Casa Caron

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Casa Caron di Canto Notturno
House Caron.png

Titolo

Lord delle Terre Basse
Lord di Canto Notturno

Stemma

Usignoli neri su sfondo giallo

Motto

Nessuna canzone così dolce

Regione

Terre della Tempesta

Lord attuale

Rolland Storm

Alfieri di

Casa Baratheon di Capo Tempesta

La Casa Caron di Canto Notturno è una delle casate più importanti delle Terre della Tempesta. I suoi membri sono alfieri di Capo Tempesta.[1] Il seggio della casata è Canto Notturno ed i Caron detengono il titolo di "Lord delle Terre Basse"[2], nonostante non dominino sugli altri Lord delle Terre Basse nelle Terre Basse di Dorne.[3]

I loro stendardi rappresentano una serie di usignoli neri su sfondo giallo.[4][5] Il loro motto non viene mai rivelato nei libri, ma, secondo fonti semiufficiali, è "Nessuna canzone così dolce".[6]


Indice

Storia

I Caron fanno risalire le loro origini all'Età degli Eroi e sono celebri per aver dato i natali a guerrieri e cantori. Sostengono inoltre che il loro stendardo con gli usignoli sia stato presente in mille battaglie.[3] Maestro Yandel sostiene che Canto Notturno è fedele a Capo Tempesta da tempo immemore, ma anche che i Re dell'Altopiano, un tempo, includevano nei loro domini pure le Terre Basse occidentali, da Collina del Corno a Canto Notturno.[7] Sia i Caron che i Swann sostengono di essere la famiglia di lord delle Terre Basse più antica.[3]

Ser Arlan e Dunk hanno servito lord Caron e lord Dondarrion quando hanno combattuto contro il Re Avvoltoio nelle Montagne Rosse. Lord Pearse Caron è uno dei favoriti durante il Torneo di Ashford: è un arpista, un cantastorie e un celebre cavaliere, con un suo stendardo personale su cui è rappresentata un'arpa d'argento. Pearse sceglie Leo Tyrell come avversario ad Ashford. Lo scontro è duro e Pearse riesce a rompere lo scudo di Leo, ma poi è costretto ad arrendersi. Lord Caron ignora Dunk quando quest'ultimo gli chiede aiuto nel Giudizio dei Sette.

Nel 287 CA, Brienne di Tarth viene promessa in sposa al figlio minore di lord Bryen Caron, un ragazzo timido con un neo sul labbro. Il promesso sposo muore però due anni dopo a causa di un'influenza, che uccide inoltre lord Bryen, la moglie e le figlie. L'unico sopravvissuto è il figlio Bryce, che diventa il nuovo lord delle Terre Basse.[8]


Eventi recenti

Il gioco del trono

Lo scudo di lord Bryce Caron è esposto fuori dalla tenda di quest'ultimo durante il Torneo del Primo Cavaliere del Re: è uno dei favoriti del torneo, ma viene sconfitto da ser Jaime Lannister.[2]


Lo scontro dei re

Insieme a molti altri lord delle Terre della Tempesta, lord Bryce Caron si schiera dalla parte di Renly Baratheon allo scoppio della Guerra dei Cinque Re e diventa un membro della Guardia Arcobaleno, guadagnandosi il soprannome di "Bryce l'Arancione".[9] Gli usignoli di lord Caron vengono poi visti anche da Catelyn Tully nell'accampamento di re Renly: durante il banchetto, lord Bryce gioca con daghe e pugnali insieme a ser Robar Royce.[4] Dopo il fallimento della trattativa tra Renly e Stannis Baratheon, a Bryce viene affidato il comando dell'ala sinistra dell'esercito nella battaglia in arrivo.[10] A seguito della morte di Renly, però, Bryce passa dalla parte di Stannis. Lo accompagna all'incontro con Cortnay Penrose, dove si offre di sfidare Cortnay a duello, ma il re rifiuta la proposta.[11]

Bryce combatte nella Battaglie delle Acque Nere, dove viene ucciso in duello dal suo sfidante, ser Philip Foote. Rolland Storm, bastardo del defunto lord Bryen Caron, guida invece la retroguardia che permette agli uomini di Stannis di ritornare alle navi e lasciare la Baia delle Acque Nere. Re Joffrey Baratheon toglie alla Casa Caron domini, titoli ed entrate, assegnandole a Philip Foote, che diventa quindi il primo Lord Foote.[12] Rolland reclama ancora per sé Canto Notturno in quanto ultimo membro ancora in vita della Casa Caron.[13]


Tempesta di spade

Rollan Storm, il bastardo di Canto Notturno, viene considerato da Stannis Baratheon uno dei pochi uomini degni di fiducia che gli sono rimasti dopo la Battaglia delle Acque Nere. Rolland aiuta Davos Seaworth ad allontanare in segreto Edric Storm da Roccia del Drago. Davos si fida di lui perché è un fervente devoto al Guerriero.[14]

Jon Snow vede lo stendardo dei Caron durante l'attacco di Stannis all'accampamento dei bruti a nord della Barriera. Ser Rolland viene nominato castellano di Roccia del Drago prima della sua partenza per il nord.[15]

Mylenda Caron rimane vedova quando Lady Cuoredipietra e la Fratellanza senza Vessilli impiccano il suo giovane marito, Petyr Frey.[16]


Il banchetto dei corvi

Rolland Storm continua a servire Stannis Baratheon come castellano di Roccia del Drago. Non si sa cosa ne sia di lui dopo la caduta della fortezza.[17]


Membri della casata alla fine del terzo secolo

I Caron noti vissuti nel periodo narrato ne Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco sono:


Con legami non definiti al ramo principale:


Membri storici


Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti