Theon Greyjoy

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Greyjoy coat sigil.png
Theon Greyjoy
Greyjoy coat sigil.png
Theon Greyjoy.jpg
Theon Greyjoy © Amoka

Alias

Theon Voltagabbana
Reek

Titoli

Principe di Grande Inverno
Capitano della Strega del Mare
Lord delle Isole di Ferro (secondo le leggi delle terre verdi)

Affiliazione

Casa Greyjoy

Cultura

Isole di Ferro

Nato

nel 279 CA a Pyke

Libri

Il trono di spade – Appare
Lo scontro dei re – PdV
Tempesta di Spade - Menzionato
Il banchetto dei corvi – Menzionato
La danza dei draghi – PdV
The Winds of Winter - PdV

Serie TV

Stagione 1
Stagione 2
Stagione 3
Stagione 4

Interpretato da

Alfie Allen

Theon Greyjoy è un membro della Casa Greyjoy, unico figlio maschio ancora in vita e probabile successore di lord Balon Greyjoy. Al termine della Ribellione dei Greyjoy, Theon è diventato ostaggio e protetto di lord Eddard Stark. È un personaggio PdV da A Clash of Kings (Il regno dei lupi, La regina dei draghi). Nella serie TV è interpretato da Alfie Allen.

Indice


Aspetto e carattere

Theon è conosciuto per la sua arroganza e il sorriso presuntuoso. È un ragazzo di 19 anni di bell’aspetto, snello e con i capelli scuri. [1]


Storia

Theon ha dieci anni quando suo padre si ribella senza successo all’autorità del Trono di Spade e i suoi fratelli Rodrik e Maron vengono uccisi, facendo di lui l’erede della Casa Greyjoy e delle Isole di Ferro. Per evitare future ribellioni, Theon viene portato via come ostaggio da Eddard Stark e cresciuto a Grande Inverno, dove vive per i nove anni successivi alla ribellione. [2] Viene cresciuto con i figli di Lord Stark ed istruito insieme a loro in tutte le discipline. Rispetta gli Stark, ma mentre considera Robb un grande amico e un fratello, non va d’accordo con Jon Snow, l’altro estraneo della famiglia. Theon cerca in continuazione l’approvazione degli Stark, ma spesso rimane insoddisfatto. È un ottimo arciere. [3]


Eventi recenti

Il trono di spade

Alfie Allen nel ruolo di Theon Greyjoy
Theon Greyjoy a Grande Inverno by © Diener

Theon assiste all’esecuzione di Gared insieme agli altri figli di Eddard Stark ed è tra i primi a trovare, più tardi, i cuccioli di meta-lupo. [1] Rimane a Grande Inverno quando lord Eddard parte alla volta di Approdo del Re per assumere il ruolo di Primo Cavaliere. Theon salva Bran Stark da un gruppo di bruti e disertori dei Guardiani della Notte, ma viene poi criticato da Robb per aver messo a rischio la vita del bambino: questo commento ferisce Theon [4], ma, allo scoppio della Guerra dei Cinque Re, è comunque uno dei più fedeli alleati di Robb in battaglia. I due combattono insieme durante la Battaglia degli Accampamenti e al Bosco dei Sussurri, dove si vanta di essere arrivato molto vicino a Jaime Lannister durante la battaglia. [5]


Lo scontro dei re

Robb, ora Re del Nord e del Tridente manda Theon a Pyke per proporre un’alleanza al padre, Balon Greyjoy, a cui avrebbe dato la corona di sovrano delle Isole di Ferro e l’indipendenza a patto che la sua forza navale si schieri con l’esercito del Nord. Balon e Aeron Greyjoy criticano i comportamenti di Theon, ormai più vicini a quelli del continente e del Nord che a quelli degli uomini di ferro, e la proposta viene rifiutata. [6] Più avanti Theon incontra la sorella Asha, che flirta con lui nascondendosi dietro a una falsa identità e lo umilia poi in pubblico. Theon scopre che il padre ha intenzione di saccheggiare il Nord, ma nonostante cerchi di dimostrarsi utile, il suo ruolo nel piano è decisamente minore rispetto a quello di Asha e dello zio Victarion. [7]

Sotto la supervisione di Aeron e Dagmer, Theon viene incaricato di saccheggiare la Costa Pietrosa con le otto navi lunghe che gli sono state affidate. A bordo della sua nave, la Strega del Mare, guida i suoi uomini all’attacco, ma fa fatica a imporre la sua autorità. Quando le Lepri Selvagge di Benfred Tallhart si mettono in marcia per fermarlo, Theon tende un’imboscata al gruppo. Spinto dall’insistenza di Aeron, annega i sopravvissuti come sacrificio al Dio Abissale. Insoddisfatto dei suoi incarichi e geloso della conquista Deepwood Motte da parte di Asha, Theon architetta un piano per attaccare Grande Inverno: convince Dagmer a marciare contro Piazza di Torrhen per attirare la guarnigione di Grande Inverno.[8] Con un piccolo gruppo di guerrieri, Theon conquista Grande Inverno, prendendo in ostaggio Bran e Rickon Stark. [9] Theon fatica a controllare gli abitanti della fortezza, molti dei quali lui conosce personalmente. Libera ”Reek” dalle prigioni del castello e lo prende come suo servitore. Anche Maestro Luwin serve Theon e lo prega di mostrare pietà e tolleranza, ma il ragazzo non sembra per nulla incline ad ascoltare i consigli del vecchio. Bran e Rickon Stark riescono a fuggire con l’aiuto di Osha, Hodor e dei fratelli Reed, Meera e Jojen. Theon, però, non riesce a trovarli e, ascoltando il consiglio di “Reek”, uccide due coetanei dei bambini scomparsi che vivono al mulino sul fiume Acorn per poi presentarli pubblicamente come i due rampolli Stark. [10]

Quando gli uomini che hanno partecipato alla ricerca dei bambini scomparsi (Gelmarr, Aggar e Gynir) muoiono misteriosamente, Theon incolpa Farlen, pur non avendo prove. Poco prima di essere condannato a morte, Farlen sottolinea che Eddard Stark sbrigava da solo tali questioni senza aver bisogno di un boia, obbligando quindi Theon a compiere materialmente l’esecuzione. Theon, però, sa che Farlen è innocente e che è stato invece “Reek” a uccidere quegli uomini per mantenere il segreto sulla vera identità dei bambini uccisi. [11]

Nel frattempo, ser Rodrik Cassel è riuscito a cacciare Dagmer da Piazza di Torrhen. Il ritorno della guarnigione di Grande Inverno è ormai imminente e Theon chiede aiuto ad Asha, che arriva alla fortezza, ma fa notare al fratello che gli uomini di ferro non sarebbero mai in grado di difendere un castello lontano dal mare. La ragazza poi se ne va, lasciando a Theon una manciata di uomini e suggerendogli di abbandonare anche lui Grande Inverno. Theon si infuria, poiché nonostante la sua impresa non è riuscito a ottenere né il rispetto del Nord, né quello degli uomini di ferro e precipita nella disperazione.

Theon libera “Reek” perché corra a chiedere aiuto a Forte Terrore prima dell’arrivo della guarnigione guidata da ser Rodrik. [11]Durante le trattative per la liberazione di Grande Inverno, Theon scopre di essere stato soprannominato “Theon Voltagabbana”. L’ultima mossa di Theon è minacciare di impiccare Beth, figlia di ser Rodrik, nel caso l’esercito provi ad attaccare Grande Inverno. Quella stessa sera, mentre Theon aspetta la risposta di ser Rodrik, Luwin riesce a convincerlo a entrare nei Guardiani della Notte, dove i suoi crimini sarebbero perdonati e dove avrebbe potuto guadagnarsi l’agognato rispetto. Prima però che Theon possa arrendersi, gli uomini dei Bolton giungono a Grande Inverno e attaccano a sorpresa le forze di ser Rodrik, massacrando tutti. Quando Theon cerca di ringraziare il suo servitore, “Reek” rivela la sua vera identità, ovvero Ramsay Bolton, e cattura Theon e distrugge Grande Inverno. [12]

Tempesta di spade

Lord Roose Bolton invia un pezzo della pelle di Theon a re Robb Stark e a sua madre, Catelyn Tully. Viene riferito che Theon si trova a Forte Terrore, dove Ramsay Snow, il bastardo di Bolton, lo sta scuoiando vivo. [13]


Il banchetto dei corvi

Gran parte degli uomini di ferro, tra cui Asha, credono che Theon sia morto. [14][15]


La danza dei draghi

La trasformazione in Reek by © Sardag

Theon è stato torturato ripetutamente da Ramsay, ora legittimato e ufficialmente un Bolton per decreto reale. Ramsay ha rimosso grandi quantità di pelle dalle dita di mani e piedi di Theon, lasciandolo in agonia per giorni e gli amputa le articolazioni solo quando il ragazzo lo pregato di farlo. Ramsay ha rotto e rimosso anche molti denti a Theon, perché odiava i suoi sorrisi. Sembra, ma non è confermato, che l’abbia anche castrato. [16] Theon viene obbligato ad assumere l’identità di Reek, l’ex servitore di Ramsay. Gli viene anche proibito di farsi il bagno ed è coperto dalla testa ai piedi di sporcizia ed escrementi.

A causa delle torture di Ramsay, l’aspetto di Theon è radicalmente cambiato: sembra invecchiato di quarant’anni, ha perso molti denti a causa dei pestaggi, mentre molti altri sono indeboliti e, per questo motivo, quando mangia soffre di dolori atroci. Ha perso quasi 20kg, la pelle è diventata flaccida, i capelli bianchi e fragili. A causa dell’amputazione di alcune dita della mano, Theon non può più usare l’arco e le dita dei piedi mancanti gli causano problemi di equilibrio, tanto che zoppica come un vecchio. [17]

Prima di essere sottoposto alle peggiori torture di Ramsay, Theon riusce a scappare con l’aiuto di Kyra, la sua amante a Grande Inverno. Emerge però poi che è tutto un piano architettato da Ramsay, che dà loro un giorno di vantaggio prima di cacciarli con i suoi segugi. Theon viene riportato nelle segrete di Forte Terrore e Kyra viene uccisa barbaramente da Ramsay e i suoi cani. Theon è devastato psicologicamente e fisicamente da Ramsay ed è terrorizzato da lui. [17]

Dopo che il padre di Ramsay, lord Roose Bolton annuncia il suo ritorno al Nord, Ramsay fa lavare Theon e gli fa indossare abiti adeguati al suo status di nobile per mandarlo a negoziare con gli uomini di ferro che occupano Moat Cailin. Theon raggiunge la fortezza e chiede di parlare con il capo della guarnigione, Ralf Kenning che, però, sta morendo. A quel punto riferisce agli uomini rimasti l’offerta di Ramsay: arrendersi e lasciare Moat Cailin in cambio di cibo e un passaggio sicuro per le Isole di Ferro. Gli occupanti accettano, ma Ramsay poi li scuoia vivi e appende i loro corpi lungo la strada. Per premiare Theon del buon servizio compiuto, Ramsay quella notte gli concede di dormire con i suoi segugi. Theon è presente quando al giovane Bolton viene presentata la sua futura moglie, “Arya Stark”, che Theon riconosce immediatamente essere Jeyne Poole. Lord Roose Bolton decide di prendere Theon con sé, separandolo da Ramsay, che non gradisce per nulla la decisione. [18]

Poiché Theon è stato un protetto di Grande Inverno per dieci anni ed è considerato il parente più prossimo di “Arya”, spetta a lui accompagnarla all’altare. Jeyne lo prega più volte di salvarla prima del matrimonio, ma Theon rifiuta.

Durante il banchetto di nozze a Grande Inverno, Theon viene insultato e deriso dagli altri ospiti e pensa, tra sé e sé:

"Ma si, ridete pure." Il suo orgoglio era perito lì, a Grande Inverno, nelle segrete di Forte Terrore non c'era posto per l'orgoglio. Una volta che si è provato il bacio di una lama da scuoiatore nessuna risata può più farti soffrire.


Asha ritrova Theon © Mustamirri

Accanto a lui è seduta Barbrey Dustin, che gli confida alcune riflessioni sulla futura politica di Roose Bolton. Più di una volta in quel frangente, Theon pensa che se uccidesse Jeyne la salverebbe da un destino infelice e che Ramsay in uno scatto d’ira avrebbe ucciso anche lui.

Nella cerimonia della messa a letto, Ramsay obbliga Theon a spogliare la giovane sposa e a stare a guardare mentre la umilia. Theon spera che Stannis Baratheon uccida Ramsay quando arriverà a Grande Inverno. [16]

Quando alcuni uomini dei Bolton vengono uccisi, molti sospettano di Theon: l’idea viene scartata in fretta da Roose Bolton, dato che Theon è troppo debole e distrutto e non sarebbe riuscito a compiere gli omicidi. Queste morti causano non poca tensione nel castello tra Bolton, Frey, Manderly e altre casate del Nord, tanto da far scoppiare una rissa. [19]

Theon si rifugia nel Parco degli dei. Intravede il volto di Bran Stark nell’albero-diga e lo sente sussurrare il suo nome: per un momento il ragazzo recupera la sua integrità mentale. [20]

Viene poi convocato dal musicista di Grande Inverno, ”Abel”: lui e le sei mogli di lancia che lo accompagnano sono i veri responsabili degli omicidi e approfittano della confusione nel castello per liberare “Arya Stark”. Theon è inizialmente contrario, ma poi accetta. Alla fine solo lui e Jeyne riescono a fuggire: vengono intercettati e catturati da Mors Umber, che li manda da Stannis Baratheon. [19] Asha, anch’essa prigioniera di Stannis, è tra i primi a incontrare i due fuggitivi e non riconosce il fratello, devastato dalle torture di Ramsay. [21]


The Winds of Winter

Theon è ora prigioniero di Stannis Baratheon. Il re pensa di ucciderlo per compiacere i signori del Nord che vogliono la sua morte dopo quello che ha fatto a Bran e Rickon Stark. Stannis intende tenere Theon in vita per un po’ di tempo, dato che potrebbe avere informazioni utili su Roose e Ramsay Bolton. Asha prova a chiedere un riscatto per la liberazione di Theon, ma Stannis rifiuta: a quel punto la ragazza insiste perché il re lo uccida come avrebbe fatto Eddard Stark (decapitandolo davanti a un albero-diga). Probabilmente Asha avanza questa richiesta per risparmiare a Theon l’agonia di essere bruciato vivo in sacrificio a R’hllor.

Citazioni di Theon

Stark è grigio e Greyjoy è nero, ma sembra che il vento sia in entrambi.
Theon riflette sui nomi del metalupo di Robb Stark e della nave di Asha Greyjoy [6]


Per metà della mia vita ho aspettato di poter tornare a casa... e per avere cosa? Derisione e scorno?
Riflessioni ti Theon sul ritorno a Pyke [7]


Che l'orso si tenga i suoi artigli e il cinghiale le sue zanne. Non esiste nulla di più letale di una piuma di anatra grigia.
Theon a Jon Snow [22]



Citazioni di Reek

Io non sono lui, non sono il Voltagabbana, lui è morto a Grande Inverno. Il mio nome è Reek, fa rima con freak, lo sgorbio.
Theon a Barbrey Dustin e Roose Bolton [23]


Theon si ritrovò a domandarsi se dire o meno una preghiera “Gli antichi dèi mi ascolteranno?" Non erano i suoi dèi, non lo erano mai stati. Lui era un uomo di ferro, un figlio di Pyke, il suo dio era il Dio Abissale delle Isole... ma Grande Inverno si trovava a molte leghe di distanza dal mare. Era trascorsa una vita intera dall'ultima volta che un dio qualsiasi lo aveva ascoltato. Non sapeva più chi era, che cosa era, perché era ancora vivo, perché mai era nato.

«Theon» sembrò sussurrargli una voce. La sua testa si alzò di scatto verso l'alto «Chi mi parla?» tutto quello che poteva vedere erano gli alberi e la bruma che copriva. La voce era stata evanescente come il fruscio delle foglie,gelida come l'odio. "La voce di un dio o di uno spettro" quanti erano morti il giorno in cui aveva preso Grande Inverno? E quanti altri il giorno in cui l'aveva perduto? "Quel giorno, Theon Greyjoy è morto, per risorgere come Reek. Reek, Reek, che fa rima con shriek, urlo."

Theon nel Parco degli Dei a Grande Inverno [20]


Robb che era stato per Theon un fratello, più di ogni altro figlio generato dai lombi di Balon Greyjoy. "Ucciso alle Nozze Rosse, macellato dai Frey. Avrei dovuto essere con lui.”
Reek ricorda la morte di Robb [20]



Citazioni su Theon

Asha: «Faresti meglio a seguire i miei consigli per quanto riguarda la scelta del tuo equipaggio. Se ti fossi preso il disturbo d'imparare qualcosa, qualsiasi cosa, su Sigrin, non sarei mai riuscita a trarti in inganno. Ma tu no. Dieci anni passati a giocare al lupo, poi torni qui e ti credi di essere il principe delle isole... mentre non sai niente e non conosci nessuno. Per quale ragione gli uomini dovrebbero combattere, e morire, per te?»

Theon: «Perché io sono il loro principe.»

Asha:«Forse secondo le leggi delle terre verdi. Ma qui noi abbiamo le nostre, di leggi. O forse te lo sei scordato?»

Asha Greyjoy a Theon [7]


Il lord tuo padre fece quanto poté per ingentilire Theon, ma temo sia stato troppo poco e troppo tardi.»
Maestro Luwin a Bran Stark [9]


Sai com'è, fratello, non sono certo il grande guerriero che sei tu. Ho visto le teste mozzate sul portale. Dài, dimmi la verità, quale dei due ha combattuto con maggior ferocia.

.. lo storpio o l'infante?

Asha Greyjoy a Theon [11]


Rodrik: «Sei stato per dieci anni un protetto degli Stark

Theon: «Io invece dico ostaggio e prigioniero.»

Rodrik: «Allora lord Eddard forse avrebbe dovuto tenerti incatenato al muro di una segreta. Invece ti ha allevato tra i suoi figli, quei cari ragazzi che tu hai macellato. E io andrò nella tomba con la vergogna di averti addestrato nell'arte della guerra. Avrei dovuto piantartela nelle viscere, la spada, invece di mettertela in pugno.»

Rodrik Cassel a Theon [12]


Quando mi hanno detto che Grande Inverno era caduta volevo partire per il nord immediatamente. Volevo andare a liberare Bran e Rickon, ma ho pensato… non avrei mai immaginato che Theon potesse realmente fare loro del male. Se lo avessi anche solo supposto…
Robb Stark a Catelyn Tully [24]


Se fosse stato Theon a morire al posto dei figli di lord Karstark, forse tante catastrofi sarebbero state evitate...
Riflessioni di Catelyn Tully [5]


Famiglia

Sconosciuto di
Casa Stonetree
 
 
 
Quellon
 
 
 
 
 
Sconosciuto di
Casa Sunderly
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Sconosciuto di
Casa Piper
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Balon
 
Alannys
Harlaw
 
Euron
'Occhio di Corvo'
 
Victarion
 
Urrigon
 
Aeron
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Harlon
 
Quenton
 
Donel
 
Rodrik
 
Maron
 
Asha
 
Theon
 
 
 
 
 
 
Robin
 

Fonti e Note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti