Età degli Eroi

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.

L'Età degli Eroi è un periodo della storia del Continente Occidentale che deve il suo nome all'alto numero di grandi uomini e donne che vi hanno vissuto. Si tratta di un'era di pace che fa seguito all'armistizio fra i Primi Uomini ed i Figli della Foresta.[1]

Molte nobili casate possono far risalire le loro origini all'Età degli Eroi grazie alle innumerevoli canzoni e leggende che parlano di quest'era, un periodo nebuloso, avvolto nelle nebbie del mistero, che consta più di miti che di fatti realmente documentabili.[2]


Storia

L'Età degli Eroi si apre con il suggello del Patto dell'Isola dei Volti, che pone fine alla Guerra dei Primi Uomini e dei Figli della Foresta. La pace viene mantenuta per circa quattromila anni.[3] In questo periodo, centinaia di regni sorgono per poi crollare e lasciare il posto ad altri, che crolleranno a loro volta.[1]

L'Età degli Eroi è il tempo in cui le tradizioni dei Primi Uomini mettono radici, mescolandosi all'eredità dei Figli della Foresta. Simili costumi sono ancora osservati dai lord del Nord, i quali hanno nelle vene sangue dei Primi Uomini. Le sacre leggi dell'ospitlaità e l'obbligo di eseguire personalmente una condanna a morte quando si emette una sentenza derivano dagli antenati degli uomini del Nord. All'Età degli Eroi risale inoltre la costruzione della Barriera.[1]

Re ed eroi leggendari fanno la loro apparizione in questo periodo storico. I più celebri sono:

Nobili casate minori i cui membri discendono dall'Età degli Eroi includono i Blackwood[7], i Bracken[7] e i Darklyn.[8] Si racconta che, nel corso di quest'era, i Bolton abbiano scuoiato gli Stark fabbricandosi mantelli di pelle umana.[9] Altre storie raccontano di una dozzina di eserciti che si sono sfracellati contro la Porta Insanguinata[10] e di come la voliera della Cittadella fosse la roccaforte di un lord pirata.[11]

Nell'era in questione, molto viene conquistato e costruito. Naturalmente, ciò ha un prezzo molto elevato: nel cuore dell'Età degli Eroi, il continente è sorpreso dal più lungo e rigido degli inverni, la Lunga Notte, che determina l'arrivo degli Estranei. In tale era funesta, ogni anno, i Figli della Foresta equipaggiano i Guardiani della Notte con un centinaio di pugnali d'ossidiana.[12]


Citazioni

I Primi Uomini ci hanno lasciato solamente rune incise sulla pietra, per cui tutto quello che pensiamo di sapere sull'Età degli Eroi, sul Tempo dell'Alba e sulla Lunga Notte si basa su resoconti scritti dai septon migliaia di anni dopo. Alla Cittadella, ci sono arcimaestri che mettono in dubbio tutto questo. Quelle storie antiche sono piene di re che hanno regnato per secoli, e di cavalieri che percorrevano la terra migliaia di anni prima di diventare cavalieri.[12]
Samwell Tarly rivolto a Jon Snow



Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti