Tyrion Lannister

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Tyrion Lannister
Tyrion1.jpg

Alias

Mezzo Uomo

Nano

Hugo Hill

Yollo

Gigante di Lannister

Titoli

Primo Cavaliere del Re

Mastro del Conio (ex)

Lord di Castel Granito (diritto di nascita)

Scudo di Lannisport (diritto di nascita)

Guardiano dell'Ovest (diritto di nascita)

Affiliazioni

Casa Lannister

Secondi Figli

Data e luogo di nascita

274 AA a Castel Granito

Mogli

Tysha (Matrimonio annullato)

Sansa Stark (Matrimonio non consumato)

Tyrion Lannister è il più giovane dei tre figli di Tywin e Joanna. Tyrion è un nano e per questo motivo viene deriso e chiamato Folletto. È uno dei principali PdV della saga. Nella serie tv, è interpretato da Peter Dinklage.

Indice

Carattere e Aspetto

Tyrion è acuto, educato e macchinatore. Tuttavia, è poco rispettato da suo padre a causa delle sue deformità e a causa della morte di Lady Joanna. È crudele verso i nemici ma prova compassione per gli emarginati e i maltrattati. Tyrion va molto d’accordo con suo fratello Jaime sebbene la stessa cosa non si possa dire di sua sorella Cersei. La deformità di Tyrion è causa di molti problemi e persecuzioni anche se in maniera limitata grazie al suo stato sociale, alla ricchezza e potere della sua famiglia. Tyrion è un nano, ha le gambe tozze, la fronte sporgente, un occhio verde e uno nero. In seguito, si farà crescere la barba che, come i suoi capelli, sarà bionda e nera. Durante la Battaglia delle Acque Nere, Tyrion riporta un’orribile cicatrice e perde gran parte del naso.


Storia

Tyrion è il terzo figlio di Tywin Lannister e Joanna e nasce quando Jaime e Cersei hanno già nove anni. Sua madre muore dandolo alla luce e questa sarà una delle cause (oltre alla sua deformità) che porta Tywin a disprezzarlo. Tyrion si sente escluso dalle dinamiche familiari, specialmente da parte di suo padre e di sua sorella Cersei, che lo maltrattano durante tutta la sua infanzia. Quando Tyrion compie 13 anni, insieme a suo fratello Jaime salva una ragazza di umili origini di nome Tysha dalle grinfie di alcuni briganti. Mentre Jaime si occupa dei banditi, Tyrion si prende cura della ragazza. Tysha si innamora di lui e i due finiscono per fare l’amore. Tyrion perde completamente la testa per la ragazza, tanto da sposarla in segreto. La loro felicità dura però solo due settimane. Quando Tywin Lannister viene a conoscenza delle nozze, ordina a suo figlio Jaime di dire a Tyrion che in realtà la ragazza era una prostituta e che era stato tutto un piano architettato dal ragazzo. Dal momento che la “puttana” aveva avuto la presunzione di sposare un Lannister, Tywin comanda a tutte le sue guardie di stuprala a turno e pagarla con una moneta d’argento. Costringe Tyrion a guardare la scena e infine a stuprarla anch’esso pagandola invece con una moneta d’oro. Quando Jaime si unisce alla Guardia Reale di re Aerys, Tyrion viene proposto come sostituto di suo fratello per un eventuale matrimonio con Lysa Tully ma Hoster Tully rifiuta dicendo che sua figlia aveva bisogno di un uomo intero. Quando Tyrion compie sedici anni, gli viene vietato di girare le nove città libere come avevano invece fatto i suoi zii Gerion e Tygett ma, gli viene affidato il compito di gestire le fognature e gli scoli di Castel Granito.


Eventi recenti

Il Trono di Spade

Tyrion si reca a nord insieme al corteo regale di re Robert Baratheon. Dopo la caduta di Bran Stark, Tyrion obbliga Joffery Lannister a offrire il suo cordoglio per l’accaduto ai genitori del bambino. Tutto questo, dopo averlo schiaffeggiato. Sospettoso sull’accaduto, Tyrion nota uno scambio di sguardi tra i suoi fratelli quando viene riferito loro che il bambino sarebbe sopravvissuto. Quando tutta la famiglia reale lascia Grande Inverno, Tyrion di reca a nord per vedere la Barriera. Si unisce al ranger Benjen Stark e la nuova recluta Jon Snow. Mentre è alla Barriera, Tyrion ha modo di constatare lo stato di povertà in cui versano i Guardiani della notte, ormai ridotti a poche unità con ranger scomparsi molto di frequente e i bruti sempre più a sud. Viene implorato dal Lord Comandante Jeor Mormont di mettere a conoscenza il re e suo padre dei bisogni dei Guardiano della Notte. Durante il tempo trascorso alla Barriera, Tyrion diventa amico di Jon Snow e gli dà preziosi consigli. Tyrion vede la sua condizione simile a quella del bastardo Snow e lo aiuta a convivere con la sua identità. Prima di lasciare la Barriera, Jon chiede a Tyrion di aiutare suo fratello Bran nello stesso modo in cui aveva aiutato lui. Sulla via del ritorno, si ferma a Grande Inverno. Malgrado la freddezza con cui viene accolto da Robb Stark e dai metalupi, Tyrion consegna a Mastro Luwin il progetto di una sella che permetterà a Bran di montare un cavallo e rifiuta l’ospitalità offertagli preferendo alloggiare in una locanda. Sulla via del ritorno verso Approdo del Re, Tyrion s’imbatte in Catelyn Stark alla Locanda all’incrocio. Tyrion non è a conoscenza del fatto che Petyr Baelish avesse riferito a Catelyn che la daga utilizzata per il tentato omicidio di Bran, appartenesse a lui. Con l’aiuto di alcuni alfieri di suo padre, Catelyn arresta Tyrion e lo porta a Nido dell’Aquila per essere processato. Lì, Lysa lo processa per il tentato omicidio di suo nipote e per l’assassinio di suo marito Jon Arryn, sebbene egli sia innocente per entrambi i crimini. Per costringerlo a confessare, Lysa lo rinchiude nelle Celle di Cielo. Tyrion pensa a chi possa avere commesso i crimini di cui è accusato e individua i suoi fratelli come possibili responsabili. Tyrion riesce a corrompere il suo carceriere Mord affinché riferisca a Lysa che è pronto a confessare. Al momento del processo, Tyrion chiede di essere giudicato con un processo per singolar tenzone.

Il campione di Tyrion è il mercenario Bronn che uccidendo Ser Vardis Egen, assicura a Tyrion la libertà. I due uomini lasciano Nido dell’Aquila e durante la via del ritorno, vengono circondati dal Clan delle montagne guidato da Shagga. Tyrion usa a suo favore l’intelletto e le parole per conquistare il clan promettendogli armi, armature e gloria. Il clan arriva alla fine all’accampamento Lannister guidato da Tywin Lannister che a seguito della cattura di Tyrion, aveva invaso le Terre dei Fiumi.
Tyrion e Shae, la sua preferita. Art by algesiras ©

Lord Tywin decide di far combattere Tyrion e i suoi uomini nell’imminente battaglia contro le forze degli Stark e dà a Tyrion nuovi servi tra cui un nuovo scudiero, Podrick Payne. Quella stessa notte, Tyrion manda Bronn a cercargli compagnia femminile e il mercenario gli porta una giovane prostituta di nome Shae. La ragazza piace fin da subito a Tyrion che la prende al suo servizio. Il giorno seguente, combatte nella Battaglia della Forca Verde contro l’esercito degli Stark guidato da Roose Bolton. Vincono la battaglia sebbene scopriranno solo in seguito che la battaglia non era altro che un diversivo. Nel frattempo l’esercito Lannister guidato da Jaime Lannister è stato sconfitto a Delta delle Acque e Jaime viene catturato. Lord Tywin si ritira a Harrenhal e invia Tyrion ad Approdo del Re perché eserciti come Primo Cavaliere del Re in sua assenza, per evitare che il nuovo e giovane re Joffrey Baratheon commetta altri errori come l’esecuzione di Eddard Stark. Vieta a Tyrion di portare con sé Shae, ma questi la porta via in segreto.

Lo scontro dei re

Tyrion e i suoi uomini del Clan delle Montagne, Shae e Bronn, arrivano ad Approdo del Re. Con sgomento di Cersei, Tyrion presenta la lettera nella quale veniva incaricato di sostituire Lord Tywin in sua assenza. Cersei minaccia di sbatterlo nelle segrete ma Tyrion la convince dicendole che può liberare Jaime. Cersei ammette di avere bisogno di aiuto e si allea con Tyrion. Questo porta a una contesa del potere tra i due. Tyrion prende alloggio nella Torre del Primo Cavaliere e per prima cosa rimuove dalle mura della Fortezza Rossa, la testa esposta di Eddard Stark. Tyrion si allea con Varys che lo aiuta a sostituire Janos Slynt con Ser Jacelyn Bywater come Comandante della Guardia Cittadina e manda alla Barriera Slynt e alcuni dei suoi uomini. Subito dopo, si concentra a eliminare dal Concilio Ristretto l’informatore di sua sorella. Rivela a ognuno tra Petyr Baelish, Varys e a Pycelle un piano differente sulle sue intenzioni future riguardanti Tommen e Myrcella. Quando Cersei lo affronta e parla del piano che Tyrion aveva comunicato a Pycelle, Tyrion capisce che è lui l’informatore segreto di sua sorella. Il vero piano che Tyrion ha per Myrcella è quello di inviarla a Dorne affinché venga promessa sposa al Principe Trystane Martell. Per assicurarsi un’ulteriore alleanza con i dorniani, Tyrion offre a Doran Martell un seggio nel Concilio Ristretto e promette di consegnargli gli uomini responsabili dell’assassinio di sua sorella Elia. Per aver riferito a Cersei il piano, Pycelle viene incarcerato. Tyrion inizia a portare avanti una serie di iniziative per preparare la città all’assedio, ordinando di costruire della barche da pesca. Apre anche il Bosco del Re alla caccia e invia le Cappe Oro alla ricerca di cibo ma, tutto questo non è abbastanza per sfamare la sovrappopolata città. Comanda i maniscalchi della città di iniziare a costruire un’enorme catena che gli permetterà di chiudere Le Rapide Nere. Ordina anche al piromante Hallyne dell’ Ordine degli Alchimisti di creare grandi quantità di Altofuoco. Infine invia i suoi uomini del Clan delle Montagne nel Bosco del Re per stanare gli informatori di Stannis Baratheon. Tyrion fa alloggiare Shae in una casa fuori la Fortezza Rossa per fare in modo che la sua identità resti celata. Varys tuttavia ne è a conoscenza e aiuta Tyrion ad usare il bordello di Chataya come copertura. Una volta entrato nel bordello, Tyrion passa attraverso un tunnel che lo porta dritto al luogo nel quale alloggia Shae e quindi questo gli permette di raggiungerla in tutta sicurezza senza essere seguito. Shae è irrequieta e vorrebbe vivere a corte; così dopo la Rivolta di Approdo del re, Tyrion la sposta a corte a servire Lollys. Ser Cleos Frey, cugino di Tyrion, porta i termini di pace offerti da Robb Stark che chiede che Sansa e Arya Stark vengano rilasciate in cambio di tutti i prigionieri tranne Jaime e che Joffrey rinunci alle pretese sul Nord e sulle Terre dei fiumi. Tyrion considera inaccettabili le proposte e manda Cleos con una contro offerta dove si impegna a liberare Sansa e Arya insieme ad alcuni degli alfieri degli Stark tenuti prigionieri, in cambio della fedeltà di Robb e di Jaime, progettando un piano di fuga per Jaime preparato dagli uomini di Cleos. Alliser Thorne dei Guardiani della Notte fa visita a Tyrion e porta con sé la mano di un morto vivente ma questa si deteriora prima che possa portarla al suo cospetto. Ser Alliser viene deriso da Tyrion e da tutta la corte ma gli vengono promessi alcuni prigionieri da portare con sé alla Barriera. Quando Renly Baratheon viene assassinato, Tyrion coglie l’opportunità per portare dalla parte dei Lannister i Tyrell. Invia Petyr Baelish a trattare con i Tyrell offrendo Joffrey come marito per Margaery Tyrell. Tyrion continua a demolire i piani di Cersei tra cui quello di mandare Tommen a Rosby per salvarlo dal controllo di Tyrion. Tyrion la droga per fare in modo che lei non possa partecipare a una riunione del Concilio Ristretto. In tutta risposta, Cersei fa catturare e picchiare Alayaya credendo fosse la prostituta di Tyrion e offre la sua libertà in cambio di Tommen. Tyrion, furioso promette a Cersei di portarle via tutto quello a cui tiene. Quando le forze di Stannis attaccano Approdo del Re in quella che verrà poi chiamata la Battaglia delle Acque Nere, Tyrion fa posizionare la grande catena in modo da intrappolare le navi sia dei Lannister che dei Baratheon. L’altofuoco viene poi lanciato contro le navi facendole bruciare. Durante la battaglia, Tyrion viene obbligato a guidare l’attacco perché Sandor Clegane, impaurito dal fuoco, si rifiuta di farlo. Tyrion guida i suoi uomini verso la Porta del Re. Durante la battaglia, Ser Mandon Moore della Guardia Reale, cerca di ucciderlo, tagliandogli il naso, ma Tyrion viene salvato da Podrick Payne prima che Moore riesca a ucciderlo. Perde conoscenza e si sveglia quando ormai la battaglia è terminata. Riporta svariate ferite e non ha più gran parte del naso. Tyrion crede che dietro il tentato omicidio ci sia Cersei.

Tempesta di spade

Dopo qualche settimana, Tyrion si riprende completamente, scoprendo poi che Lord Tywin, oltre a essersi assunto di nuovo il titolo di Primo Cavaliere del Re, si è anche preso tutta la gloria della vittoria contro Stannis. Tyrion viene declassato a Mastro del Conio, rimpiazzando Petyr Baelish ed è anche obbligato a sposare Sansa Stark per evitare che questa sposi Willas Tyrell. Il matrimonio va in porto ma, Tyrion sceglie di non consumarlo, dicendo alla ragazza che non la toccherà a meno che non sia lei stessa a chiederglielo. Suo padre lo spinge a consumare il matrimonio ma, Tyrion non obbedisce, decisione che gli costerà disprezzo e derisioni durante il processo. Il matrimonio non porta gioia a Tyrion in quanto Sansa lo disprezza e Shae gli rimane indifferente.

Tyrion e sua moglie Sansa Stark

Alla festa per il matrimonio di Joffrey, Tyrion litiga con il nipote e questi, poco dopo viene ucciso. Tyrion viene accusato di essere l’assassino e sotto ordine di Cersei, viene arrestato. Di nuovo, viene sottoposto ad un processo per un crimine che non ha commesso. Durante il processo, Cersei fa testimoniare Osmund Kettleblack che mente sul fatto che Joffrey temesse che Tyrion volesse avvelenarlo; Gran Maestro Pycelle sostiene che Tyrion avesse rubato una pozione e Shae lo umilia di fronte a tutta la corte. Già dopo il primo giorno, la situazione sembra precipitare, ma Tyrion opta, anche questa volta, per un processo per singolar tenzone dopo che il Principe Oberyn Martell lo visita nella sua cella e si offre di essere il suo campione. Durante il processo, Oberyn Martell combatte contro Gregor Clegane ma non riesce a vincere, sebbene ferisca mortalmente l’avversario. La morte di Oberyn condanna Tyrion, ma la notte precedente all’esecuzione, viene liberato dal fratello Jaime e da Varys, sebbene quest’ultimo sia riluttante all’idea. Durante la fuga, Jaime rivela a Tyrion la verità su Tysha. Tyrion vede l’ammissione della verità come un profondo tradimento e lascia lì Jaime, promettendo vendetta per lui, Tywin e Cersei. Prima di andarsene, dice a Jaime che sua sorella Cersei lo ha ripetutamente tradito e si assume la responsabilità per la morte di Joffrey, sebbene non sia vero. Prima di lasciare la Fortezza Rossa, Tyrion visita le camere di suo padre e trova Shae nel suo letto. La strangola e poi affronta suo padre chiedendogli che fine abbia fatto Tysha e Tywin risponde “dove vanno le puttane”. Tyrion uccide suo padre e scappa. Va al di là del Mare Stretto in una località a lui sconosciuta e scelta da Varys. Dopo la sua fuga, Cersei offre il titolo di lord a chiunque le porti la testa di Tyrion.

Il banchetto dei corvi

Tyrion è ancora in fuga attraverso il Mare Stretto. È considerato da molti un assassino di consanguinei e sterminatore di re, sebbene egli sia colpevole solo della prima accusa. Nel frattempo, ad Approdo del Re, la promessa di una lauta ricompensa per la testa Tyrion da opera di Cersei porta solo all’uccisione di tanti nani e bambini; Cersei rifiuta di punire pubblicamente chiunque uccida ingiustamente per paura che questo possa dissuadere possibili cacciatori di teste e permettere a Tyrion di fuggire.

La danza dei draghi

Tyrion fugge attraverso il Mare Stretto, valutando le opzioni a sua disposizione. Arriva ubriaco e scoraggiato a casa di Illyrio Mopatis a Pentos. Lì, Illyrio racconta al nano di Daenerys Targaryen e dei suoi tre draghi. In seguito, invia Tyrion insieme a Griff, Griff il Giovane, Ser Rolly Duckfield, Septa Lemore e Haldon soprannominato Mezzomaestro, a Volantis a bordo della Fanciulla Pudica. Durante il viaggio, assume il nome di Yollo e Hugor Hill. Pianifica di unirsi alla causa di Daenerys a Volantis. In viaggio, Tyrion capisce che Griff è in realtà l’esiliato lord Jon Connington e che Griff il Giovane è Aegon Targaryen, salvato dal Sacco di Approdo del Re. Durante la navigazione, la nave viene attaccata fagli Uomini di Pietra e Tyrion precipita in mare; rischia di affogare ma Jon Connington si butta in acqua e lo salva. Mentre si trovano a Selhorys, Tyrion (sotto ordine di Haldon), gioca a Cyvasse con Qavo Nograys, un ufficiale della dogana, per ottenere informazioni. In seguito Tyrion si reca in un bordello, più modesto rispetto a quelli a cui era abituato. Lì viene riconosciuto e catturato da Ser Jorah Mormont. Il piano di Jorah è di portare Tyrion a Daenerys e guadagnarsi nuovamente la sua fiducia. Jorah lo porta dalla Vedova del Lungofiume per cercare di rimediare un passaggio e lasciare Volantis. Lì Tyrion incontra una ragazza, anch’essa nana, di nome Penny che, dopo aver scoperto che Tyrion è indirettamente responsabile per la morte di suo fratello Oppo, prova a ucciderlo. Penny si unisce a loro nel viaggio fino a Mereen e diventa infine amica di Tyrion. A bordo della Salaesori Whoran, Tyrion conosce Moqorro. Una notte gli chiede cosa vede nelle fiamme e questi risponde di vedere I draghi, aggiungendo: “Draghi vecchi e draghi giovani, veri e falsi, della luce e delle tenebre. E vedo te, un piccolo uomo con una grande ombra, ringhiare in mezzo a tutto questo.” Tyrion si domanda se il sacerdote stesse parlando di Penny, ma Moqorro risponde di no. Tuttavia, poco dopo, Tyrion, Penny e Mormont vengono catturati dagli schiavisti Yunkai e comprati da Yezzan zo Qaggaz. Tyrion e Penny, sono obbligati a inscenare delle lotte, senza essere a conoscenza che al termine dello spettacolo, verranno mangiati dai leoni. Lo spettacolo era stato organizzato in onore di Daenerys Targaryen che quando viene a conoscenza del loro destino, impedisce la liberazione dei leoni. Alla morte del loro maestro, il trio scappa e grazie a Tyrion si uniscono alla compagnia mercenaria dei Secondi Figli sotto il comando di Ben Plumm il Marrone promettendogli la richezza di Castel Granito. Sebbene i Secondi Figli combattano contro Daenerys, Tyrion spera di poterli portare alla causa della ragazza.

Citazioni di Tyrion

Mai dimenticare chi sei, perché di certo il mondo non lo dimenticherà. Trasforma chi sei nella tua forza, così non potrà mai essere la tua debolezza. Fanne un'armatura, e non potrà mai essere usata contro di te.
Tyrion a Jon Snow (Il trono di spade



La mia mente è la mia arma. Come arma, mio fratello ha la spada e re Robert la mazza da combattimento. Io ho la mente, e per continuare ad essere un’arma valida, la mente ha bisogno dei libri quanto una spada ha bisogno della pietra per affilarla. Per questo, Jon Snow, io leggo così tanto.
Tyrion a Jon Snow (Il trono di spade)



"Quando avevo la tua età, sognavo di avere un drago tutto per me".

"Sul serio?" Il tono di Jon era sospettoso, forse temeva che Tyrion stesse prendendosi gioco di lui. "Molto sul serio. In groppa a un drago, perfino un ragazzino tutto storto e molto brutto può guardare il mondo dall'alto in basso." Tyrion spinse da parte la pelle d'orso e si alzò. "Accendevo dei fuochi nei sotterranei di Castel Granito e rimanevo a guardare le fiamme per ore, facendo finta che fossero l'alito di un drago. Certe volte immaginavo che potessero incenerire mio padre. Altre volte mia sorella..." Jon Snow continuava fissarlo, e negli occhi aveva un misto di repulsione e d'incantamento. "Non guardarmi a quel modo, bastardo" sogghignò il Folletto. "Io conosco il tuo segreto. Non dirmi che non hai avuto visioni simili”.

Tyrion a Jon Snow (Il trono di spade)



Non fidarti di nessuno, mio principe.

Non del tuo maestro senza catena, non del tuo falso padre, non del valoroso Papero, non della bella Lemore, men che meno di quegli altri buoni amici che ti hanno fatto crescere sotto un cavolo. Soprattutto non fidarti del signore dei formaggi né del Ragno tessitore né di quella piccola regina dei draghi che intendi sposare. Tutta questa diffidenza ti inacidirà lo stomaco e ti terrà sveglio la notte, è vero, ma è molto meglio l'insonnia che un sonno senza fine.

Tyrion a Griff il Giovane (I guerrieri del ghiaccio)



Povero cieco storpio patetico. Vuoi proprio che ti dica tutto? D’accordo. Cersei non è altro che una puttana bugiarda. Si è fatta fottere da Lancel, da Osmund Kettleblak e, per quanto ne so, probabilmente anche dal nostro guitto di corte. E io sono il mostro che tutti dicono. Sì, l’ho ucciso io quel tuo figlio infame.
Tyrion a Jaime (Il portale delle tenebre)



Averne di sacerdoti grassi, cinici e corrotti, quelli che amano sedere su morbidi cuscini di seta, a mangiucchuare dolci e circuire I ragazzini. Sono quelli che credono in dia a creare guai
Tyrion a Haldon (I guerrieri di ghiaccio)


Famiglia

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Tytos
 
Jeyne Marbrand
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Tywin
 
Joanna
Lannister
 
Kevan
 
Dorna Swyft
 
Genna
 
Emmon Frey
 
Tygett
 
Darlessa Marbrand
 
Gerion
 
Briony
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Robert
Baratheon
 
Cersei
 
Jaime
 
 
Lancel
 
Martyn
 
 
Janei
 
 
 
 
Ermesande Hayford
 
Tyrek
 
 
 
 
 
Joy
Hill
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Casa Baratheon
 
 
 
Tyrion
 
Sansa
Stark
 
Willem
 
Discendenti
 
 


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti