Crannogmen

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.

I crannogmen sono una popolazione solitaria che vive nelle paludi dell'Incollatura, nel Nord. Sono dominati dalla Casa Reed di Torre delle Acque Grigie, i cui membri sono alfieri della Casa Stark di Grande Inverno. Il loro lord attuale è Howland Reed.


Indice

Descrizione

I crannogmen devono il nome all'usanza di vivere in piccoli villaggi costruiti interamente di canne e tetti di paglia, situati su isole galleggianti nelle paludi. Questo tipo di struttura è generalmente nota con il nome di crannóg. Si tratta di una popolazione povera che raramente lascia i suoi domini e la cui principale fonte di sostentamento è la pesca, specialmente quella delle rane.[1]

Sono ottimi guerrieri e cacciatori: nonostante la loro statura ridotta[2] e il loro stile di vita in qualche modo primitivo, i crannogmen si sono dimostrati una popolazione difficile da sopraffare. In battaglia usano reti, coltelli di bronzo, lance per catturare le rane e scudi di pelle rotondi. Combattono usando il veleno, ricorrendo a tattiche di guerriglia e sfruttando al massimo la conoscenza del loro insidioso territorio. Secondo coloro che li hanno combattuti, le loro case e persino i loro castelli si muovono.[1] Sono generalmente una popolazione poco amata, che viene indicata con nomignoli dispregiativi quali "mangiatori di rane", "abitatori delle paludi" e "diavoli delle paludi" dalla maggior parte degli abitanti dei Sette Regni, che li considera dei codardi per le loro tecniche di battaglia, basate sui veleni e gli attacchi a sorpresa.[1][3][4]

Alcune persone sostengono che i crannogmen sono di bassa statura perché discendenti da matrimoni misti con i Figli della Foresta, mentre altri attribuiscono questa caratteristica alla denutrizione e alla dieta povera.[5]


Storia

Ci sono delle leggende secondo le quali i crannogmen hanno vissuto a stretto contatto con i Figli della Foresta nei giorni in cui i veggenti verdi hanno cercato di scatenare il potere del Martello delle Acque sull'Incollatura.[6] I Crannogmen e i loro Re delle Paludi hanno dominato Moat Cailin e respinto gli invasori dal sud.[7] Hanno giurato fedeltà alla Casa Stark di Grande Inverno migliaia di anni fa, quando re Rickard Stark ha ucciso l'ultimo re delle paludi e ne ha preso la figlia in moglie.[5]

I Crannogmen sono ora dominati dalla Casa Reed di Torre delle Acque Grigie. Tra le altre famiglie nobili vi sono i Fenn, i Peat, i Boggs, i Cray, i Quagg, i Greengood e i Blackmyre.[4]

Howland Reed, attuale lord della Casa Reed, è stato uno dei compagni di lord Eddard Stark durante lo Scontro alla Torre della Gioia e l'unico, insieme allo stesso lord, ad essere sopravvissuto alla battaglia.[1]

Da sei secoli, i crannogmen hanno un contenzioso aperto con la Casa Frey, i cui domini si trovano appena a sud, nell'area settentrionale delle Terre dei Fiumi.


Eventi recenti

Il gioco del trono

Dopo aver lasciato Moat Cailin ed essere partito alla volta del Sud, Robb Stark ordina a Howland Reed, amico di lunga data di lord Eddard Stark, di fermare ogni Lannister che cerca di superare le rovine per dirigersi a nord.[8]


Lo scontro dei re

Impossibilitato a recarsi a Grande Inverno per la Festa del Raccolto, lord Howland Reed manda i figli Meera e Jojen Reed.[1] Jojen, che possiede il dono della vista verde, avverte i poteri di Bran Stark e spiega che è arrivato per aiutarlo a fare chiarezza.

Victarion Greyjoy, su ordine di suo fratello Balon, conquista Moat Cailin, bloccando Robb Stark e il suo esercito a sud.[9] Dopo la conquista di Grande Inverno da parte di Theon Greyjoy, Maestro Luwin ricorda al giovane che il Moat Cailin si trova ai bordi delle paludi e che Howland Reed potrebbe rendere l’occupazione di suo zio un inferno se volesse. Finché Theon tiene Meera e Jojen Reed prigionieri, però, i crannogmen hanno le mani legate.[6]


Tempesta di spade

Meera e Jojen Reed partono insieme a Bran Stark alla volta dei territori oltre la Barriera.[2]

Dopo aver saputo dell'improvvisa morte di Balon Greyjoy e del ritorno a Pyke di Euron Greyjoy, Robb Stark si aspetta che Victarion lasci presto Moat Cailin. Dà quindi ordine a Maege Mormont e Galbart Glover di trovare Howland Reed e prepararsi a riconquistare Moat Cailin, per poi puntare verso Grande Inverno.[10]


Il banchetto dei corvi

Ormai tornato alle Isole di Ferro, Victarion Greyjoy ricorda quando sia stato difficile e insidioso difendere Moat Cailin dai crannogmen, le cui frecce avvelenate potevano uccidere un uomo anche solo sfiorandolo.[3]


La danza dei draghi

Meera e Jojen Reed continuano il loro viaggio verso nord, fino a trovare la Caverna del Corvo con Tre Occhi[11], dove rimangono insieme a Bran Stark.[12]

Su ordine di Ramsay Bolton, Theon Greyjoy raggiunge Moat Cailin per offrire la resa agli uomini di ferro rimasti e ormai esausti dalla continua minaccia dei crannogmen. Sebbene non attacchino gli uomini dei Bolton presenti durante l'Assedio di Moat Cailin, i crannogmen non si sono espressi apertamente sulla loro fedeltà ai nuovi Protettori del Nord.[4]


Citazioni sui crannogmen

Ho mandato un messaggio a Howland Reed, il vecchio amico di mio padre, alla Torre delle Acque Grigie. Se i Lannister risalgono l'Incollatura, la gente dei laghi li combatterà palmo a palmo.
Robb Stark a Catelyn Tully[8]


La gente del fango conosce tutti i trucchi. Non combattono in modo leale: si nascondono e usano frecce avvelenate. Tu non li vedi mai, ma loro ti vedono sempre. Quelli che entrano nelle paludi dell'Incollatura per inseguirli non tornano fuori più.
Piccolo Walder Frey a Theon Greyjoy[6]


Nelle nostre paludi, sulle nostre palafitte, noi viviamo più vicino al verde, e ricordiamo. Terra e acqua, suolo e pietra, querce e olmi e salici esistevano ben prima di noi e continueranno a esistere quando noi ce ne saremo andati.
Jojen Reed a Bran Stark[12]



Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti