Daenerys Targaryen (figlia di Aegon IV)

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
561px-House Targaryen crest.PNG
Daenerys Targaryen
462px-House Martell.PNG
Daenerys daughter of Aegon.jpg
by Uno Piyo

Titoli

Principessa

Affiliazione

Casa Targaryen
Casa Martell

Cultura

Terre della Corona

Nata

nel 176 CA[1]

Coniuge

Principe Maron Martell

Libri

Il mondo del ghiaccio e del fuoco - Menzionata
La spada giurata - Menzionata
La danza dei draghi - Menzionata
The Winds of Winter - Menzionata

Diversi articoli hanno lo stesso nome dell'articolo che stai leggendo! Visita la pagina di disambiguazione per visualizzarli. Disambig.png


La principessa Daenerys Targaryen è la figlia di re Aegon IV Targaryen e sua moglie Naerys Targaryen. Daenerys, figlia di re Aerys II e della regina Rhaella è stata chiamata così in suo onore.[2]


Indice


Storia

Daenerys è nata nel 172 CA, molto tempo dopo suo fratello maggiore, Daeron II Targaryen, tanto che Dareon alla sua nascita è già sposato e con un figlio, Baelor.[3] Il fratello gemello di Daenerys è invece nato morto e la madre, la regina Naerys, è quasi morta di parto, ma poi si è ripresa. [4]

Il suo fidanzamento con il principe di Dorne, Maron Martell, viene organizzato da suo fratello Daeron come parte del trattato che avrebbe portato Dorne nei Sette Regni. [5] Daenerys ama però Daemon Blackfyre e si dice che il motivo principale per cui Daemon dia il via a una ribellione sia proprio perché Daenerys gli è stata negata.[6] Bisogna però sottolineare che Daemon ha avviato la sua ribellione otto anni dopo il matrimonio di Daenerys, che sembra non aver mai pianto la sua mancata unione con il fratellastro. Inoltre, a quell'epoca Daemon ha già nove figli, così come Daenerys ha già dato degli eredi a Maron. [7]

Daenerys e il principe Maron si sono sposati ad Approdo del Re nel 187 CA e, dopo la cerimonia, il principe e re Daeron II omaggiano la statua di re Baelor I Targaryen, che in passato era riuscito a stipulare la pace con Dorne (con il matrimonio del re e della principessa Myriah Martell, sorella di Maron). Si tiene un torneo per celebrare il matrimonio vinto dal principe Baelor Targaryen che si guadagna il soprannome di "Lancia Spezzata" e sconfigge, tra gli altri, lo stesso Daemon nella giostra finale. [7]

Secondo George R. R. Martin:

Nonostante Daemon e Daenerys si amassero, il fratello di lei, re Daeron il Buono, era più interessato alle questioni politiche piuttosto che a quelle di cuore. Ci sono stati anni di lotte con Dorne e non si è riusciti né a incorporarlo nei Sette Regni, né a impedire ai dorniani di attaccare il regno. Il re ha quindi capito che la violenza ha fallito, ma un matrimonio avrebbe potuto porre fine alle ostilità e ha utilizzato la sorella per forgiare un'alleanza con Dorne. è un matrimonio politico, puro e semplice, un matrimonio di convenienza per garantire l'unione tra Dorne e i Sette Regni. Inoltre, preferisce dare la sorella al principe di Dorne piuttosto che a un fratello bastardo con il quale ha già avuto qualche scontro in passato e che molti vedono come un legittimo pretendente al trono o un legittimo re. Il matrimonio è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e ha contribuito a far diventare Daeron il primo pretendente Blackfyre.
[8]


Nel 197 CA, l'anno dopo la fine della ribellione, viene celebrato il matrimonio e Dorne entra formalmente nei Sette Regni.

Dopo il fallimento e la morte di Daemon, Maron Martell fa costruire i Giardini dell'Acqua per la sua nuova moglie, un luogo meraviglioso in marmo colorato, con vasche e alberi. I figli di Daenerys e quelli dei nobili giocano insieme nei giardini: un giorno, quando il sole è particolarmente caldo, Daenerys prova pena per i figli dei servi e delle guardie, così li invita a giocare nelle vasche con i figli dei nobili, dando il via a una tradizione tuttora osservata a Dorne.

A Lancia del Sole si trova un ritratto della principessa. [9]


Eventi recenti

La danza dei draghi

Mentre si trova alla taverna Anguilla Pigra a Porto Bianco, Davos Seaworth sente gli altri avventori parlare dei Targaryen e della figlia del re folle, ma nessuno dei presenti è sicuro del nome della ragazza. Davos dice che si chiama Daenerys e che deve il suo nome alla principessa che ha sposato il principe di Dorne durante il regno di Daeron II.[2]

A Meereen, il principe Quentyn Martell dice alla regina Daenerys che può far risalire la sua ascendenza alla prima Daenerys, la principessa Targaryen sorella di re Daeron il Buono e moglie del principe di Dorne. Dice che re Daeron ha fatto costruire i Giardini dell'Acqua per Daenerys, ma la regina non ha mai sentito parlare di quel luogo. Mentre ritornano dalla Fossa dei Draghi, Daenerys chiede a Quentyn di parlarle della sua omonima, quest'altra Daenerys, e confessa di sapere ben poco sulla storia del regno di suo padre poiché non ha mai avuto un maestro che gliela insegnasse.[10]


The Winds of Winter

Arianne Martell ricorda che da piccola passava ore a guardare il ritratto della principessa Daenerys appeso a Lancia del Sole, quando ancora era una ragazzina grassottella dal petto piatto sulla soglia della pubertà che pregava gli dei ogni notte di renderla carina come Daenerys.[9]


Citazione di Daenerys

Ecco il tuo reame. Ricordati di loro, in tutto ciò che fai.
Daenerys al proprio figlio ed erede, parlando dei bambini ai Giardini dell'Acqua [11]



Citazioni su Daenerys

L'intero reame sa che la fanciulla amava, riamata, Daemon Blackfyre, il fratello bastardo di Daeron, ma il re fu abbastanza saggio da capire che il bene a gente deve venire prima dei desideri di due persone, per quanto a lui molto care.
Il principe Doran Martell a ser Balon Swann [11]


Daemon Blackfyre amava la prima Daenerys, e quando gli fu negata, iniziò una ribellione.
Ser Barristan Selmy [12]


Centinaia di anni fa, Daenerys Targaryen è giunta a Dorne per portare la pace. Ora un'altra arriva per portare la guerra.
Arianne Martell [9]


Che Daenerys abbia amato Daemon, come sostennero in seguito coloro i quali si sollevarono per il Drago Nero, nessuno può dirlo per certo. Negli anni a seguire, Daenerys si limitò a essere una moglie fedele per il principe Maron, e se anche rimpiangesse Daemon Blackfye, non lo lasciò a intendere.
Maestro Yandel [7]



Famiglia

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aegon II
 
Helaena
 
Aemond
 
Daeron
 
Rhaenyra
 
Daemon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Jaehaerys
 
Maelor
 
Jaehaera
 
Aegon III
 
Daenaera
Velaryon
 
 
 
 
 
Viserys II
 
Larra
Rogare
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Daeron I
 
Rhaena
 
 
Elaena
 
Alyn
Velaryon
 
Baelor I
 
Daena
 
Aegon IV
 
Naerys
 
Aemon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ossifer
Plumm
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Jeyne
Waters
 
Jon
Waters
 
 
Daemon
Blackfyre
 
Daeron II
 
Daenerys
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Viserys
Plumm
 
 
 
Michael
Manwoody
 
 
Ronnel
Penrose
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Robin
Penrose
 
Laena
Penrose
 
Jocelyn
Penrose
 
Joy
Penrose
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 



Fonti e Note

  1. Daenerys Targaryen (figlia di Aegon IV)
  2. 2,0 2,1 La danza dei draghi, Capitolo 15, Davos.
  3. Il mondo del ghiaccio e del fuoco, Viserys II
  4. Il mondo del ghiaccio e del fuoco, le nove amanti di Aegon IV il Mediocre
  5. Targaryen History (April 20, 2008) So Spake Martin
  6. La spada giurata
  7. 7,0 7,1 7,2 Il mondo del ghiaccio e del fuoco, Daeron II
  8. So Spake Martin. Asshai.com Interview in Barcelona July 28, 2012.
  9. 9,0 9,1 9,2 The Winds of Winter
  10. La danza dei draghi, Capitolo 50, Daenerys.
  11. 11,0 11,1 La danza dei draghi, Capitolo 38, L'Osservatore (Areo I)).
  12. La danza dei draghi, Capitolo 67, Il Distruttore di Re (Barristan III).
Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti