Roccia del Drago

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Roccia del Drago
800px-Crownlands.png

Posizione

Continente Occidentale Terre della Corona Baia delle Acque Nere

Governatori

Casa Baratheon (attuale) Casa Targaryen (passati)

Culto

Culto di R’hllor Fede nei Sette Dei (passata)

Fondazione

500 anni fa, dalla Casa Targaryen

Roccia del Drago è il nome dell’isola e della fortezza omonima situate all’entrata della Baia delle Acque Nere. Il castello, il quale è modellato in modo da somigliare a un drago di pietra, è l’insediamento originale della Casa Targaryen nel Continente Occidentale. Questi lo hanno colonizzato e fortificato come avamposto occidentale della Fortezza di Valyria. Dopo la conquista dei Sette Regni da parte dei Targaryen, l’isola viene utilizzata come insediamento dell’erede al trono, tale Principe di Roccia del Drago. Dopo la sconfitta della Casa Targaryen, Robert Baratheon dona l’isola a suo fratello Stannis, dando inizio alla Casa Baratheon di Roccia del Drago. Il castello viene spesso considerato macabro e oscuro. [1] [2]

Indice

L’isola di Roccia del Drago

Roccia del Drago è un isola vulcanica situata all’imboccatura della Baia delle Acque Nere. Entrambe sono state create da un vulcano attivo, il Monte del Drago. L’isola è umida e tetra, e il castello è una piccola fortezza situata sulla facciata del vulcano. Fuori dalle sue mura, nella costa tempestosa, vi è un piccolo villaggio di pescatori. Sotto Monte del Drago c’è anche un ricco deposito di Vetro di Drago (o Ossidiana) e dei vecchi tunnel nei quali è possibile trovare l’Ossidiana anche in grossi massi e blocchi. Gran parte di queste rocce si trovano in colore nero, ma esistono anche varietà rosse, verdi e spesso viola. [3] A causa delle diverse relazioni intessute tra lord e principi Targaryen con il popolino, molte persone risultano essere discendenti “non ufficiali” della dinastia. Queste persone sono note come Semi del Drago. A breve distanza dalla costa si trova l’isola di Driftmark, sede degli alfieri appartenenti alla Casa Velaryon, anch’essa di Valyria. Roccia del Drago, nonostante sia antica e forte, comanda solo alleanze con lord minori che controllano però isole troppo piccole a livello di popolazione per fornire grandi eserciti.

Il Castello di Roccia del Drago

il castello di Roccia del Drago nella serie tv HBO

L’antica fortezza di Roccia del Drago viene costruita con tecniche di costruzione che le conferiscono un aspetto unico rispetto al resto dei castelli del Continente Occidentale. Queste tecniche sono purtroppo andate perdute nel Disastro di Valyria. La cittadella di Roccia del Drago è interamente battuta in pietra nera (la “pietra dell’inferno”, secondo leggende antiche [4]), le sue torri sono lavorate in modo da conferire alla fortezza la forma di un drago e intorno a tre muri della corte si trovano mille gargoyles modellati in diverse forme, utilizzati al posto dei merli [4][5]. Quando Maestro Cressen viene per la prima volta a Roccia del Drago, questa “armata grottesca” non gli rende la permanenza piacevole, ma col passare del tempo ci si abitua. Con il sopraggiungere dell’età avanzata, inizia a credere che il cerbero e la viverna alti dodici piedi e situati sul suo balcone, siano vecchi amici. L’intera architettura del castello è basata sulla figura del Drago. Piccoli draghi incorniciano cancelli e artigli tengono le torce al muro. Un paio di gigantesche ali coprono l’armeria e la fucina, mentre archi e scale sono formate da code di drago. [6]

  • Il Tamburo di Pietra è la fortezza centrale di Roccia del Drago. Il nome gli viene attribuito a causa dei rumori e dei boati che risuonavano al suo interno durante le tempeste. Le celle nelle segrete sotto la cittadella sono più calde di quanto dovrebbero essere, ma l’umidità al loro interno è molto vicina alle aspettative. Si dice che esistano alberi e scale segrete che portano nel cuore del Monte del Drago. Il Tamburo di pietra è collegato alla torre delle segrete tramite un alto ponte di pietra che si staglia oltre il vuoto. [5]
  • La Sala del Tavolo Dipinto è situata all’ultimo piano del Tamburo di Pietra. È una sala circolare con quattro alte finestre rivolte a nord, sud, est ed ovest. Al suo interno vi è un enorme tavolo, plasmato e dipinto in modo da ottenere una mappa dettagliata del Continente. L’arredo è lungo più di cinquanta piedi, largo più o meno venticinque e spesso quattro. Precisamente nel punto in cui si trova Roccia Del Drago è posizionata una postazione rialzata che permette a chi è seduto di vedere interamente la mappa [5]. È qui che Aegon il Conquistatore pianifica l’invasione del Continente Occidentale. [7]
  • La Sala Grande è scolpita sul modello di un drago che giace sul ventre. Chiunque entri nella sala passa per il portale principale che rappresenterebbe la “bocca”. Le cucine somigliano a un drago raccolto su se stesso, con il fumo e il vapore dei forni che escono dalle sue narici. [6]
  • Il Giardino di Aegon è un cortile vicino all’arco della Coda del Drago. Lungo il suo perimetro crescono alberi altissimi e rose selvatiche [4]. Dei cespugli di mirtilli crescono a macchie paludose. Il Giardino ha un gradevole profumo di pino.
  • Torre del Drago Del Vento è una delle torri principali di Roccia del Drago. Ovviamente ha forma di un drago che si staglia contro il cielo, urlando minacciosamente. [6]
  • Torre del Drago Marino ha la forma di un drago pacifico che osserva il mare. Le stanze del Maestro si trovano in questo luogo, vicino alla voliera dei corvi. Le scale della torre sono strette e a chiocciola [6]. Per raggiungere la Sala del Tavolo Dipinto, si devono scendere le scale, attraversare una galleria, passare tra le mura centrali interne con gargoyle e neri cancelli di ferro e infine salire altrettanti scalini.
  • Il Tempio contiene statue della forma e dell’aspetto dei Sette Dei. La Vecchia ha occhi perlati, Il Padre una barba dorata e lo Sconosciuto sembra più animalesco che antropomorfo. Queste sono state create utilizzando gli alberi delle navi che condussero i primi Targaryen a Roccia del Drago. Nel corso dei secoli gli sono stati applicati molti strati di colore e vernice. Il Tempio possiede diversi altari e vetrate colorate. [8] Si dice che Aegon il Conquistatore si inginocchiò a pregare nel tempio di Roccia del Drago la notte prima di conquistare i Sette Regni. Non si sa se questa leggenda sia vera o falsa, poiché Aegon si converte pubblicamente solo quando raggiunge Vecchia Città durante l’invasione. Per questo motivo, si pensa che il tempio possa essere stato costruito solo dopo la sua conversione.
Il Giardino di Aegon. Fantasy Flight Games©

Storia

Colonizzazione da parte della Casa Targaryen

Circa un secolo prima del Disastro di Valyria, la Casa Targaryen, una famiglia nobile della Fortezza, prende possesso dell’isola e ci costruisce un castello, il quale diviene l’avamposto occidentale della Fortezza di Valyria. Le torri del castello sono scolpite in modo da somigliare a draghi grazie alla magia Valyriana. Questa particolarità dona al castello il nome di Roccia del Drago. Vent’anni prima del Disastro di Valyria, l’allora capostipite della Casa Targaryen, Aenar Targaryen, si trasferisce insieme alla sua famiglia e cinque draghi (compreso Balerion) a Roccia del Drago, a causa delle visioni di sua figlia. Nella Fortezza il suo atto viene visto come una debolezza. Quattro dei draghi portati da Valyria, muoiono successivamente a Roccia del Drago. L’unico sopravvissuto é Balerion. Tuttavia, prima della loro dipartita, covano due uova dalle quali nascono Vhagar e Meraxes.

I Lord Targaryen di Roccia del Drago sono


Guerra di conquista

Approssimativamente dopo un secolo dal Disastro, Aegon I invade il continente Occidentale, conquistando sei dei Sette Regni. Si stabilisce nella città di Approdo del Re, nella quale giunge per prima, sulle sponde del Fiume delle Acque Nere. Approdo del Re diviene la capitale, e Roccia del Drago la sede dell’ erede del Trono di Spade.

La Danza dei Draghi

La principessa Rhaenyra Targaryen, al tempo incinta, viene confinata a Roccia del Drago quando Viserys I muore. La notizia della sua morte e dell’incoronazione di Aegon II le provocano una crisi isterica che le causa un travaglio prematuro e il parto di una bambina nata morta. Il concilio dei Neri (sostenitori di Rhaenyra) viene formato e riunito a Roccia del Drago per decidere il modo migliore per trattare con Aegon II e i suoi sostenitori: i Verdi. La Battaglia nell’Estuario avviene a nord e a sud di Roccia del Drago. Usando l’isola come base, i Neri decidono di reclutare alcuni Semi del Drago del popolino per accrescere il loro numero legandosi agli altri Draghi. Molti morirono ma i sopravvissuti furono abbastanza da far spostare l’ago della bilancia a loro favore. Dopo ciò, Rhaenyra vola ad Approdo del Re, lasciando una guarnigione inefficace al castello e Ser Robert Quince come castellano al posto di Ser Alfred Broome. Tuttavia riesce a conquistare Approdo del Re e il Trono di Spade. Quando la città cade per mano della sua sorellastra, Aegon II viene clandestinamente portato su una barca a Roccia del Drago. Il ferito Sunfyre, alla fine, torna da Rook Rest rifugiandosi a Roccia del Drago dove si riunisce ad Aegon. Aegon riesce a prendere Roccia del Drago con l’aiuto di alcuni abitanti dell’isola, incluso Alfred Broome. Dopo l’ Assalto alla Fossa del Drago Rhaenyra fugge da Approdo del Re per tornare a Roccia del Drago, pensando di essere al sicuro, ignara della sua conquista da parte di Aegon II. Dopo il suo arrivo, viene catturata e mandata da suo fratello, il quale la fa divorare viva dal suo drago.

La Guerra dell’Usurpatore

Dopo la sconfitta dell’esercito del Re nella Battaglia del Tridente, la Regina Rhaella e il Principe Viserys vengono portati al sicuro a Roccia del Drago dal maestro armaiolo della Fortezza Rossa, Ser Willem Darry, prima che Approdo del Re cada sotto i ribelli. Quando la Ribellione di Robert termina, Roccia del Drago diventa l’unica ancora di salvezza per i Targaryen rimasti. Nove mesi dopo esser fuggiti da Approdo del Re, Rhaella muore dando alla luce la Principessa Daenerys durante un temporale estivo talmente forte da crederlo capace di strappare via l’intera isola. La flotta Targaryen viene distrutta mentre si trova ancora ancorata e enormi blocchi di pietra vengono strappati dai parapetti, urtandosi contro le astiose acque del Mare Stretto. La guarnigione di Roccia del Drago è pronta a cedere Viserys e Daenerys al nuovo Re, Robert Baratheon. Tuttavia, prima che la flotta di Stannis Baratheon arrivi sull’isola, Ser Willem Darry e quattro uomini a lui leali, rapiscono i due bambini, ultimi superstiti della Casa Targaryen. Il gruppo fugge con la loro balia e salpa, sotto la copertura delle tenebre, nelle acque sicure della costa Braavosiana. Stannis comanda con successo l’assalto a Roccia del Drago.

Dopo La Ribellione di Robert

Dopo la Guerra, il castello passa a Stannis Baratheon, il quale diviene il Lord di Roccia del Drago. Stannis tuttavia è risentito per tale gesto, poiché le terre dell’isola sono più povere rispetto a quelle di Capo Tempesta, che sarebbero dovute essere sue in quanto erede della Casa Baratheon. Re Robert decide invece di dare queste terre a suo fratello minore, Renly Baratheon. Secondo Robert solo un forte leader avrebbe potuto occupare l’antica sede dei Targaryen, inoltre il suo proprietario è tradizionalmente l’erede al Trono di Spade. Nel frattempo, Robert non riesce a superare la fuga dei bambini Targaryen ad Essos, e Stannis considera Roccia del Drago come un insulto. Anni dopo Stannis cova ancora risentimento e non dimentica o perdona Robert, come dimostrato in un suo dialogo con il vecchio Maestro Cressen:

Non ho chiesto io di avere la Roccia del Drago, né l’ho mai voluta. L’ho presa perché qui erano i nemici di Robert e lui mi ordinò di venire a sconfiggerli. Ho costruito io la sua flotta, fatto io il suo lavoro, ossequioso come un fratello minore deve esserlo nei confronti del maggiore. Così come Renly dovrebbe esserlo nei miei confronti. E invece qual è stato il ringraziamento di Robert? Ha nominato me lord della Roccia del Drago e concesso Capo Tempesta con tutte le sue fortune a Renly. Capo Tempesta appartiene alla Casa Baratheon da trecento anni. Per diritto, quando Robert salì al Trono di Spade, sarebbe dovuto passare a me[5]


Eventi Recenti

Il Trono di Spade

Stannis Baratheon torna a Roccia del Drago poco dopo la partenza di Re Robert Baratheon da Approdo del Re verso il Nord, per offrire il posto di Primo Cavaliere del Re a Lord Eddard Stark. [9]


Lo scontro dei re

Durante la Guerra dei Cinque Re, l’isola di Roccia del Drago da a Re Stannis diversi sostenitori per la sua pretesa sul Trono di Spade. Per meta anno a nessuna imbarcazione nel raggio dell’isola viene permesso di lasciare Roccia del Drago [5]. Il maestro del castello, Cressen, rimane ucciso durante un suo tentativo di avvelenare Melisandre. [5] Con un gesto eclatante, uomini della regina assaltano il Tempio e Melisandre brucia le statue dei Sette Dèi. [8] Dopo la sconfitta della Battaglia delle Acque Nere, Stannis si ritrae a Roccia del Drago con meno di 1300 spade e una flotta, cercando di pianificare la sua prossima mossa.


Tempesta di Spade

Ser Davos Seaworth viene imprigionato per aver complottato contro Melisandre [4], ma alla fine viene liberato da Stannis [7]. Davos libera segretamente Edric Storm dal castello contro il volere di Stannis. In sua difesa egli sostiene che un Re ha dovere verso la sua gente, e gli presenta quindi la lettera da parte dei Guardiani della Notte nella quale chiedono aiuto a causa della disperata situazione in cui verte il loro ordine. [10] Stannis e il suo esercito lasciano Roccia del Drago per difendere il Castello Nero e la Barriera. Ser Rolland Storm, il Bastardo del Canto Notturno, viene nominato castellano in assenza di Stannis. Sulla Barriera, Re Stannis manda ordine a Ser Rolland a Roccia del Drago di recuperare ossidiana dalle mine. Egli ha paura di perdere la sua sede tra non molto, ma spera che Il Signore della Luce possa garantirgli abbastanza fuoco freddo per armarsi contro gli Estranei prima della caduta di Roccia del Drago. [3]


Il banchetto dei corvi

Forze leali a Re Tommen comandate da Lord Paxter Redwyne, assediano l’isola[11]. In assenza di Stannis la guarnigione di Roccia del Drago è guidata da Ser Rolland Storm. Lord Aurane Waters fa sapere alla Regina Cersei che Loras Tyrell della Guardia Reale ha preso il comando e assediato il castello, mettendo a dura prova le sue forze e restando in fin di vita. [7]


Capitoli che si svolgono a Roccia del Drago

Citazioni

I luoghi tetri volevano levità, non solennità, e quanto a tetraggine, la Roccia del Drago non aveva rivali: una solitaria dttadella nel mezzo della desolazione liquida, assediata da tempeste e dal sale, con l'ombra della montagna fumante incombente sullo sfondo. [5]


…Roccia dimenticata dagli dèi. [12]
Stannis Baratheon


La sede dei draghi e dei signori dei draghi, lo scranno della Casa Targaryen. [13]
Davos Seaworth


era stata eretta dai valyriani e tutte le loro opere puzzavano di stregoneria. [14]
Kevan Lannister


Se date un’ occhiata a come la cittadella di Roccia del Drago sia stata costruita, a come in alcune strutture la pietra sia stata scolpita per mezzo della magia in qualche modo… Si, non è azzardato dire che c’è della magia Valyriana ancora presente.
George R.R. Martin


Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti