Casa Martell

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Casa Martell di Lancia del Sole
MartellCoA.png

Stemma

Sole Rosso perforato da un giavellotto

Motto

Mai inchinati, mai piegati, mai spezzati

Seggio

Antico Palazzo di Lancia del Sole

Sovrano attuale

Principe Doran Martell

Regione

Dorne

Titoli

Lord di Lancia del Sole
Principe di Dorne

Erede

Arianne Martell

Sovrani assoluti

Casa Baratheon di Approdo del Re

Fondatori

Morgan Martell (Casa Martell)
Mors Martell e Nymeria (Casa Nymeros Martell)

Periodo di fondazione

1000 anni fa.

Casa Nymeros Martell (conosciuta anche come Casa Martell) è una delle casate principali del Continente Occidentale e regna sul principato di Dorne. “Nymeros” indica la discendenza da Nymeria, regina del Rhoynar. Il simbolo dei primi Martell è un giavellotto, mentre quello dei Rhoynar un sole. I due simboli vengono uniti quando la regina Nymeria sposa Mors Martell dando quindi origine allo stemma attuale (un sole rosso perforato da un giavellotto). Il loro motto è “Mai inchinati, mai piegati, mai spezzati [1]. Il cognome dei bastardi nati nel Principato di Dorne, è Sand. I Martell hanno le caratteristiche tipiche dei Dorniani del sale. Sono quindi molto agili, scuri, dalla pelle liscia, olivastra e lunghi capelli neri [2].

Indice


Storia

Fondazione

La fondazione di questa casa è sconosciuta. Si è però a conoscenza del fatto che casa Martell sia una delle famiglie regnanti di Dorne durante l’invasione degli Andali, periodo nel quale le altre regioni del Continente Occidentale iniziano a consolidarsi in regni più grandi. Quando Nymeria, la regina dei Rhoynar, giunge sulle coste del Continente Occidentale con il suo popolo a seguito, sposa uno degli uomini più forti di Dorne: Re Mors Martell. Combinando le loro forze, riescono a unire Dorne sotto un unico dominio. L’unione portai Martell ad abbandonare alcune delle loro usanze Andale e ad abbracciare le nuove dei Rhoynar. Una di queste vuole che i reggenti non vengano chiamati “Re” ma “principi” e l’eredità venga passata ai figli in base all’età e non al sesso.

Durante la Guerra di Conquista, Aegon arriva anche a Dorne. Tuttavia, i draghi si rivelano essere poco utili in una terra prevalentemente coperta dal deserto e quindi l’ armata di Aegon è costretta a ritirarsi e a lasciare i Martell a regnare su Dorne. I Martell rimangono indipendenti dai Targaryen per due secoli, primato mai superato da nessun altra casata del Continente Occidentale. Dopo ripetuti tentativi, tutti falliti, di conquista (il più eclatante, quello di Daeron), Dorne decide di posare l’ascia di guerra acconsentendo a un matrimonio tra le due casate. L’alleanza viene sigillata con un duplice matrimonio, quello del futuro re Daeron II e la principessa dorniana Myriah Martell e quello tra il Principe Maron Martell e la sorella di Daeron, Daenerys. [3] [4]

Durante il regno di Daeron II, la Fortezza Rossa subisce le influenze dorniane della moglie del re. Per questo motivo, molti nobili si ribellano al potere centrale e i Martell si schierano pertanto contro la pretesa al trono di Daemon Blackfyre. Dopo la loro vittoria, Maron e Daenerys si uniscono finalmente in matrimonio portando Dorne ufficialmente nei Sette Regni. È da questo momento che i Martell, sebbene mantengano il titolo di Principi e Principesse, regnano su Dorne nel nome del Re seduto sul Trono di Spade,

Eventi antecedenti le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

Il principe Doran, un saggio uomo affetto da una grave malattia, regna su Dorne. Egli ha nove anni in più di sua sorella Elia e dieci in più rispetto a Oberyn. I suoi altri due fratelli Mors e Olyvar muoiono in giovane età. Oberyn è un uomo grintoso e padre di molte figlie bastarde soprannominate Serpi delle Sabbie. Il suo odio verso i Lannister risale alla sua giovinezza, sebbene confidi a Tyrion che le loro madri erano amiche da ragazze. Quando Oberyn e Elia avevano rispettivamente quindici e sedici anni, viaggiano insieme da Dorne a Castel Granito, per conoscere potenziali pretendenti per un matrimonio strategico. La loro ultima visita, viene riservata a Joanna Lannister per compiere il desiderio delle loro madri che volevano sugellare un matrimonio tra i loro figli. Quando arrivano, Joanna è appena morta dando alla luce Tyrion e Lord Tywin Lannister li ignora per settimane prima di umiliarli proponendo Tyrion come futuro sposo per Elia. Non viene specificato se i Martell fossero a conoscenza del fatto che Tywin sperava che Cersei venisse data in sposa a Rahegar Targaryen e se quindi il matrimonio tra Elia Martell e Rahegar Targaryen non fosse altro che uno smacco a Tywin che sperava che a sposare il principe fosse invece sua figlia. La nascita dei primi due figli, lascia Elia molto debole. Quando Rahegar vince il Torneo di Harrenhal, nomina regina di amore e bellezza Lyanna Stark e non sua moglie Elia. Un anno dopo, scappa con Lyanna dando origine alla Ribellione di Robert. I Martell, sebbene fortemente scontenti del tradimento di Rahegar, supportano Aerys II Targaryen dal momento che questo tiene Elia e i suoi figli in ostaggio nella Fortezza Rossa. Un quarto delle truppe reali nella Battaglia del Tridente proviene da Dorne. I Martell perdono molti uomini in questa occasione, tra cui il principe Lewyn Martell della Guardia Reale. Quando Approdo del Re cade, la principessa Elia e i suoi figli vengono brutalmente assassinati da due uomini dei Lannister, Gregor Clegane e Armory Lorch durante il Sacco di Approdo del Re. Il principe Oberyn propone di continuare la guerra nel nome di Re Viserys III ma la diplomazia dimostrata dal principe Doran e da Jon Arryn evitano l’avvenire di un ulteriore conflitto. Sebbene Casa Martell giuri fedeltà al nuovo re Robert Baratheon, questi continuano a provare un forte astio e risentimento verso i Lannister (adesso al potere grazie al matrimonio tra re Robert e Cersei Lannister) e prediligono una politica isolazionista decidendo di non mescolarsi con altre grandi casate se non strettamente necessario e di rivolgersi quanto più verso le Città Libere.

Eventi Recenti

All’inizio della Guerra dei Cinque Re, casa Martell rimane neutrale. A malincuore, si allea con i Lannister quando Tyrion Lannister, che esercita come primo cavaliere del re a nome di suo padre, promette in sposa al principe Trystane Martell la principessa Myrcella e offre loro un posto nel Concilio Ristretto, alcuni castelli e la testa di ser Gregor Clegane, l’uomo responsabile di aver stuprato e ucciso Elia, la sorella del Principe Doran. Il principe Oberyn si reca quindi ad Approdo del Re per reclamare il seggio vacante di Doran nel concilio e insiste per avere testa di Ser Clegane quando diventa chiaro che Tywin Lannister, adesso Primo Cavaliere del Re per diritto, non ha nessuna intenzione di mantenere le promesse fatte da Tyrion. Quando Cersei accusa Tyrion di aver avvelenato suo figlio Joffrey, Oberyn coglie l’occasione per uccidere ser Gregor Clegane e si offre come campione di Tyrion una volta che Cersei nomina la Montagna come Campione Reale. Durante il combattimento, Oberyn provoca Gregor, ripetendo i nomi dei suoi familiari che sono morti per a causa sua, lo ferisce con la sua lancia avvelenata ma perde comunque la vita nel duello. Nel frattempo, la principessa Arianne Martell, convinta che il padre Doran sia un uomo debole che vuole elevare al potere suo fratello minore, mette in moto un piano per eleggere la principessa Myrcella Baratheon, regina del Continente Occidentale. Il piano va a monte a causa di un traditore e Myrcella perde un orecchio durante la cospirazione. Doran rivela che vorrebbe che Quentyn governasse Dorne in quanto il suo piano era di rendere Arianne regina promettendola segretamente in sposa all’ormai defunto Viserys Targaryen. Il piano viene modificato e ora si intende far attraversare il Mare Stretto al fratello Quentyn per permettergli di incontrare la sorella di Viserys, Daenerys, e sposare lei. Doran rivela che Cersei stava altresì complottando con Balon per uccidere Doran e per incolpare il folletto, durante il viaggio verso Approdo del re di Trystane e Myrcella. Nel frattempo, i Martell si trovano a dover affrontare diversi problemi nella capitale. Doran convince Arianne a collaborare, e coinvolgono anche le figlie bastarde di Oberyn: Obara Sand convince Ser Balon Swann a dare la caccia a ser Gerold Dayne, capro espiatorio per quel che riguarda il piano di Arianne di incoronare Myrcella. Nymeria Sand viene mandata ad occupare il seggio rimasto vacante nel Concilio Ristretto mentre Tyene Sand la segue ad Approdo del Re fingendosi una septa che ha intenzione di andare in soccorso dell’ Alto Passero. È probabile che Sarella Sand sia stata inviata a Vecchia Città fingendosi un aspirante maestro della Cittadella

Membri di Casa Martell

Albero Genealogico

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Principessa di Dorne
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Lewyn
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Doran
 
Mellario di Norvos
 
Mors
 
Elia
 
Rhaegar Targaryen
 
Olyvar
 
Varie donne
 
Oberyn "la Vipera Rossa"
 
Ellaria Sand
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
ArianneQuentynTrystane
 
Rhaenys TargaryenAegon Targaryen
 
Obara SandNymeria SandTyene SandSarella Sand
 
Elia SandObella SandDorea SandLoreza Sand
 



Casa Martell alla fine del Terzo secolo

La Corte

Scorta della Principessa Arianne

Scorta del Principe Quentyn

Alfieri di Casa Martell

Membri storici

Fonti e Note

  1. Lo scontro dei re, Appendice.
  2. Tempesta di spade, Capitolo 38, Tyrion.
  3. Numero capitolo non trovato.
  4. So Spake Martin:Targaryen History (April 20, 2008)
  5. Il banchetto dei corvi, Capitolo 13, Il Cavaliere Disonorato.
  6. Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco, Le strane usanze del Sud.
Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti