Casa Targaryen

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
(Reindirizzamento da Targaryen)
Casa Targaryen di Approdo del Re
House Targaryen.png

Stemma

Un drago tricefalo rosso su sfondo nero

Motto

Fuoco e Sangue

Seggi

Fortezza Rossa (precedentemente)
Roccia del Drago (precedentemente)
Sala dell'Estate (precedentemente)

Lord attuale

regina Daenerys Targaryen

Regioni

Terre della Corona
Valyria (precedentemente)

Titoli

Re dei Sette Regni
Lord degli Andali, dei Rhoynar e dei Primi Uomini
Principe di Roccia del Drago (erede in linea diretta)
Principe di Sala dell'Estate

Signore

nessuno

Rami Cadetti

Casa Blackfyre

Armi ancestrali

Blackfyre
Sorella Oscura

Anno di fondazione

Casa Targaryen: prima del 114PC
Casa Targaryen di Approdo del Re: 1 CA

Albero genealogico della famiglia Targaryen

La Casa Targaryen è una nobile famiglia di stirpe valyriana che riesce a sfuggire al Disastro. Per secoli, i Targaryen vivono sull’isola di Roccia del Drago finché Aegon Targaryen e le sue sorelle non cavalcano i loro draghi alla conquista dei Sette Regni. I membri della Casa Targaryen governano come Sovrani del Continente Occidentale per quasi 300 anni, fino al loro esilio in seguito alla Ribellione di Robert Baratheon. I loro seggi sono stati Approdo del Re, la città capitale e il castello sull’isola di Roccia del Drago. [1]


Indice


Cultura

Usanze

L’emblema della Casa Targaryen è un drago a tre teste che sputa fuoco, rosso su sfondo nero. Il drago a tre teste rappresenta Aegon il Conquistatore e le sue due sorelle, Rhaenys e Visenya Targaryen. [2] [3] Il motto dei Targaryen è “Fuoco e Sangue”. [4] Anche se i Re Targaryen stabiliscono il loro seggio ad Approdo del Re, il luogo del Continente Occidentale dove Aegon e il suo esercito arrivano per primi e che rendono la loro prima fortezza, ovvero Roccia del Drago, rimane la sede tradizionale del legittimo erede al trono in linea diretta. Storicamente, la Casa Targaryen osserva il culto degli dei di Valyria. Qualche tempo prima della conquista dei Sette Regni, i Targaryen abbandonano gli dei valyriani e si convertono alla Fede dei Sette, la religione più diffusa nel Continente Occidentale. Tuttavia, continuano a seguire la pratica tradizionale del matrimonio incestuoso, facendo sposare fratelli e sorelle, cugini, zii e nipoti, distaccandosi e ponendosi al di sopra delle altre famiglie nobili occidentali. I Targaryen deceduti vengono tradizionalmente cremati. [5]


Caratteristiche

La frase “sangue del drago” si riferisce a quelle che sono considerate le caratteristiche fisiche tipiche dei Targaryen: capelli color argento-oro (o platino) e occhi viola. I Targaryen sono in grado di sopportare il calore in misura maggiore rispetto alla maggior parte delle persone, anche se non sono assolutamente immuni al fuoco. [6] Un’altra caratteristica tipica dei Targaryen, e che è stata trasmessa anche al ramo cadetto della famiglia, la Casa Blackfyre, è l’abilità di avere dei sogni simili a premonizioni. [7] Dodici anni prima del Disastro, a Valyria un nobile di nome Aenar Targaryen aveva una figlia vergine le cui visioni l’avevano costretto a trasferirsi con la sua famiglia a Roccia del Drago. Le sue visioni sono state trascritte e pubblicate in un libro dal titolo “Segni e portenti” che è andato perduto. Probabilmente a causa delle loro pratiche incestuose, i Targaryen tendono a diventare folli; il Re Jaehaerys II dice che: “Follia e grandezza sono le due facce della stessa moneta. Ogni volta che nasce un nuovo Targaryen, gli dèi lanciano in aria quella moneta, e il mondo trattiene il fiato aspettando di vedere su quale faccia cadrà.” [8]


Draghi

Vedi anche: Draghi

I Targaryen sono conosciuti come signori dei draghi e sembrano essere più legati a questi animali rispetto agli altri uomini. I draghi appaiono per la prima volta nel Continente Occidentale con la conquista di Aegon I, e vengono tenuti e cavalcati dai Targaryen finché l’ultimo muore durante il regno di Aegon III, detto "la Rovina dei Draghi". Per la maggior parte del periodo in cui governano i Sette Regni, i Targaryen possiedono dei draghi. Per contenerli, costruiscono un’immensa struttura a forma di cupola ad Approdo del Re, chiamata Fossa del Drago. I nuovi draghi discendono dai tre originali di Aegon: Vhagar, Meraxes e il temuto Balerion. Tuttavia, morti violente in battaglia e l’infermità mentale crescente in ogni generazione seguente, fanno diminuire il numero dei draghi. L’ultimo drago dei Targaryen è una creatura deformata e sterile che muore molto giovane. Non è chiaro quale sia stata la causa dell’estinzione degli ultimi draghi. Una leggenda racconta che sia stato Aegon III ad avvelenarli, ma l’arcimaestro Marwyn suggerisce che i maestri siano in qualche modo responsabili. Altri inoltre, sostengono che far crescere i draghi in spazi chiusi e delimitati, anche nella Fossa dei Draghi, sia innaturale e blocchi loro la crescita.

Storia

G.R.R. Martin ha intenzione d'includere la storia completa della Casa Targaryen in un'opera intitolata "Fire and Blood", alla quale dichiara di voler iniziare a lavorare dopo il completamento delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.


Origini e conquiste

La Casa Targaryen è una delle quaranta antiche nobili case conosciute come i signori dei draghi che governa sulla Fortezza di Valyria, un grande impero che si estende per la maggior parte del Continente Orientale. Tuttavia, non è tradizionalmente considerata una delle famiglie più importanti. Daenys la Sognatrice, la figlia del capo della Casa Targaryen, Aenar, ha delle visioni riguardanti un cataclisma che si sarebbe abbattuto su Valyria. Aenar guida la Casa Targaryen e i suoi cinque draghi, Balerion compreso, verso l’avamposto d’influenza valyriana più ad ovest, l’isola di Roccia del Drago, al di là della costa orientale del Continente Occidentale. Dodici anni più tardi, il Disastro si abbatte sulla città di Valyria e porta alla distruzione della Fortezza. I Targaryen sono una delle poche famiglie e gli unici cavalieri di draghi di Valyria che riescono a sopravvivere. Successivamente, quattro dei draghi rimasti muoiono in circostanze sconosciute, forse a causa di lotte interne alla famiglia, ma altri due nascono dalle uova: Vhagar e Meraxes. In seguito al Disastro, i Targaryen sentono l’urgenza di spingersi ad est e allearsi con Volantis, che sta cercando di ricostruire la Fortezza conquistando il resto delle colonie valyriane che sono sopravvissute al Disastro, ora conosciute come Città Libere. Ciò nonostante, i Targaryen rimangono a Roccia del Drago per un altro secolo. Dopo essere volati nelle Terre Contese ed essersi uniti ad un’alleanza per distruggere le aspirazioni di Volantis, il giovane Aegon il Conquistatore comincia ad ambire al Continente Occidentale. Aegon aspira ad unire i sette regni occidentali sotto un unico sovrano: se stesso. Un secolo dopo il Disastro, Aegon lascia Roccia del Drago con le sorelle-mogli Rhaenys e Vsenya, i loro draghi, e un piccolo esercito, arrivando alla base delle Rapide Nere e dando inizio alla Guerra di Conquista. Durante le sue campagne, Aegon viene nominato re dall’Alto Septon nella Vecchia Città, portando all’unificazione dei Sette Regni sotto il governo dei Targaryen, che siedono sul Trono di Spade e danno inizio a una dinastia che durerà per circa 300 anni. L’area in cui i Targaryen hanno iniziato la conquista diviene sede della nuova capitale, Approdo del Re. Roccia del Drago, invece, è usata come seggio dell’erede al trono. La regione circostante queste roccaforti diviene conosciuta come Terre della Corona, e molte case dell’area, come i Velaryon, i Darklyn e i lord di Punta della Chela Spezzata, sono tra i più fedeli lealisti dei Targaryen. Un altro fedele alleato è rappresentato dalla Casa Baratheon; Aegon affida il governo delle Terre della Tempesta al suo fratello illegittimo, Orys Baratheon.


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Valaena Velaryon
 
Aerion
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Sconosciuta
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Visenya
 
Aegon I
 
 
 
 
 
Rhaenys
 
Orys Baratheon
 
 
 
 
 
Argella Durrandon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ceryse
Hightower
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aenys I
 
Alyssa Velaryon
 
 
 
 
Casa Baratheon
 
 
 
 
Elinor
Costayne
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Alys Harroway
 
 
Maegor I
 
Rhaena
 
Aegon
 
Viserys
 
Jaehaerys I
 
Alysanne
 
Vaella
 
 
 
 
 
 
 
 
Jeyne
Westerling
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Tyanna
 
 
 
 
 
 
Rhalla
 
Aerea
 
 
 
 
 
 
 
Casa Targaryen
 
 


Antica dinastia e Rivolta del Credo Militante

Nonostante la conversione alla Fede dei Sette, i Targaryen si tengono a distanza dalle leggi degli dei e degli uomini e continuano a seguire l’usanza valyriana del matrimonio incestuoso, che è considerato peccato agli occhi dei Sette Dei. Infatti, Aegon sposa entrambe le sorelle. Quando muore 37 anni dopo il suo arrivo e gli succede Aenys I, il figlio ed erede nato dall’incesto, il popolo si ribella dando luogo a quella che diverrà conosciuta come la Rivolta del Credo Militante. I primi re Targaryen spesso nominano come Primo Cavaliere un loro consanguineo. Questo è anche il caso di Aenys, che ha al suo servizio il brutale fratello illegittimo e cugino, il Principe Maegor. Maegor guida la soppressione delle rivolte e s’impadronisce del trono dopo la morte di Aenys, per poi guadagnarsi col tempo l’appellativo “il Crudele” a causa dei suoi tentativi di schiacciare la ribellione. La costruzione della Fortezza Rossa ad Approdo del Re viene ultimata durante il regno di Maegor. Dopo la sua misteriosa morte nel 48 CA, gli succede al trono il figlio di Aenys, Jaehaerys il Conciliatore, che scioglie il Credo Militante. Regna a lungo e in modo saggio.


 
 
 
 
 
 
 
 
Aenys I
 
Alyssa
Velaryon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Rhaena
 
Aegon
 
Viserys
 
Jaehaerys I
 
Alysanne
 
Vaella
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aerea
 
Rhalla
 
Aegon
 
Aemon
 
Alyssa
 
Baelon
 
 
Daella
 
Aeryn
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Vaegon
 
Maegelle
 
Valerion
 
Viserra
 
Gaemon
 
Saera
 
Gael



La morte dei draghi

Vedi anche: Danza dei Draghi

Nel 103 CA, alla sua morte, Jaehaerys I è succeduto dal nipote Viserys I, il quale gestisce adeguatamente le questioni del regno, ma non il proprio matrimonio. Viserys cresce ed educa la figlia Rhaenrya nella prospettiva che un giorno diventerà sua erede, ma il Lord Comandante della sua Guardia Reale, Ser Criston il Creatore di Re, che si era guadagnato il suo appellativo facendo incoronare Aegon II (il figlio di un secondo matrimonio), si oppone ai suoi desideri. Nel corso della guerra di successione che ne consegue, denominata La Danza dei Draghi (129-131 CA), muoiono entrambi i sovrani, assieme a molti rami minori della Casa Targaryen e alla maggior parte dei loro draghi. E’ durante il regno di Aegon III (il figlio di Rhaenyra che ha occupato il trono alla fine della guerra) che muore l’ultimo drago facendo guadagnare così al sovrano l’appellativo “Veleno di Drago”. La perdita dei draghi, loro caratteristico animale da guerra, e la morte di moltissimi membri della famiglia indebolisce la presa dei Targaryen sui Sette Regni. A partire dalla Danza, la Casa Targaryen mette in atto una versione altamente modificata della primogenitura agnatizia, ponendo le pretendenti al trono donne dietro a tutti i potenziali pretendenti uomini, perfino ai parenti in linea collaterale.


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Corlys
Velaryon
 
Rhaenys
 
 
 
 
 
Aemma
Arryn
 
Viserys I
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Alicent
Hightower
 
 
Daemon*
 
Rhea
Royce
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Laena
Velaryon
 
Daemon*
 
Laenor
Velaryon
 
Rhaenyra
 
Daemon*
 
Figlio
 
Baelon
 
Aegon
II
 
Helaena
 
Aemond
 
Daeron
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Rhaena
 
Baela
 
Jacaerys
Velaryon
 
Lucerys
Velaryon
 
Joffrey
Velaryon
 
Aegon
 
Viserys
 
Visenya
 
Jaehaerys
 
Jaehaera
 
Maelor


*Il principe Daemon Targaryen è stato il marito di Rhea Royce dal 97 CA fino al 115 CA. Ha poi sposato lady Laena Velaryon nel 115 CA; il loro matrimonio è finito alla morte di Laena nel 120 CA. Quello stesso anno Daemon ha sposato sua nipote, la principessa Rhaenyra Targaryen.



Annessione di Dorne

Dopo aver resistito alla conquista di Aegon I, i principi della Casa Martell di Dorne governano sulla loro terra come se si trattasse di un regno autonomo. Dopo essere salito al trono nel 157 CA, Daeron I, detto il Giovane Drago, figlio quattordicenne di Aegon III, decide di cambiare le cose. Nonostante sia giovane e non possieda dei draghi, Daeron invade con successo e sconfigge i Dorniani. Tuttavia, non governa a lungo su Dorne; muore infatti assieme ai suoi 40 000 uomini cercando di sedare una rivolta. Morto a diciotto anni senza eredi, al Giovane Drago succede il fratello, Baelor il Benedetto che si sta preparando a diventare septon. Uno dei primi atti di Baelor è quello di ricucire i rapporti con Dorne, facendo sposare suo cugino, il Principe Daeron con Myriah Martell. Baelor è ricordato con benevolenza dal popolino, ma i maestri e altri uomini istruiti in storia ricordano come la pietà sia stata la causa della sua rovina. Baelor mantiene come Primo Cavaliere suo zio, Viserys, che aveva già servito Daeron. Viserys aveva tenuto insieme il regno mentre Daeron era in guerra e continua a farlo mentre Baelor prega. Durante il suo regno, Baelor fa rinchiudere le tre sorelle nella Cripta delle Vergini della Fortezza Rossa per evitare che avessero pensieri impuri. Una di loro, Daena la Disubbidiente, ha una relazione con loro cugino, Aegon. Quando Baelor muore nel 171 CA senza aver avuto figli, suo zio sale al trono come Viserys II. Il suo regno è breve e gli succede suo figlio Aegon, che regna come Aegon IV, soprannominato “il Mediocre”. E’ durante il regno del figlio di Aegon, Daeron II, che Dorne viene finalmente annessa all’impero dei Targaryen, dopo il matrimonio tra la sorella di Daeron, Daenerys, figlia di Aegon IV, e il principe Maron Martell.


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aegon II
 
Helaena
 
Aemond
 
Daeron
 
Rhaenyra
 
Daemon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Jaehaerys
 
Maelor
 
Jaehaera
 
Aegon III
 
Daenaera
Velaryon
 
 
 
 
 
Viserys II
 
Larra
Rogare
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Daeron I
 
Rhaena
 
 
Elaena
 
Alyn
Velaryon
 
Baelor I
 
Daena
 
Aegon IV
 
Naerys
 
Aemon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ossifer
Plumm
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Jeyne
Waters
 
Jon
Waters
 
 
Daemon
Blackfyre
 
Daeron II
 
Daenerys
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Viserys
Plumm
 
 
 
Michael
Manwoody
 
 
Ronnel
Penrose
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Robin
Penrose
 
Laena
Penrose
 
Jocelyn
Penrose
 
Joy
Penrose
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 



Pretendenti Blackfyre

Vedi anche: Casa Blackfyre, Pretendenti Blackfyre, Ribellione dei Blackfyre, Seconda Ribellione dei Blackfyre, Terza Ribellione dei Blackfyre, Quarta Ribellione dei Blackfyre e Guerra dei Re da Nove Soldi.

Aegon IV ha molte amanti ed è padre di parecchi figli illegittimi. Il maggiore, avuto dalla principessa Daena, presenta evidenti caratteristiche fisiche dei Targaryen: crescendo diventa un giovane cavaliere promettente e gli viene donata Blackfyre, la spada di Acciaio di Valyria di Aegon il Conquistatore. Egli assume il nome di Daemon Blackfyre. Prima della sua morte nel 184 CA, Aegon IV aveva riconosciuto tutti i suoi figli naturali, inserendoli nella linea di successione, anche se dietro il figlio legittimo, Daeron II Targaryen. A nobili come Aegor “Acreacciaio” Rivers, uno dei Grandi Bastardi di Aegon IV, non interessa la natura di studioso di Daeron o che ci siano Dorniani alla sua corte. Sparge così la voce che Daeron non sia il figlio di Aegon IV, ma invece di suo fratello, il principe Aemon il Cavaliere del Drago, facendo nascere il dubbio sul diritto al trono di Daeron. Infine, amareggiato dalla perdita della principessa Daenerys, la quale è stata promessa dal fratello Dareon al principe Maron Martell, Daemon e i suoi sostenitori danno inizio alla Prima Ribellione dei Blackfyre contro il governo di Daeron. La ribellione viene sedata dai figli di Daeron, Baelor Lancia Spezzata e Maekar, e il loro fratello illegittimo, Brynden “Corvo di Sangue” Rivers, rivale in amore di Acreacciaio per conquistare Shiera Stella marina, loro sorella illegittima. Daemon viene ucciso da Corvo di Sangue nella Battaglia di Campo dell'Erba Rossa, e Acreacciaio viene condannato all’esilio dall’altra parte del Mare Stretto, dove fonda la Compagnia Dorata, un esercito di mercenari con l’intento di far diventare un Blackfyre re del Continente Occidentale. Il principe Baelor viene nominato Primo Cavaliere del padre, così come suo erede, ma muore nel 209 CA al Torneo di Ashford durante un giudizio dei sette, combattendo contro suo fratello Maekar per difendere l’onore di un cavaliere errante di nome Dunk. Il figlio di Maekar, Aerion Chiarafiamma, viene mandato in esilio dopo il giudizio e Maekar permette ad un altro figlio, soprannominato Egg, di continuare a fare da scudiero a Dunk per insegnargli a comprendere l’onore e ad essere umile. Durante il regno di Daeron, viene costruito il terzo più grande palazzo dei Targaryen: Sala dell'Estate, nelle Terre Basse di Dorne.


 
 
 
Daena Targaryen
 
Aegon IV Targaryen
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Daemon
 
Rohanne
di Tyrosh
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aegon
 
Aemon
 
Daemon
 
Haegon
 
Moglie
 
Aenys
 
Due figli
 
Figlie
 
Calla
 
Aegor Rivers
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Daemon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Daemon
 
 
 
 
Maelys
 
 
 
 
 


Problemi di cavalcatura

La Grande Epidemia di Primavera, che affligge i Sette Regni nel 209 CA, uccide re Daeron II e parecchi dei suoi nipoti. Suo figlio Aerys I, studioso quanto lui, sale al trono nominando suo zio Corvo di Sangue come Primo Cavaliere. Aerys ignora i veri problemi del regno (incluse la peste, la siccità, il commercio in calo, il brigantaggio sempre più diffuso e il saccheggio ad opera di Dagon Greyjoy), mentre Sangue di Corvo è troppo concentrato ad occuparsi delle ribellioni minori dei Blackfyre fomentate da Acreacciaio. Il principe Maekar I Targaryen, che si aspettava di essere nominato Primo Cavaliere di Aerys, succede a suo fratello nel 221 CA e fa imprigionare Sangue di Corvo nelle celle della Fortezza Rossa. Al di là del Mare Stretto, la Casa Blackfyre continua ad essere una minaccia distante per la linea di successione principale dei Targaryen. Nel 233 CA, Re Maekar muore in battaglia contro un lord ribelle, presumibilmente un sostenitore dei Blackfyre. Una serie di avversità e morti nel corso degli anni culminano in un Gran Concilio che si tiene a causa della morte di Maekar, nel 233 CA. Il Concilio non prende in considerazione né la figlia ritardata del folle principe Daeron, né il neonato figlio del defunto e altrettanto folle Aerion Chiarafiamma. Infine, viene incoronato “Egg”, il figlio di Maekar, che diviene Aegon V, detto “L’Improbabile”, in quanto quartogenito di un quartogenito. Prima di lui, il trono era stato offerto a suo fratello maggiore, Aemon, ma quest’ultimo aveva rifiutato poiché aveva preso i voti per divenire maestro, rinunciando all’eredità e unendosi ai Guardiani della Notte per timore di essere usato come pedina nel complotto contro Aegon. Il nuovo re fa svuotare le celle nelle segrete per accompagnare Aemon alla Barriera, incluso il loro prozio Corvo di Sangue, che si unì a sua volta ai Guardiani per poi diventare Lord Comandante dei Guardiani della Notte. Aegon V nomina come Lord Comandante della Guardia Reale, Ser Duncan l’Alto, il cavaliere errante Dunk al quale aveva fatto da scudiero da ragazzo.


 
 
 
 
 
 
 
 
Daeron II
 
Mariah
Martell
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Baelor
 
Jena
Dondarrion
 
Aerys I
 
Aelinor
Penrose
 
Rhaegel
 
Alys
Arryn
 
Maekar I
 
Dyanna
Dayne
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Valarr
 
Kiera di
Tyrosh
 
Matarys
 
Aelora
 
Aelor
 
Daenora
 
Aerion
 
Daeron
 
Kiera di
Tyrosh
 
Aemon
 
Aegon V
 
Rhae
 
Daella
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Figlio
 
Figlio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Maegor
 
 
 
 
 
Vaella
 
 
 
 
 
 
 
Casa Targaryen
 
Discendenti
sconosciuti
 
Discendenti
sconosciuti
 
 



Nell’ultimo periodo del suo regno, Aegon invia un’armata alle isole Stepstones per sconfiggere Maelys il Mostruoso, l’ultimo Blackfyre. Il pretendente Blackfyre e i suoi sostenitori vengono sconfitti durante la Guerra dei Re da Nove Soldi e Maelys viene ucciso. Dopo aver sentito una profezia da una strega dei boschi, secondo la quale la loro linea di successione avrebbe dato alla luce il Principe che fu promesso, per sconfiggere gli Estranei, Egg combina il matrimonio tra suo pronipote Aerys e Rhaella. Dato che lo avevo fatto lui stesso, Aegon permette ai propri figli di sposarsi per amore, guadagnandosi acerrimi nemici invece di alleati. Sua figlia Rhaelle sposa un membro della Casa Baratheon. Suo figlio Duncan il Piccolo, Principe delle Libellule, “rinuncia alla corona” per amore di Jenny di Vecchie Pietre, aprendo in qualche modo la strada alla Tragedia a Sala dell’Estate, dove Aegon V ed entrambi i Duncan muoiono nel 259 CA. Il figlio malaticcio di Jaehaeys II regna per qualche anno prima di morire nel 262 CA. Affabile, intelligente ed abile, viene visto comunque come debole dai quei lord guerrieri, influenzati dalla sua costituzione fragile. Gli succede al trono il figlio maggiore, Aerys II.


La caduta

Vedi anche: Ribellione di Robert Baratheon Aiutato da Lord Tywin Lannister, capace Primo Cavaliere, il regno di Re Aerys II comincia con buone prospettive, ma inizia a diventare paranoico e sempre più folle dopo essere stato rapito durante un tentativo di ribellione fallito da parte della Casa Darklyn, lealisti Targaryen di lunga data, e vedendo la risposta cauta di Tywin a questo attacco. Al contrario, il suo erede, il Principe Rhaegar Targaryen, si rivela essere un sovrano migliore, il quale vuole sempre mettersi alla prova ed è deciso a portare alla realizzazione della profezia del Principe che fu promesso. Aerys sceglie per la sua Guardia Reale Ser Jaime, il figlio maggiore di Tywin, privando quest’ultimo del proprio erede. Aerys rifiuta anche la sua proposta di un matrimonio tra Rhaegar e la gemella di Jaime, Cersei Lannister; tutto ciò porta Tywin a rassegnarsi. Inoltre, durante il Torneo di Harrenhal, Rhaegar offende Robert Baratheon dichiarando Regina di Amore e Bellezza Lyanna Stark, la promessa sposa di quest’ultimo, anziché sua moglie, la principessa Elia Martell.


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aegon V
 
Betha
Blackwood
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Duncan
 
Jenny
di Vecchie Pietre
 
Jaehaerys II
 
Shaera
 
Daeron
 
 
 
 
 
 
Rhaelle
 
Ormund
Baratheon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aerys II
 
Rhaella
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Casa
Baratheon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Rhaegar
 
Elia
Martell
 
Shaena
 
Daeron
 
Aegon
 
Jaehaerys
 
Viserys
 
Hizdahr
zo Loraq
 
Daenerys
 
Drogo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Rhaenys
 
Aegon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Rhaego
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Poco dopo il torneo, il principe Rhaegar fugge con Lyanna. Quando Brandon Stark e Rickard Stark, fratello e padre di Lyanna, protestano, Aerys li fa uccidere, dando inizio a una guerra civile. Rhaegar prende il comando delle truppe reali guidandole alla sconfitta durante la Battaglia del Tridente, dove viene ucciso da Robert Baratheon. Il Principe Viserys e la regina Rhaella Targaryen, incinta, fuggono a Roccia del Drago. Con una mossa sleale, i Lannister uccidono Aerys, Elia, Rhaenys Targaryen e il neonato Aegon Targaryen ad Approdo del Re. A Roccia del Drago, Rhaella muore dando alla luce la Principessa Daenerys, che viene portata nelle Città Libere con Viserys dal leale Ser Willem Darry. Robert Baratheon viene incoronato re, in parte per il fatto che sua nonna era una Targaryen. Re Aerys II Targaryen è l’ultimo re di una dinastia che è rimasta ininterrottamente al potere per circa 300 anni. Mentre all’inizio del loro regno i Targaryen sono visti come semidei intoccabili in sella a draghi sputafuoco, il loro potere è calato notevolmente rispetto ai tempi dei draghi, in un crescendo di guerre civili su larga scala accompagnate da battaglie feroci. Nel breve periodo, la follia di Aerys spinge i nobili ad agire, ma una tale ribellione non si sarebbe mai verificata se il prestigio della sua famiglia non fosse già stato in declino da tempo. Questa perdita d’influenza è forse resa evidente dal fatto che Aegon V viene invitato a governare da un Concilio anziché in base a un diritto divino. La Ribellione di Duskendale da parte della Casa Darklyn, uno degli alleati tradizionalmente più fedeli alla corona, è un altro esempio della perdita d’influenza della Casa Targaryen.


Eventi recenti

Il Trono di Spade

Daenerys e i suoi tre piccoli draghi - © 2012 John Picacio

Al di là del Mare Stretto, il figlio sopravvissuto del Re Folle vuole essere legittimato come Viserys III. Viaggia per le Città Libere con sua sorella Daenerys Targaryen, cercando aiuto da alcuni principi mercanti per ristabilire la Casa Targaryen. Pochi prendono sul serio la sua pretesa e si guadagna il soprannome di Re Mendicante. Nel 288 CA, Viserys offre in sposa sua sorella a Drogo, un potente Khal dei Dothraki, sperando di usare la sua orda per riconquistare i Sette Regni. Drogo diventa ostile nei confronti di Viserys a causa della sua arroganza, che alla fine lo porta ad essere ucciso. Dopo la morte di Khal Drogo, Daenerys prende il comando di ciò che è rimasto del khalasar e riesce a far schiudere tre uova di drago per la prima volta dopo un secolo e mezzo. Alla Barriera, il centenario Maestro Aemon, fratello del Re Aegon V, dà a Jon Snow, la nuova recluta dei Guardiani della Notte, dei preziosi consigli riguardanti la difficoltà nel dover dividere la propria lealtà tra famiglia e dovere.


Lo scontro dei re

Daenerys cresce i suoi giovani draghi, Drogon, Rhaegal e Viserion, e con la sua gente attraversa il Deserto Rosso e arriva alla strana città di Qarth.


Tempesta di spade

Arrivata alla Baia degli Schiavisti, Daenerys conquista le città di Astapor, Yunkai e Meereen. Tuttavia, la sua campagna di liberazione sembra causare più conflitti di quanti riesca a risolverne, per cui decide di rimanere a Meereen per portare ordine ed imparare a governare. Uno degli ufficiali, Ben Plumm il Marrone sostiene di essere di discendenza Targaryen. Maestro Aemon spinge Jon Snow a prendere il comando del Castello Nero quando la Barriera viene assediata dai bruti. Conseguentemente, Jon viene eletto Lord Comandante dei Guardiani della Notte.


Il banchetto dei corvi

Il Lord Comandante Snow ordina a Maestro Aemon di recarsi a Vecchia Città per evitare la strega Melisandre che potrebbe volerlo sacrificare a R’hllor a causa del suo sangue reale. Sfortunatamente, Aemon non sopravvive al viaggio, lasciando l’eredità dei Guardiani della Notte nelle mani di Samwell Tarly.


La danza dei draghi

Mentre affina le sue capacità di comando a Meeren, Daenerys cerca di distinguere i buoni dai cattivi consigli e di capire come prendere decisioni di dubbia moralità. Rifiuta una proposta di matrimonio da parte di Quentyn Martell, figlio di Doran Martell, il quale sta tentando di onorare un patto segreto che prevedeva il matrimonio di Viserys con Arianne Martell. Il controllo di Daenerys su Meereen viene minacciato da una coalizione guidata da Yunkai. La ragazza scappa dalla Fossa di Daznak sul dorso del suo drago Drogon e finisce nel Mare Dothraki, dove incontra il khalasar di Khal Jhaqo. Nel frattempo, gli altri draghi Rhaegal e Viserion, vengono liberati e creano scompiglio a Meereen.

Alcuni sostengono che, ad insaputa dei Lannister, Aegon Targaryen, il figlio neonato del principe ereditario Rhaegar e nipote di Daenerys, sia sopravvissuto al Sacco di Approdo del Re grazie a Varys, il quale ha fatto uccidere al suo posto un neonato di una famiglia povera. Il presunto Aegon viene cresciuto in segreto al di là del Mare Stretto da Jon Connington, amico di Rhaegar, che sceglie per lui il soprannome Griff il Giovane. Arriva nelle Terre della Tempesta con la Compagnia Dorata a sostenerlo, facendosi chiamare Aegon VI. Viene fortemente suggerito che il corvo con tre occhi che appare nei sogni di Bran Stark e che si trova al di là della Barriera non sia altri che Corvo di Sangue, Brynden Rivers, che abita in una caverna tenuto in vita grazie alla magia.


Cronologia

Vedi anche: Cronologia dei maggiori eventi

Re Targaryen
Aegon I 1-37 CA
Aenys I 37-42 CA
Maegor I 42-48 CA
Jaehaerys I 48-103 CA
Viserys I 103-129 CA
Aegon II 129-131 CA
Aegon III 131-157 CA
Daeron I 157-161 CA
Baelor I 161-171 CA
Viserys II 171-172 CA
Aegon IV 172-184 CA
Daeron II 184-209 CA
Aerys I 209-221 CA
Maekar I 221-233 CA
Aegon V 233-259 CA
Jaehaerys II 259-262 CA
Aerys II 262-283 CA

Tutte le date indicate fanno riferimento all’Approdo di Aegon (AA).

Prima del -200 AA circa
La Casa Targaryen si trasferisce sull’isola di Roccia del Drago, oltre la costa del Continente Occidentale.

Il Disastro di Valyria (-100 AA circa)
Il Disastro distrugge la Fortezza di Valyria.

La Guerra di Conquista (1 AA circa)
Aiutati dalle sue sorelle e i loro draghi, Vhagar, Meraxes e Balerion, gli eserciti di Aegon il Conquistatore invadono i sette regni del Continente Occidentale dando inizio alle Guerre di Conquista. Durante la battaglia conosciuta come “Campo di Fuoco”, l’esercito di Aegon conquista le forze congiunte di Castel Granito e dell’ Altopiano; i tre draghi uccidono quasi quattromila uomini. Molti altri re si sottomettono ad Aegon e alla fine, solo Dorne non viene conquistata. Aegon e le sue sorelle ritentano, senza successo, di assoggettarla nella Prima Guerra di Dorne.

La Rivolta del Credo Militante (37-48 AA)
I due gruppi armati della chiesa insorgono contro Aenys I, il figlio di Aegon nato dall’incesto. Maegor I, Il fratello illegittimo di Aenys e Primo Cavaliere, conquista il trono dopo la sua morte e fallisce nel sedare la ribellione. Jaehaerys I, il figlio di Aenys, gli succede e bandisce entrambi gli ordini militari.

La Danza dei Draghi (129-131 AA), la guerra civile dei Targaryen
La pretesa al trono di Aegon II viene contestata da sua sorella maggiore, Rhaenyra; entrambi muoiono nella guerra che ne risulta. Parecchi draghi e rami cadetti della casa si estinguono.

La Conquista di Dorne (157 AA circa)
All’età di 14 anni, Daeron I conquista Dorne, ma solo per poco. Muore insieme ad altre decine di migliaia di uomini.

La Battaglia di Campo dell'Erba Rossa (196 AA)
La prima ribellione dei Blackfyre si conclude con la sconfitta delle forze del ribelle Daemon Blackfyre durante la Battaglia del Campo dell’Erba Rossa. Questi eventi sono narrati nel libro La Spada Giurata.

Il Torneo di Ashford (208 AA)
Baelor Lancia Spezzata muore per ferite inferte durante un verdetto per singolar tenzone. Questi eventi vengono narrati nel libro Il Cavaliere Errante.

La Grande Epidemia di Primavera (209 AA)
Un’epidemia si diffonde su ampie zone del Continente Occidentale, uccidendo re Daeron II Targaryen e i suoi nipoti, Valarr e Matarys.

Il Gran Concilio (233 AA)
Un Gran Concilio ignora il figlio bastardo di Aerion Chiarafiamma e la figlia ritardata del principe Daeron, incoronando re Aegon V, l’Improbabile.

La Ribellione di Robert Baratheon (282-283 AA)
Il regno dei Targaryen termina nel momento in cui Lord Robert Baratheon conquista il Trono di Spade e Re Aerys II viene ucciso dalla sua spada giurata, Ser Jaime Lannister.


Casa Targaryen alla fine del terzo secolo

I Targaryen che appaiono nell’arco temporale degli eventi descritti nelle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco sono:

  • {Re Viserys III}, chiamato il “Re Mendicante”, Khal Rhae Mhar (Il Re Appiedato), e Khal Rhaggat (Il Re del Carretto) e Re autoproclamato degli Andali, dei Rhoynar e dei Primi Uomini e Lord dei Sette Regni, in esilio. “Incoronato” con oro fuso a Vaes Dothrak.
  • Regina Daenerys I, chiamata Daenerys Nata dalla Tempesta, Madre dei Draghi, sorella di Viserys e ultima erede Targaryen conosciuta, Regina degli Andali e dei Rhoynar e dei Primi Uomini, Lady dei Sette Regni, Khaleesi del Grande Mare d’Erba, Distruttrice di Catene, Regina di Meereen.
    • i suoi draghi, Drogon, Viserion, Rhaegal.
    • {Khal Drogo}, il suo primo marito. Daenerys gli toglie la vita a causa di una ferita infetta che lo riduce in stato catatonico.
      • {Rhaego}, figlio di Daenerys e Drogo. Morto alla nascita.
    • Re Hizdahr zo Loraq, il suo secondo marito, Re di Meereen, giovane erede di Ghis, Ottarca dell’Antico Impero, Maestro del Skahazadhan, Consorte dei Draghi, Sangue dell’Arpia. Un nobile ghiscariano di Meereen.
  • {Maestro Aemon}, ha prestato giuramento ai Guardiani della Notte. Pro prozio del Re Folle. Muore durante un viaggio in mare a causa di una polmonite all’età di 102 anni.
  • Principe Aegon, figlio di Rhaegar. Si pensa sia morto per mano di Gregor Clegane durante il Sacco di Approdo del Re, ma alcuni sostengono che sia vivo sotto le mentite spoglie di Griff il Giovane, affiancato dalla Compagnia Dorata. Se questa pretesa al trono dovesse rivelarsi fondata, sarebbe più forte di quella della zia Daenerys; salirebbe al trono come Aegon VI.


Il seguito di Daenerys

I protettori della regina

  • Ser Barristan Selmy, chiamato Barristan il Valoroso, Lord Comandante della Guardia della Regina e Primo Cavaliere della Regina.
  • Belwas, chiamato Belwas il Forte, eunuco, in passato schiavo gladiatore.
  • i suoi Cavalieri di Sangue Dothraki:
    • Jhogo, la frusta, sangue del suo sangue e ko. Attualmente ostaggio degli Yunkai.
    • Aggo, l’arco, sangue del suo sangue e ko. Lontano da Meereen alla ricerca di Daenerys.
    • Rakharo, l’araldi, sangue del suo sangue e ko. Lontano da Meereen alla ricerca di Daenerys.
  • Ser Jorah Mormont, chiamato 'Jorah l’Andalo', in passato Lord Comandante. Bandito. Attualmente con i Secondi Figli.


Capitani e comandanti della regina

  • Verme Grigio, un eunuco, comandante degli Immacolati, una compagnia di fanteria.
  • {Mollono Yos Dob}, comandante degli Scudi Coraggiosi, una compagnia di liberti chiamati così in onore dell’Immacolato martirizzato. Muore a causa della Giumenta Pallida.
    • Tal Toraq, nuovo comandante degli Scudi Coraggiosi.
  • Symon Schiena Striata, comandante dei Fratelli Liberi, una compagnia di liberti.
  • Marselen, un eunuco, fratello di Missandei, comandante degli Uomini della Madre.
  • {Groleo} di Pentos, in passato capitano della grande caracca Saduleon, diventato ammiraglio senza flotta. Giustiziato dagli yunkai.
  • Rommo, un jaqqa rhan dei Dothraki, rappresenta il khalasar di Daenerys in concilio.
  • Daario Naharis, un mercenario di Tyrosh, capitano dei Corvi della Tempesta, una compagnia libera.
    • Il Vedovo, secondo in comando che in assenza di Daario, assume il comando dei Corvi della Tempesta insieme a Jokin.
    • Jokin, comandante degli arcieri che in assenza di Daario assume il comando dei Corvi della Tempesta insieme al Vedovo.
  • Ben Plumm, chiamato 'Ben il Marrone', mercenario senza onore, al comando dei Secondi Figli, una compagnia libera. Diserta e passa dalla parte degli Yunkai.


La corte meereenese della regina


Ancelle e servitori della regina


Seguito di Griff il Giovane (principe Aegon Targaryen)


Membri storici

A Roccia del Drago


Dinastia Targaryen

I figli del Drago


Era del Vecchio Re


Discendenti di re Viserys I Targaryen


Dopo la Danza dei Draghi


Era del Re Buono


Discendenti di re Aegon V Targaryen


Gli ultimi Draghi


Genealogia completa

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aenar
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Gaemon
 
 
 
 
 
Daenys
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aegon
 
 
 
 
 
Elaena
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Maegon
 
Aerys
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aelyx
 
Baelon
 
Daemion
 
Moglie
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Valaena Velaryon
 
Aerion
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Donna sconosciuta
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Visenya
 
Aegon I
 
 
 
 
 
Rhaenys
 
Orys Baratheon
 
 
 
 
 
Argella Durrandon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ceryse
Hightower
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aenys I
 
Alyssa Velaryon
 
 
 
 
Casa Baratheon
 
 
 
 
Elinor
Costayne
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Alys Harroway
 
 
Maegor I
 
Rhaena
 
Aegon
 
Viserys
 
Jaehaerys I
 
Alysanne
 
Vaella
 
 
 
 
 
 
 
 
Jeyne
Westerling
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Tyanna
 
 
 
 
Aerea
 
Rhalla
 
Aegon
 
 
Aeryn
 
 
Gaemon
 
Valerion
 
 
Vaegon
 
 
Maegelle
 
Viserra
 
Saera
 
Gael
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Jocelyn
Baratheon
 
Aemon
 
Daella
 
Rodrik
Arryn
 
Baelon
 
Alyssa
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Corlys
Velaryon
 
Rhaenys
 
 
 
 
 
Aemma Arryn
 
 
 
Viserys I
103–129
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Alicent Hightower
 
Daemon
 
Aegon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Daemon
 
 
 
 
 
Laena Velaryon
 
 
 
 
Laenor Velaryon
 
 
 
Rhaenyra
 
 
 
 
 
Daemon
 
Baelon
 
Figlio
 
Aegon II
129–131
 
Helaena
 
Aemond
 
Daeron
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Baela
 
Rhaena
 
 
 
 
 
Jacaerys Velaryon
 
Lucerys Velaryon
 
Joffrey Velaryon
 
Visenya
 
Viserys II
171–172
 
Larra
Rogare
 
Daenaera Velaryon
 
Aegon III
131–157
 
Jaehaera
 
Jaehaerys
 
Maelor
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aemon
 
Naerys
 
Aegon IV
172–184
 
Daena
 
Baelor I
161–171
 
Daeron I
157–161
 
Rhaena
 
Elaena
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Daenerys
 
Maron Martell
 
Mariah Martell
 
Daeron II
184–209
 
Daemon
Blackfyre
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Moglie
 
figlio
 
Discendenza
 
Baelor
 
Jena
Dondarrion
 
Aerys I
209–221
 
Aelinor
Penrose
 
Rhaegel
 
Alys
Arryn
 
Dyanna
Dayne
 
Maekar I
221–233
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Casa
Martell
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Matarys
 
 
 
 
 
Aelor
 
Aelora
 
Daenora
 
Aerion
 
 
 
 
 
 
Aemon
 
Daella
 
Marito sconosciuto
 
Aegon V
233–259
 
Betha
Blackwood
 
Rhae
 
Marito sconosciuto
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Maegor
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Discendenza
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Discendenza
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Valarr
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Kiera
di Tyrosh
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Daeron
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
figlio
 
figlio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Vaella
 
 
 
Jenny di
Vecchie Pietre
 
Duncan
 
Jaehaerys II
259–262
 
Shaera
 
Daeron
 
Rhaelle
 
Ormund
Baratheon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aerys II
262–283
 
 
 
 
 
Rhaella
 
 
 
 
 
 
 
House
Baratheon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Elia
Martell
 
Rhaegar
 
Shaena
 
Daeron
 
Aegon
 
Jaehaerys
 
Viserys III
 
Drogo
 
Daenerys I
 
Hizdahr zo Loraq
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Rhaenys
 
Aegon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Rhaego
 
 
 
 



Citazioni

Come i loro Draghi, i Targaryen non rispondevano né a uomini né a dei. [9]


Riflessioni di Catelyn Tully.


Ma ogni bambino sa che i Targaryen hanno sempre danzato troppo vicino alla follia. [8]


Ser Barristan Selmy


Li ucciderò, Stark, tutti. Scompariranno dalla faccia della terra come i loro draghi e io piscerò sulle loro tombe. [10]


Robert Baratheon


Quando mai un Targaryen ha saputo che cos'è l'onore? Scendi nella tua cripta, chiedi a tua sorella Lyanna dell'onore del drago! [10]


Robert Baratheon a Eddard Stark


Fonti e Note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti