta essere la casata di più pura discendenza Andala.

Indice


Storia

Re delle Montagne e della Valle

Gli Arryn sostengono di discendere dalla linea più pura e antica della nobiltà andala, che si ricollega ad Andalos e probabilmente a Hugor della Collina.[2]

Quando re Robar II Royce ha iniziato a riunire i Primi Uomini e a sconfiggere qualche re andalo minore durante l'Invasione Andala, gli andali della Valle si sono uniti sotto la guida di ser Artys Arryn, il Cavaliere del Falcone, originario della Valle molto stimato dai suoi conterranei e considerato il miglior guerriero dell'epoca. Robar viene ucciso durante la Battaglia delle Sette Stelle, probabilmente da Artys stesso, e le casate dei Primi Uomini sopravvissute si arrendono e giurano fedeltà ad Arys della Casa Arryn, primo Re della Montagna e della Valle: da quel momento la Valle viene universalmente conosciuta come "Valle di Arryn".[3] Alcune ballate originarie della regione sovrappongono la figura di re Artys con quella del Cavaliere Alato, che si dice abbia ucciso il Re Grifone sulla cima della Lancia del Gigante.[4][2] I primi uomini che non accettano il dominio degli Arryn vengono cacciati nelle Montagne della Luna, diventando i Clan delle Montagne della Luna.

Inizialmente gli Arryn vivono alle Porte della Luna, ma, nel corso di alcune generazioni, costruiscono Nido dell'Aquila.[3] Utilizzano sovente Nido dell'Aquila come residenza estiva, tornando poi alle Porte della Luna quando le nevicate invernali la rendono inaccessibile.[4][3]

I re Arryn hanno aggiunto Paps, Pebble e Isola della Strega ai loro domini. Combattono contro i Re dell'Inverno della Casa Stark per le Tre Sorelle durante la Guerra al di là dell'Acqua, dove re Osgood Arryn e suo figlio, nonché suo successore, re Oswin Arryn bruciano la Tana del Lupo. Durante battaglie sanguinose, la flotta degli Arryn sconfigge schiavisti di Volantis, gli Uomini di Ferro e pirati dalle Stepstones e dalle Isole del Basilisco.[3] Seicento anni prima dell’inizio della serie, Alyssa Arryn assiste all’uccisione di tutta la sua famiglia senza versare una lacrima. Una cascata della Lancia del Gigante, detta "Lacrime di Alyssa", prende il nome da lei.[3]


La guerra di conquista

Durante la Guerra di Conquista, la flotta degli Arryn si scontra contro quella della Casa Targaryen nella Battaglia di Città del Gabbiano uscendone vittoriosa dopo aver distrutto la flotta Targaryen e aver ucciso il suo capitano, Daemon Velaryon. Per rappresaglia, Visenya Targaryen e il drago Vhagar bruciano tutta la flotta Arryn. Poiché entrambe le flotte sono state distrutte, la battaglia viene considerata un pareggio, ma una sconfitta tattica per i Targaryen, dato che non sono riusciti a conquistare Città del Gabbiano. Per la Casa Arryn, invece, i problemi non finiscono qui, poiché gli abitanti delle Tre Sorelle hanno iniziato una rivoluzione dopo la perdita della flotta.

Successivamente, Visenya Targaryen viene incaricata di sottomettere la Valle.Sharra Arryn madre del giovane re Ronnel Arryn e reggente della Valle, raduna le sue truppe alla Porta Insanguinata, ma quando torna a Nido dell’Aquila e trova il figlio in braccio a Visenya, arrivata in volo direttamente a Nido dell'Aquila, accetta la resa e permette al figlio di volare sul drago. Da quel momento gli Arryn detengono il titolo di Difensori della Valle e Protettore dell'Est.[5]


L'Era Targaryen

La guerra civile fra Targaryen, detta Danza dei Draghi, nasce dalla rivendicazione del trono da parte dei figli avuti da Viserys I Targaryen con la seconda moglie - di Casa Hightower -, contro la figlia Rhaenyra Targaryen avuta dalla prima moglie, di Casa Arryn. Casa Arryn a quel tempo è guidata da Jeyne Arryn, la quale sostiene i neri e quindi la sua congiunta. Qualche decina di anni dopo, in occasione della Ribellione dei Blackfyre, Casa Arryn rimane leale al re Daeron II Targaryen. Nella decisiva Battaglia del Campo Rosso Sangue, l’avanguardia guidata da Lord Arryn viene distrutta da Daemon Blackfyre. Lord Arryn viene sconfitto da ser Humfrey Hardyng al Torneo di Maidenpool, un anno prima del Torneo di Ashford.


La Ribellione di Robert Baratheon

I discendenti di lord Jasper Arryn, vengono decimati da varie tragedie che lasciano la casata povera di membri legittimi. Il successore di Jasper, lord Jon Arryn, si sposa diverse volte per cercare di generare un erede. La sua prima moglie, Jeyne Royce, muore di parto dando alla luce una figlia nata morta. La sua seconda moglie, Rowena Arryn, sua cugina, muore di influenza senza avergli dato figli. Sua sorella Alys, che mette al mondo nove figli con il marito ser Elys Waynwood, muore poco dopo l’ultimo parto. Otto di questi figli muoiono o prendono i voti prima di poter avere a loro volta dei figli. La figlia più giovane di Alys riesce invece a concepire un figlio, Harrold Hardyng, prima di morire anch’essa di parto. Il fratello minore di Jon e Alys, Ronnel, muore anni prima.

La guerra che sarebbe diventata la Ribellione di Robert ha inizio quando Jon Arryn si rifiuta di consegnare i suoi protetti, Robert Baratheon e Eddard Stark, al Re Folle. Lord Arryn sconfigge il suo vassallo realista, Marq Grafton a Città del Gabbiano, acquisendo un ruolo di primo piano nellaguerra. Con il matrimonio con la sua terza moglie, Lysa Tully, contribuisce a guadagnarsi l’alleanza di Lord Hoster Tully. Sfortunatamente, i pochi Arryn rimasti vengono ulteriormente colpiti da varie sventure. Il nipote ed erede di Jon, Elbert Arryn, viene ucciso insieme al resto della compagnia di Brandon Stark ad Approdo del Re, e il suo lontano cugino ser Denys muore nella Battaglia delle Campane. Al termine della guerra, Nestor Royce assume il titolo di Alto Attendente della Valle quando Jon assume l’incarico di Primo Cavaliere al servizio di re Robert.

Il matrimonio fra Jon e Lysa rimane una relazione distaccata. Dopo alcuni aborti spontanei, Lysa riesce finalmente a dare alla luce un figlio, Robert, l’ultimo degli Arryn. Lysa vizia molto il figlio, nonostante gli sforzi del marito di impedirlo, e non si cura di insegnargli come ricoprire il ruolo di Lord. All’inizio delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, Jon ha servito lealmente Re Robert Baratheon per quattordici anni.

Eventi recenti

Il gioco del trono

Come Primo Cavaliere di Robert Baratheon, Lord Jon Arryn contatta Stannis Baratheon, quando scopre che i figli di suo fratello, Re Robert, potrebbero essere frutto del tradimento da parte della Regina Cersei Lannister col il suo stesso fratello, Jaime Lannister. I due cercano di investigare ad Approdo del Re, ma Jon viene avvelenato e muore improvvisamente prima che possano rivelare i loro sospetti.

Dopo la morte di Jon, Lord Tywin Lannister si offre di prendere in affidamento il suo giovane erede, Robert Arryn, a Castel Granito, con il beneplacito dell’ignaro Re Robert. La vedova di Jon, Lysa Tully, scappa però insieme al giovane figlio a Nido dell’Aquila. Nel frattempo, i lord della Valle vanno su tutte le furie quando Robert Baratheon affida il titolo di Protettore dell’Est, tradizionalmente assegnato agli Arryn, a Jaime Lannister invece che al giovane Lord Arryn. Molti di questi lord corteggiano Lady Lysa, ma lei non è interessata e li lascia continuare a contendersi i suoi favori.

Quando scoppia la guerra fra Stark e Lannister, Lysa impedisce agli uomini della Valle di prendervi parte, nonostante le insistenze di sua sorella Catelyn. Lysa si ritrova in mano come prigioniero Tyrion Lannister, ma ne perde la custodia in un processo per singolar tenzone, quando il suo campione, capitano della guardia ser Vardis Egen, viene sconfitto e ucciso. Nel lasciare Nido dell’Aquila, Catelyn si offre di prendere sotto tutela Robert a Grande Inverno, e Lysa risponde minacciando di far buttare sua sorella dalla Porta della Luna. Lysa si rifiuta inoltre di fornire una scorta a Tyrion per il viaggio fuori dalla Valle, sperando che venga ucciso dai clan di montagna, che invece questi riesce a portare dalla sua parte.

Tempesta di spade

La neutralità della Valle è causa di disputa fra le forze in guerra. Il nipote di Lysa, Re Robb Stark, lamenta l’impossibilità di transitare nella regione con le sue forze, e anche Re Stannis Baratheon vorrebbe il supporto degli Arryn, ma Lysa delude le aspettative di entrambi, sposando l’amore della sua giovinezza, Petyr Baelish detto Ditocorto. In seguito, Lysa vede Petyr baciare sua nipote, Sansa Stark e, in un attacco di gelosia e rabbia, rivela di aver complottato con Ditocorto in segreto per assassinare suo marito, Lord Jon, quando questo sembrava intenzionato a mandare il giovane Robert alla Roccia del Drago per essere affidato a Stannis. Lysa viene uccisa da Petyr, che la spinge fuori dalla Porta della Luna.

Il banchetto dei corvi

Il fragile Robert Arryn rimane sotto la tutela di Lord Petyr Baelish, che ricopre il ruolo di Lord Protettore della Valle. Se dovesse succedere qualcosa a Robert, l’erede più probabile al seggio di Nido dell’Aquila sarebbe Harry l’Erede, uno scudiero recentemente fatto cavaliere, e pronipote di Jon Arryn tramite il matrimonio della figlia di sua sorella Alys con un membro di Casa Hardyng. Petyr intende far sposare Sansa con Harry, con lo scopo di poter liberare Grande Inverno, dal controllo dei Bolton, in suo nome. Diversi nobili di una certa importanza si oppongono all’autorità di Lord Baelish, e inviano una dichiarazione ad Approdo del Re. Poiché finora la guerra non ha raggiunto la Valle, hanno a disposizione una forza militare di una certa consistenza, anche se finora la loro opposizione è pacifica.

Casa Arryn alla fine del terzo secolo

Membri storici di Casa Arryn

Attendenti e servitori della Casa Arryn

Alfieri


Le casate seguenti non sono direttamente vassalle di Casa Arryn: Casa Borrell, Casa Longthorpe, Casa Torrent, Casa Shett, Casa Coldwater, Casa Tollett, Casa Hardyng.

Riferimenti e Fonti


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti