Tytos Lannister

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
House Lannister.png
Tytos Lannister
House Lannister.png
Tytos.jpg

Titoli

Lord di Castel Granito
Scudo di Lannisport
Protettore dell’Ovest

Affiliazione

Casa Lannister

Morto nel


267 CA a Castel Granito

Libri

Tempesta di spade (Menzionato)
Il banchetto dei corvi (Menzionato)
La Danza dei Draghi (Menzionato)

Tytos Lannister è stato il capo della nobile casata dei Lannister e il lord delle Terre dell’Ovest e diCastel Granito. La sua morte è antecedente la narrazione dei libri. Tytos sposa Jeyne Marbrand e ha da lei cinque figli: Tywin, Kevan, Genna, Tygett e Gerion. Di conseguenza, Tyrion, Jaime e Cersei Lannister sono i suoi nipoti.


Indice

Carattere

Lord Tytos Lannister è un uomo dall’animo gentile ma debole. Presta denaro a molti lord che non lo ripagano e i suoi vassalli ignorano molto spesso i suoi ordini [1].

Secondo sua figlia Genna, Tytos ha acconsentito al matrimonio tra lei ed Emmon Frey,il secondo figlio di Walder Frey, solo per compiacere il lord delle Torri Gemelle. I figli maggiori e i suoi vassalli ritengono infatti l'unione non paritaria [2].


Storia

Lord Tytos imprigiona Lord Tarbeck, uno dei suoi vassalli meno fedeli. La moglie di Lord Tarbeck risponde catturando tre Lannister e minacciando di far loro del male se suo marito non fosse stato liberato. Tywin suggerisce al padre di inviare Lord Tarbeck alla moglie, in tre pezzi, uno per ogni lannister, ma Tytos, uomo ben più docile di Tywin, asseconda la richiesta di Lady Tarbeck rimandando indietro suo marito [3]. 
Nel giro di qualche anno, i Tarbeck si ribellano nuovamente insieme ai Reyne di Castamere. Questa volta è Tywin ad assumere il controllo della situazione sterminando le due famiglie e distruggendo i loro castelli [4]. 
 Un autunno, Tytos si trova in mezzo tra una leonessa e la sua preda. La leonessa sbrana il suo cavallo e lo sta per attaccare, quando il guardiano dei cani di Castel Granito interviene salvandolo e perdendo nell’accaduto una gamba. Come ricompensa, lord Tytos dona al guardiano alcune terre, una fortezza e prende suo figlio come scudiero, dando vita alla Casa Clegane [5].

Negli ultimi anni di vita, Tytos si dà al vizio e ammette a corte la sua amante, una donna di umili origini figlia di un candelaio. La donna influenza enormemente Tytos, approfittando della sua poca autorità, e dà ordini ai cavalieri e ai servi, arrivando a indossare perfino i gioielli appartenuti alla moglie del lord. Tytos muore nel 267 CA dopo un infarto avuto mentre cercava di salire le scale per raggiungerla [6].

La condotta di Tytos ha molto influenzato Tywin, erede di Castel Granito alla morte del padre. Questi diventa infatti, al contrario del padre, un uomo duro che non sorride mai[1][7]. Tytos non dimentica comunque i suoi figli: lascia un’eredità non indifferente a Tywin, Kevan, Genna, Tygett e Gerion[8].


Citazioni

Lord Tywin è un personaggio completamente diverso da Tywin, gentile ma inefficiente e si fa prendere in giro da chiunque, tra cui Lord Walder Frey (quando mai un Lannister avrebbe potuto sposare un membro di una famiglia povera come i Frey?) e il Leone Rosso di Castamere, l’alfiere di Casa Lannister più ricco e potente se non anche un guerriero formidabile…
GRRM[9]



Famiglia

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Tytos
 
Jeyne Marbrand
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Tywin
 
Joanna
Lannister
 
Kevan
 
Dorna Swyft
 
Genna
 
Emmon Frey
 
Tygett
 
Darlessa Marbrand
 
Gerion
 
Briony
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Robert
Baratheon
 
Cersei
 
Jaime
 
 
Lancel
 
Martyn
 
 
Janei
 
 
 
 
Ermesande Hayford
 
Tyrek
 
 
 
 
 
Joy
Hill
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Casa Baratheon
 
 
 
Tyrion
 
Sansa
Stark
 
Willem
 
Discendenti
 
 


Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti