Continente Orientale

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
(Reindirizzamento da Essos)
Il Continente Orientale

Il Continente Orientale (Essos in lingua originale) è il più vasto dei quattro continenti nel mondo conosciuto: è situato a est del Continente Occidentale, a nord di Sothoryos e Ulthos e si estende dal Mare dei Brividi a nord, al Mare dell'Estate a sud e dal Mare Stretto a ovest fino a circondare le terre affacciate sul Mare di Giada a est, probabilmente spingendosi ancora più a oriente. Il continente è abitato da molte popolazioni diverse e presenta un'ampia varietà geografica.

Nei romanzi de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco viene semplicemente chiamato continente orientale, oltre il mare Stretto o l'est. L'autore George R.R. Martin ha usato per la prima volta il nome Essos in un'intervista a metà del 2008 [1] e ha poi confermato il nome. L'appendice in lingua originale de La danza dei draghi si riferisce ufficialmente al continente a est del Mare Stretto come “Essos”.


Indice

Geografia

Il Continente Orientale ha approssimativamente le dimensioni dell'Eurasia, con simili estensioni latitudinali e longitudinali. È molto più vasto del Continente Occidentale, nonostante la sua grandezza sia sconosciuta, dato che tuttora non esiste ancora una mappa dell'intero continente. La costa settentrionale della terraferma è separata dalla cappa glaciale dal Mare dei Brividi. A sud, oltre il Mare dell'Estate, si trova il continente di Sothoryos, mai mappato. Nell'estremo oriente, oltre al Mare di Giada, si trovano Asshai, Yi Ti e la misteriosa regione detta Terre delle Ombre. A sud delle Terre delle Ombre è situato il continente di Ulthos. [2]

La geografia e il clima del Continente Orientale variano molto di zona in zona. Essendo separato dalla cappa polare delle Terre dell'Eterno Inverno e situato più a sud, gli inverni nel continente sono meno rigidi di quelli del Continente Occidentale.

La costa occidentale sembra godere di un clima temperato nel nord, che diventa più caldo e secco procedendo verso sud: la zona è caratterizzata da colline verdi ondeggianti, dalla vasta Foresta di Qohor e da grandi arcipelaghi, come quelli di Braavos e Lys. La parte centrale del continente è occupata dalle praterie del Mare Dothraki e, a est dall'arido deserto di sabbia rossa conosciuto con il nome di Desolazione Rossa, dove non cresce nulla. Oltre il deserto, la città di Qarth è situata accanto alle Porte di Giada che portano al Mare omonimo. Nella zona meridionale dominano colline ondeggianti secche e un clima mediterraneo, la costa si affaccia sul Mare dell'Estate e collega Volantis alla penisola di Valyria e al grande golfo chiamato Baia degli Schiavisti. Il Continente Orientale è dominato dalle Montagne delle Ossa e dal Krazaaj Zasqa, delle catene montuose che separano longitudinalmente la metà occidentale, più conosciuta dagli abitanti del Continente Occidentale, da quella orientale, più esotica e meno conosciuta.


Regioni

Il Continente Orientale è diviso in più regioni, ciascuna delle quali ospita un distinto gruppo etnico.


Le Città Libere

Articolo principale: Città Libere

Le Città Libere sono nove città-stato indipendenti situate sulla costa occidentale del continente. Sette sono città costiere (Braavos, Pentos, Myr e Volantis) o porti insulari (Lorath, Tyrosh e Lys) affacciati sul Mare Stretto, mentre due (Norvos e Qohor) sono situate nell'entroterra. Ad eccezione di Braavos, fondata da schiavi fuggiti, le altre otto sono ex colonie dello scomparso Freehold di Valyria, per questo motivo mantengono ancora alcuni dei suoi elementi culturali. Dal punto di vista commerciale e mercantile, le Città Libere sono più sviluppare di quelle del Continente Occidentale, anche di Approdo del Re. Ognuna di esse controlla una parte di territorio che la circonda, tra cui villaggi e città più piccole. La regione delle Città Libere si estende dalla costa occidentale alla Foresta di Qohor e al grande fiume Rhoyne a est, che la separa dal Mare Dothraki e dal Regno di Sarnor.

Nella zona nordoccidentale della regione, tra Braavos e Pentos, si trovano le colline di Andalos, l'antica patria degli Andali e, secondo le leggende, il luogo d'origine del Culto dei Sette Dèi.


Regno di Sarnor

Articolo principale: Regno di Sarnor

A est della Foresta di Qohor e nord del Mare Dothraki si trovano le praterie del Regno di Sarnor, alimentate dal grande fiume Sarne e dai suoi tributari. La maggior parte del regno è stata distrutta e lasciata in rovina dai Dothraki. [3]


Mare Dothraki

Articolo principale: Mare Dothraki

A est della Foresta di Qohor e di Sarnor, l'ampia prateria chiamata Mare Dothraki copre gran parte dell'entroterra del Continente Orientale. In questa regione vivono i Dothraki, un'etnia di guerrieri nomadi dalla carnagione color rame con una loro lingua e una cultura equestre unica nel mondo. Sebbene i Dothraki non siano mercanti, le loro razzie di schiavi sono il motore dell'economia dell'intero continente. All'interno e nelle vicinanze del Mare Dothraki si trovano numerose città in rovina di culture più antiche.


Mare dei Brividi

Articolo principale: Mare dei Brividi

A nord del Mare Dothraki, lungo le coste del Mare dei Brividi, si trovano il Regno di Sarnor, Omber e il boscoso Regno dell'Ifequevron. A nord del continente si trova l'isola di Ibben.


Penisola di Valyria

Articolo principale: Penisola di Valyria

La penisola di Valyria è un'ampia striscia di terra che parte dalla costa meridionale del continente e si getta nel Mare dell'Estate. In passato era il cuore del Freehold di Valyria e regione in cui era situata l'omonima città, è stata parzialmente distrutta dal Disastro di Valyria, che ha dato origine a numerose isole, inondato le zone più basse e ridotto la città a una rovina. La penisola e il Mare Fumante che la circonda sono considerate zone infestate da demoni e piene di fumi velenosi. Coloro che partono alla volta di Valyria per esplorare le rovine o alla ricerca di tesori non fanno ritorno, salvo poche eccezioni.


Baia degli Schiavisi e Ghiscar

Articoli principali: Baia degli Schiavisti, Ghiscar

A sud del Mare Dothraki, a est di Valyria e a ovest di Lhazar si trovano la Baia degli Schiavisti e Ghiscar. All'interno della regione si trovano molte piccole città-stato e le tre grandi città portuali degli schiavisti, Astapor, Yunkai e Meereen. Queste città sono state costruite sulle rovine della Vecchia Ghis e dell'Impero di Ghis, un antico rivale del Freehold di Valyria, da cui è stato distrutto e sostituito migliaia di anni or sono. Le città degli schiavisti sono ancora collegate alle Città Libere dalle Strade Valyriane. La città di Nuova Ghis si trova su un'isola a sud di Ghiscar, ma nei romanzi non si parla molto di questo centro. Il fiume più grande della regione è lo Skahazadhan.


Lhazar

Articolo principale:Lhazar

Lhazar è situato a sudest del Mare Dothraki e a nordest della Baia degli Schiavisti. Si tratta di un territorio semi-arido che comprende pascoli e colline abitato dai Lhazareen, una popolazione di pastori che i Dothraki considerano facili bersagli e buoni schiavi: li chiamano haesh rakhi (“uomini agnello”).


Qarth

Articolo principale: Qarth

Qarth è un'antica città situata nell'estremo oriente oltre la Desolazione Rossa, sulle coste del Mare di Giada. È la patria di stregoni e principi mercanti. Grazie alla sua posizione sulle Porte di Giada è la porta d'accesso di commercio e culture tra est e ovest (come le Città Libere e la Baia degli Schiavisti) e luoghi ancora più a est (come Asshai, le Terre delle Ombre e Yi Ti). Gli abitanti di Qarth, stracolmi di ricchezze e orgogliosi dei loro modi sofisticati, si intrattengono con intrighi infiniti tra le molte potenti fazioni della loro società.

A sud di Qarth si trova la grande isola di Grande Moraq, situata tra il Mare dell'Estate e il Mare di Giada.


Estremo oriente

Si sa molto poco dei territori a est delle Montagne delle Ossa e del Krazaaj Zasqa. La regione meridionale lungo il Mare di Giada comprende Yi Ti, Asshai e le Terre delle Ombre. A nord di Yi Ti vi sono le città commerciali che circondano il Grande Mare di Sabbia, così come le Pianure di Jogos Nhai. Proseguendo verso oriente si trovano luoghi ancora più esotici, le Migliaia di Isole nel Mare dei Brividi, Mossovy, la Desolazione Grigia, la Terra dei Shryke, le Montagne del Mattino, le Città degli Uomini senza Sangue, il Mare Nascosto con Carcosa e la Città degli Uomini Alati, i Cinque Forti ecc.


Popolazione

Il Continente Orientale è patria di una varietà culturale più ampia e diversificata rispetto a quella del Continente Occidentale: le popolazioni discendono da antiche culture che comprendono Andali, Rhoynar, popoli di Vecchia Ghis e del Freehold di Valyria. A differenza del Continente Occidentale, unificato nei Sette Regni, il Continente Orientale è diviso in molte regioni sovrane e città-stato e non presenta una potenza dominante da quando il Freehold di Valyria è crollato, quattro secoli or sono. Le popolazioni del continente includono:

Tra le popolazioni sterminate o estinte vi sono i sarnori e gli ifequevron. La maggior parte dei Rhoynar ha invece lasciato la Rhoyne, stabilendosi a Dorne, nel Continente Occidentale.


Fonti e note

  1. The Citadel. "Asshai.com Forum Chat" (July 27, 2008) So Spake Martin
  2. The Lands of Ice and Fire
  3. A World of Ice and Fire


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti