Mander

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
La posizione del Mander nell'Altopiano

Il Mander è il fiume più grande dell'Altopiano. Ampio e dalle forti correnti, è però un corso d'acqua lento, pieno di banchi di sabbia in grado di intrappolare le navi incaute.[1][2] Alcuni dicono che debba il suo nome alla Casa Manderly.[3]


Indice

Geografia

Le rive del Mander © FFG

Le sorgenti del Mander si trovano nelle colline vicino a Tumbleton, nella zona nordorientale dell'Altopiano, non molto lontano da Approdo del Re. Scorrendo in direzione sudovest supera Ponte Amaro,[1] incontra il Blueburn vicino a Lunga Tavola e poi il Cockleswhent vicino a Sala dei Cedri. Vicino ad Alto Giardino, il Mander incontra un altro fiume di cui ancora non si conosce il nome, proveniente da Goldengrove. Superato il seggio della Casa Tyrell, il Mander prosegue verso ovest e sfocia in una baia affacciata sul Mare del Tramonto, nei pressi delle Isole Scudo.

Il tratto superiore del Mander è fangoso e tortuoso e solo imbarcazioni vuote riescono a risalire fino a Ponte Amaro. Nell'avvicinarsi ad Alto Giardino, le acque migliorano, diventando più calme e più pulite, e permettono la navigazione anche ai vascelli marittimi.[2][4]


Storia

In passato gli Uomini di Ferro si sono spinti fino a Ponte Amaro per compiere razzie. Durante il regno della Casa Gardener, i re dell'Altopiano hanno dato armi al popolino delle Isole Scudo, un arcipelago situato alla foce del fiume, affinché lo difendessero, impedissero agli incursori di avvicinarsi e avvisassero i difensori sulla terraferma del pericolo imminente.[2]

Un tempo i domini della Casa Manderly si trovavano sulle rive del Mander, ma sono stati cacciati dai Gardener al termine di quella che sembra essere stata una lotta per il dominio della regione, vinta dai Gardener.[5][6][7]

Nell'attraversare il Mander durante la Ribellione dei Blackfyre, ser Quentyn Ball massacra tutti i figli di lady Penrose, risparmiando solo l'ultimogenito per fare un favore alla donna.

Durante la Ribellione di Robert Baratheon la flotta dei Greyjoy si scontra con gli abitanti delle Isole Scudo nella la Battaglia del Mander, svoltasi sulla foce del fiume. Lord Quellon Greyjoy muore nella battaglia, vinta poi dai Greyjoy, che però subiscono ingenti perdite.[8]


Eventi recenti

Il banchetto dei corvi

Gli Uomini di Ferro guidati da re Euron Greyjoy vincono la Battaglia delle Isole Scudo, aprendosi l'accesso al Mander.[2] Dopo la battaglia, le navi lunghe iniziano a girare liberamente in quella zona e in tutta l'area meridionale dell'Altopiano, saccheggiando villaggi e navi senza nessuno che riesca a opporsi.[9]


Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti