Città del Gabbiano

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Città del Gabbiano
Grande città portuale
Città gabbiano.png
La posizione di Città del Gabbiano nella Valle di Arryn

Posizione

Continente Occidentale, Valle di Arryn

Governo

Casa Grafton, lord feudale

Religione

Culto dei Sette Dèi

Città del Gabbiano è il più grande centro portuale della Valle di Arryn. È situata sulla costa settentrionale della Baia dei Granchi, a sudest di Nido dell'Aquila e a sud della vicina Pietra di Runa. È la città più grande della Valle, ma è molto più piccola di Vecchia Città e Approdo del Re. È governata dalla Casa Grafton e ospita inoltre una branca cadetta della Casa Arryn, Casa Arryn di Città del Gabbiano.[1] Torre del Gabbiano, seggio della Casa Shett, si trova in città.[2][3]

Città del Gabbiano è un porto importante e un punto di accesso della Valle, riparato e punto di sosta per navi provenienti da Approdo del Re e dirette al Nord o a Braavos. La sua posizione strategica permette alla città di avere sempre a disposizione molte merci esotiche destinate ai porti oltre al Mare Stretto e mantenere la Valle ben fornita anche quando i passi nelle Montagne della Luna sono chiusi per l'inverno.


Indice

Storia

Il porto di Città del Gabbiano è stato teatro di una battaglia navale tra la flotta dei Targaryen e quella degli Arryn durante la Guerra di Conquista, un conflitto che ha ritardato la conquista della Valle di Arryn da parte dei Targaryen.

Durante la Danza dei Draghi, Jacaerys Velaryon convince la Valle a parteggiare per la regina Rhaenyra Targaryen e i neri. La fanciulla della Valle, Jeyne Arryn, raccoglie le forze a Città del Gabbiano e alle Porte della Luna. Jacaerys manda Joffrey Velaryon e Rhaena Targaryen a Città del Gabbiano per tenerli al sicuro, anche se a Joffrey viene detto di difendere la Valle da re Aegon II Targaryen. Dopo la Caduta di Approdo del Re, Joffrey lascia Città del Gabbiano via nave e torna nella capitale. [4]

Durante la Ribellione di Robert Baratheon, Marq Grafton raduna i lealisti Targaryen della Valle a Città del Gabbiano per impedire a Robert Baratheon di raggiungere Capo Tempesta via mare. Successivamente però i ribelli guidati da Jon Arryn sconfiggono i lealisti,[5] e Marq Grafton viene ucciso da Robert durante la battaglia di Città del Gabbiano.[5] Lyn Corbray combatte a fianco di Marq Grafton a Città del Gabbiano e poi a fianco di Jon Arryn alla Battaglia del Tridente.[6]

Negli anni compresi tra il 283 CA e il 298 CA, Petyr Baelish si occupa della gestione delle dogane al porto di Città del Gabbiano.[7]


Eventi recenti

Il trono di spade

Dopo il processo di Tyrion Lannister a Nido dell'Aquila, Catelyn Tully e Rodrik Cassel lasciano Città del Gabbiano via nave diretti a Porto Bianco.[8]


Lo scontro dei re

Conwy porta degli uomini fino a quel momento tenuti prigionieri vicino a Città del Gabbiano a Castello Nero come reclute per i Guardiani della Notte.[9]

Stannis Baratheon affida a Davos Seaworth una cesta di lettere da distribuire per diffondere la notizia dell'illegittimità di Joffrey Baratheon: Città del Gabbiano e altri porti affacciati sul Mare Stretto sono tra le tappe di Davos.[10]

Dopo aver parlato con Tyrion Lannister, Petyr Baelish parte da Approdo del Re via nave per approdare a Città del Gabbiano e raggiungere poi Lysa Tully per convincerla a schierarsi dalla parte di Joffrey.[11]


Il banchetto dei corvi

Lord Lyonel Corbray sposa la figlia di un ricco mercante di Città del Gabbiano.[1]


Fonti e note



Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti