Gared

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Guardianinotte.png
Gared
Guardianinotte.png
Gared.jpg
Art by InfernalFinn

Affiliazione

Guardiani della Notte (precedentemente) [1] [2]

Nato

nel o tra il 231 CA e il 246 CA

Morto

nel 297 CA nel Nord

Libri

Il trono di spade – appare
Lo scontro dei re – menzionato

Serie TV

Stagione 1

Interpretato da

Dermot Keaney

Gared è un membro dei Guardiani della Notte. Sono sue le prime parole dell'intera saga. Nella serie tv è interpretato da Dermot Keaney.


Indice

Aspetto e carattere

Gared ha superato i cinquant'anni: ha perso entrambe le orecchie, tre dita del piede e il mignolo della mano sinistra a causa del freddo. [1] È vecchio e macilento. [2] Gared è considerato un ranger molto esperto. [3]


Storia

Gared (Dermont Keaney) nella serie tv

Gared è entrato nei Guardiani della Notte da ragazzo ed è stato un ranger per quarant'anni. Quando un inverno gli si sono congelate le orecchie, Maestro Aemon ha dovuto tagliargliele. Ha preso in giro ser Waymar Royce per i suoi begli abiti da nobiluomo e la sua inesperienza. [1]

Poco prima dell'inizio della saga, Garen viene mandato dal lord comandante Jeor Mormont in missione nella Foresta Stregata, all'inseguimento di una banda di predoni del Popolo Libero. Insieme a lui ci sono ser Waymar e Will. Mormont assegna il comando della spedizione a ser Waymar, nonostante sia il meno esperto dei tre, mentre Gared e Will sono tra i membri migliori dell'ordine. Per ser Waymar però è una scelta ovvia affidare a lui il comando, in quanto è l'unico che può fregiarsi del titolo di cavaliere e il lord comandante gli assegna l'incarico per non offendere il padre di Waymar. [3]

Inseguono i bruti per nove giorni, andando prima a nord, poi nordest, poi ancora a nord. Fa sempre più freddo e il nono giorno Will è sempre più agitato e sente come se qualcosa di freddo e inesorabile lo stesse guardando. Riescono finalmente a raggiungere i bruti il nono giorno: Will si intrufola nel loro accampamento per raccogliere informazioni e vede otto persone, donne e uomini, ma nessun segno di movimenti per molto tempo. Torna quindi da ser Waymar e Gared dicendo che i bruti sono morti, probabilmente di freddo. [1]


Eventi recenti

Il trono di spade

Gared, Will e ser Waymar Royce si trovano vicino all'accampamento dei bruti che stavano seguendo e discutono sul da farsi. Gared cerca di convincere ser Waymar a tornare alla Barriera, ma senza successo: ser Waymar fa notare che è strano che un gruppo di otto bruti adulti muoia congelato quando la Barriera stessa si sta sciogliendo. I tre uomini partono quindi alla ricerca dei cadaveri per scoprire cosa li ha uccisi. Mentre si avvicinano all'accampamento si fa notte e sorge la mezzaluna. Gared dice di sentire che c'è qualcosa che non va, ma ser Waymar lo ignora e lo prende ripetutamente in giro, facendo arrabbiare sempre di più Gared. [1]

Ser Waymar ordina a Gared di tenere i cavalli mentre lui e Will percorrono l'ultimo tratto a piedi. Gared vuole accendere un fuoco, sostenendo che terrà lontano alcuni nemici, ma tutto ciò che ottiene è un aspro rimprovero da parte di ser Waymar, che gli da dello stupido. Riluttante, Gared obbedisce. All'accampamento, Will e ser Waymar non riescono a trovare i corpi: Will sale su un albero per guardarsi intorno ed entrambi si accorgono che si sta facendo sempre più freddo. All'improvviso ser Waymar viene ucciso dagli Estranei. Will rimane sull'albero fino a quando i mostri non si allontanano, ma una volta sceso viene attaccato e strangolato da ser Waymar, diventato un non-morto. [1]

Non si sa di preciso cosa abbia visto Gared, ma sembra che scappi verso sud terrorizzato. Non si riunisce ai suoi fratelli a Castello Nero e viene così dichiarato un disertore. Gared viene arrestato a sud della Barriera, fuori da un piccolo fortino nelle colline vicine a Grande Inverno. È esausto e sconvolto. Più tardi viene interrogato da lord Eddard Stark: sono presenti anche Bran e Robb Stark, Jon Snow, Theon Greyjoy, Jory Cassel, Desmond, Tomard, Hullen e Harwin. Gared è mezzo pazzo e le parole di lord Eddard non hanno alcun effetto. [2] [4][5]

Per aver disertato, Gared viene condannato a morte da lord Eddard, che lo decapita di persona con un colpo di Ghiaccio, la sua spada lunga, rispettando così le tradizioni dei Primi Uomini. È il quarto disertore che lord Eddard uccide dall'inizio dell'anno. Dopo l'esecuzione, Theon ride e tira un calcio alla testa di Gared quando questa gli arriva vicino ai piedi, gesto disapprovato da Jon. Lord Eddard pensa che Gared si sia comportato bene prima di morire e Robb gli riconosce un certo coraggio in quel momento, mentre Jon non è d'accordo e crede che quello non fosse coraggio, sottolineando che Gared era già morto di paura. [2] [4] Lord Eddard manda poi la testa di Gared al lord comandante dei Guardiani della Notte, Jeor Mormont. [3]

Mentre lord Mormont racconta a Tyrion Lannister della situazione alla Barriera per avere aiuto, parla della spedizione in cui sono scomparsi ser Waymar e Will. Si pente di aver dato il comando a qualcuno di inesperto come ser Waymar, dandosi dello stupido per aver fatto quella scelta. Aggiunge che Gared viveva alla Barriera da più tempo di lui e che non avrebbe mai creduto che l'uomo avrebbe potuto disertare. Non ci sono notizie dei due dispersi: Mormont ha mandato Benjen Stark a cercarli, ma neppure Benjen è tornato e non c'è nessuno che possa andare a cercarlo. [3]


Adattamenti

Nella serie televisiva i ruoli di Gared e Will sono invertiti. Gared viene decapitato da un Estraneo, mentre Will fugge verso sud fino a quando viene catturato e ucciso. Gared è interpretato da Dermot Keaney.[6]


Citazioni di Gared

Meglio rientrare. I bruti sono morti.
Le prime parole della saga [1]


Tutti parlano di manti di neve spessi quaranta piedi, del vento glaciale che soffia da nord, ma è il freddo il vero nemico.
[1]



Citazioni su Gared

Il disgraziato era come pazzo. Qualcosa...qualcosa gli ha messo dentro un terrore così profondo che le mie parole non sono state neppure in grado di raggiungerlo.
Eddard Stark a Catelyn Tully [4]



Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti