Età dell'Alba

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.

L'Età dell'Alba o 'Tempo dell'Alba è il periodo storico di durata imprecisata in cui i Primi Uomini giungono da oriente colonizzando l'occidente.[1][2] Si fa formalmente coincidere con il tempo d'inizio del mondo, l'era in cui gli uomini non conoscono ancora le lettere e della quale non si hanno, perciò, testimonianze scritte.[3]

I più antichi abitanti del Continente Occidentale a noi noti sono le misteriose e piccole creature chiamate Figli della Foresta, dotate di numerose abilità e di poteri soprannaturali. Un'altra razza stanziata nell'occidente sin da prima degli umani è rappresentata, probabilmente, dai giganti. I Figli della Foresta venerano gli dèi senza nome dei boschi, della pietra e delle acque.[1] Non si sa da quanto tempo essi vivano indisturbati nel continente prima dell'avvento dei Primi Uomini, né da dove provengano esattamente. L'unica data certa che si può far risalire a questo popolo riguarda proprio l'arrivo degli umani dal Continente Orientale, ovvero circa 12.000 anni or sono.[1]

I Primi Uomini raggiungono l'occidente attraversando l'odierna Dorne grazie alla striscia di terra che un tempo collegava i due continenti (il Braccio di Dorne). Portano armi di bronzo e scudi di cuoio bollito, marciano a migliaia, conquistando le terre da loro toccate e spingendosi sempre più a nord. Superata l'Incollatura e penetrati nella vasta area che oggi prende il nome di Nord, essi si scontrano con i Figli della Foresta che, adiratisi di fronte alla distruzione degli alberi a loro sacri e delle loro terre, imbracciano le armi.[4]

Si racconta che la guerra fra i Primi Uomini ed i Figli della Foresta si protragga per ben duemila anni. Sebbene questi ultimi si battano con coraggio e ferocia, le sorti del conflitto vanno a favore degli umani, più grandi, forti e robusti, nonché dotati di armi all'avanguardia. Sembra che, in un vano tentativo di arrestare l'invasione, i Figli della Foresta abbiano ricorso alla magia disintegrando il Braccio di Dorne, che da allora ha preso il nome di "Braccio Spezzato". Infine, i saggi del popolo degli alberi concludono un accordo di pace sull'Isola dei Volti, segnando così l'esaurirsi dell'Età dell'Alba e l'inizio dell'Età degli Eroi.[4]


Citazioni

I trattati storici più antichi che abbiamo qui sono stati scritti quando gli Andali invasero il continente occidentale. I Primi Uomini ci hanno lasciato solamente rune incise sulla pietra, per cui tutto quello che pensiamo di sapere sull'Età degli Eroi, sul Tempo dell'Alba e sulla Lunga Notte si basa su resoconti scritti dai septon migliaia di anni dopo. Alla Cittadella, ci sono arcimaestri che mettono in dubbio tutto questo.[5]
Samwell Tarly rivolto a Jon Snow



Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti