La confessione: differenze tra le versioni

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
(Creata pagina con "{{Infobox HBO season 1 |episode_title= La confessione |episode_number= 9 |image= right |airdate= 12 giugno 2011 (USA) <br> 9 dicembre 2011 (...")
 
 
Riga 12: Riga 12:
 
[[Eddard Stark]], imprigionato e accusato di alto tradimento, prende una decisione fatidica. Sua moglie [[Catelyn Tully]] negozia con l'evasivo lord [[Walder Frey]] e il figlio [[Robb Stark]] combatte nella sua guerra contro i [[Casa Lannister|Lannister]]. Nel frattempo, [[Jon Snow]] scopre il segreto di [[Maestro Aemon]] e [[Daenerys Targaryen]] si oppone a [[Qotho]].
 
[[Eddard Stark]], imprigionato e accusato di alto tradimento, prende una decisione fatidica. Sua moglie [[Catelyn Tully]] negozia con l'evasivo lord [[Walder Frey]] e il figlio [[Robb Stark]] combatte nella sua guerra contro i [[Casa Lannister|Lannister]]. Nel frattempo, [[Jon Snow]] scopre il segreto di [[Maestro Aemon]] e [[Daenerys Targaryen]] si oppone a [[Qotho]].
  
 +
__TOC__
  
 
==Trama==
 
==Trama==

Versione attuale delle 15:43, 15 gen 2015

La confessione
Il Trono di Spade
Ned's execution.jpg
Episodio Stagione 1, Episodio #
Messa in onda 12 giugno 2011 (USA)
9 dicembre 2011 (Italia)
Scritto da David Benioff, D.B. Weiss
Diretto da Alan Taylor
Cronologia episodi (List)
← Precedente Successivo →
"La guerra alle porte" " Fuoco e sangue"

La confessione (in originale: Baelor) è il nono episodio della prima stagione della serie tv fantasy medievale Il Trono di Spade. Della durata di 57 minuti, va in onda la prima volta il 12 giugno 2011 sul canale HBO. In Italia la puntata viene trasmessa per la prima volta il 9 dicembre 2011 sul canale satellitare Sky Cinema. L’episodio è scritto da David Benioff e D.B. Weiss e diretto da Alan Taylor. Le musiche sono composte da Ramin Djawadi.

Eddard Stark, imprigionato e accusato di alto tradimento, prende una decisione fatidica. Sua moglie Catelyn Tully negozia con l'evasivo lord Walder Frey e il figlio Robb Stark combatte nella sua guerra contro i Lannister. Nel frattempo, Jon Snow scopre il segreto di Maestro Aemon e Daenerys Targaryen si oppone a Qotho.

Indice


Trama

Nell'accampamento Lannister

Durante la cena, lord Tywin Lannister dice al figlio Tyrion che lui e i suoi barbari combatteranno nell'avanguardia dell'esercito. Tyrion è tutt'altro che felice e lascia il tavolo: quando torna alla sua tenda trova la prostituta Shae, portata da Bronn, come aveva richiesto. I tre iniziano a raccontarsi delle storie e Tyrion rivela che a 16 anni aveva sposato una donna di nome Tysha, che lui e Jaime avevano salvato da uno stupro. Quando lord Tywin ha scoperto il matrimonio ha obbligato Jaime a confessare che la ragazza era una prostituta e che il tentato stupro era tutta una messinscena, poi aveva imposto a Tyrion di guardare mentre le guardie di Castel Granito approfittavano di lei, venendo pagata una moneta d'argento per ogni prestazione. Più tardi Bronn sveglia Tyrion e gli dice che gli Stark si stanno avvicinando. Il Folletto lascia la tenda con indosso l'armatura, ma viene inavvertitamente messo k.o. dagli uomini dei clan che corrono a combattere. Quando riprende conoscenza la battaglia è già conclusa e lord Tywin gli rivela che le forze Stark contavano solo 2000 uomini, spingendo Tyrion e Bronn a chiedersi dove fossero gli altri 18000.


Alle Torri Gemelle

L'esercito degli Stark raggiunge le Torri Gemelle, un ponte fortificato controllato dall'irascibile lord Walder Frey, alfiere del padre di lady Catelyn Tully. Walder ha però chiuso il ponte e si rifiuta di far passare l'esercito, così Catelyn decide di incontrarlo per negoziare di persona. A seguito di una dura contrattazione, Walder accetta di aprire il ponte agli Stark e di unirsi a loro contro i Lannister, ma in cambio vuole che Robb Stark e Arya Stark sposino due dei suoi figli e Robb, seppur con riluttanza, accetta l'accordo. Dopo aver guadato il fiume, Robb divide l'esercito, mandando 2000 uomini a distrarre lord Tywin Lannister, mentre gli altri cercheranno di tendere un'imboscata all'esercito di Jaime Lannister, per sconfiggerlo e catturare lo stesso Jaime.


Alla Barriera

Per averlo salvato dall'attacco del ranger morto, il lord comandante Jeor Mormont dona a Jon Snow Lungo Artiglio, la spada in acciaio di Valyria inizialmente destinata al figlio del lord, Jorah Mormont, prima che andasse in esilio. Jon però si arrabbia quando Samwell Tarly gli racconta della guerra di Robb contro i Lannister e crede che il suo posto debba essere accanto a suo fratello. Maestro Aemon convoca Jon e gli spiega perché i confratelli dei Guardiani della Notte non si sposano: l'amore causerebbe solo una spaccatura che li obbligherebbe a scegliere tra il loro dovere e le persone che amano. Aemon conosce molto bene quanto sia difficile questa scelta, essendo Aemon Targaryen, zio di Aerys II, il re folle, e prozio di Daenerys, rimasto con riluttanza, ma per amore del dovere, alla Barriera mentre i membri della sua famiglia morivano o venivano mandati in esilio durante la Ribellione di Robert Baratheon. Aemon dice a Jon che deve scegliere tra il dovere o la sua famiglia.


Oltre il Mare Stretto

Khal Drogo, ormai delirante a causa della ferita al petto infettata, cade da cavallo, un evento cruciale, dato che un khal che non sa cavalcare non è più degno di essere un khal. Daenerys Targaryen ordina al khalasar di fermarsi, porta Drogo nella sua tenda e fa chiamare Mirri Maz Duur. Quando Daenerys le chiede di fare qualunque cosa per salvare il marito i cavalieri di sangue si oppongono e vogliono uccidere la maegi, che rivela a Daenerys di conoscere un incantesimo di magia del sangue, insistendo però che “la morte sarebbe più pulita”. Daenerys le ordina di praticare l'incantesimo e quando Mirri la avverte che solo la morte può pagare per una vita, la khaleesi non capisce e le ordina di nuovo di salvare Drogo. Fa portare nella tenda il cavallo del khal da usare come sacrificio, Mirri ordina a tutti di uscire e di non entrare nella tenda. Una volta fuori i cavalieri di sangue sono decisi a fermare la donna, così ser Jorah Mormont è costretto a combattere e uccidere Qotho, che poco prima aveva spinto a terra Daenerys, mandola in travaglio prima del previsto. Tutte le nutrici si rifiutano di aiutare la ragazza e Jorah è costretto a portarla all'interno della tenda per avere l'aiuto di Mirri.


Al Bosco dei Sussurri

Lady Catelyn Tully e ser Rodrik Cassel attendono Robb Stark, che torna vittorioso dalla battaglia, portando con sé un prigioniero prezioso: Jaime Lannister.


Ad Approdo del Re

Varys fa visita a lord Eddard Stark nelle segrete della Fortezza Rossa per dirgli di presentare una falsa confessione e giurare fedeltà a re Joffrey Baratheon, così che la regina Cersei Lannister lo risparmi e gli permetta di unirsi ai Guardiani della Notte. Eddard rifiuta di confessare il falso, ma cede quando Varys gli ricorda che anche la vita di sua figlia Sansa è in pericolo. Arya, che da quando è fuggita dal castello vaga per le strade di Approdo del Re come una mendicante, viene a sapere che la folla si sta radunando davanti al Grande Tempio di Baelor, dove suo padre sarà giudicato a cospetto degli dei. Eddard vede la figlia tra la folla e riesce a indicarla a Yoren, prima di essere trascinato sulle scale per confessare, sotto gli occhi di Sansa, Joffrey, Cersei e del Concilio Ristretto. Eddard confessa il suo tradimento e giura fedeltà al re davanti alla folla: soddisfatte, Sansa e Cersei chiedono la grazia come promesso, ma Joffrey, che bolla il loro come un desiderio nato da deboli cuori di donne, non ha intenzione di tollerare i traditori e ordina che Eddard venga decapitato, nonostante la regina, Varys e Pycelle tentano di dissuaderlo senza successo. Mentre Sansa osserva la scena implorando pietà per il padre, Arya cerca di salvarlo vendendo fermata da Yoren, che le impedisce di vedere il padre morire. Eddard accetta serenamente la condanna a morte.


Produzione

Scrittura

Il gioco dei troni è stato scritto da dai creatori e produttori esecutivi David Benioff e D.B. Weiss, basato sul libro Il trono di spade di George R.R. Martin. L'episodio include i capitoli da 58 a 60 e da 62 a 65 (Eddard XV, Catelyn IX, Jon VIII, Tyrion VIII, Catelyn X, Daenerys VIII, Arya V). Le scene che mostrano il gioco alcolico tra Tyrion Lannister, Bronn e Shae sono state aggiunte alla trama, anche se la storia del matrimonio sfortunato tra Tyrion e Tysha è stata narrata in un capitolo precedente. Inoltre le origini di Shae sono state modificate e nell'adattamento televisivo la ragazza viene dal Continente Orientale per dare una spiegazione plausibile all'accento dell'attrice che la interpreta (madrelingua tedesca), molto diverso da quello degli altri personaggi del Continente Occidentale. Altre modifiche importanti apportate alla trama sono state un cambiamento radicale nella strategia militare di Robb Stark, quando divide il suo esercito, e una semplificazione nella genealogia della Casa Targaryen, come spiegato da Maestro Aemon: nella serie televisiva Aerys II è il figlio di Aegon V, non il nipote, eliminando quindi Jaehaerys II dalla successione di sovrani sul trono di spade.


Titolo

Il titolo originale dell'episodio Baelor fa riferimento alla statua di Baelor il Benedetto che si trova nella piazza del Grande Tempio di Baelor, dove Arya Stark si arrampica per vedere meglio il padre confessare. Eddard Stark vede la figlia e, per indicarla Yoren, gli grida Baelor!. In italiano si è scelto di utilizzare una frase più esplicativa, facendo riferimento all'evento principale dell'episodio, la confessione di Eddard.


Cast

In questo episodio fa il suo debutto l'attrice tedesca di origini turche Sibel Kekilli nel ruolo di Shae. L'autore George R.R. Martin ha commentato che è stata straordinaria nell'audizione, dove ha dovuto recitare la scena dell'incontro tra Shae e Tyrion la notte prima della Battaglia della Forca Verde mostrata poi nell'episodio. Secondo Martin: “Tante bellissime ragazze si sono presentate per il ruolo di Shae […] ma il personaggio ha anche un'altra dimensione: non è così pratica e insensibile, c'è ancora qualcosa della ragazza della porta accanto, un senso di vulnerabilità, gaiezza e sì, innocenza. […] Tutte le nostre Shae erano bellissime, ma poche hanno catturato l'altra essenza di Shae, forse tre su venti e Sibel si è distinta. […] Guardando le audizioni qualunque uomo avrebbe voluto portarsi a letto ognuna delle nostre candidate per il ruolo di Shae. Ma Sibel ti fa anche innamorare di lei”,[1]

Debutta anche l'attore inglese David Bradley nel ruolo di lord Walder Frey, signore del guado, un personaggio che ha vent'anni in più dell'attore. Sempre della famiglia Frey debuttano Kelly Long (Joyeuse Erenford, moglie di lord Walder), Arwaya Frey, interpretata da un'attrice non accreditata, Colin Carnegie (lord Stevron Frey), Bryan McCaugherty ([Ryger Rivers]]). I ruoli di questi ultimi due attori non sono stati dichiarati ufficialmente, ma visto i ruoli sono intuibili.


Guest star


Location delle riprese

Gli interni sono stati girati negli studi irlandesi di The Paint Hall. Per gli accampamenti Stark e Lannister e i campi di battaglia è stato usato Castle Ward, nell'Irlanda del Nord.[2]

La scena climax davanti al Grande Tempio di Baelor è stata girata a Fort Manoel nella città di Gzira (Malta) [3] l'ultima settimana di ottobre 2010.[4]


Altro

In La confessione viene cambiata la sigla per la prima volta dall'ultima modifica, avvenuta nel quinto episodio: Nido dell'Aquila viene infatti rimosso e sostituita dalle Torri Gemelle.


Accoglienza

Ascolti

La confessione nella sua prima messa in onda americana è stato visto da 2,7 milioni di telespettatori, al passo con il picco registrato nell'episodio precedente. Aggiungendo gli ascolti registrati alla prima replica, si registra invece una leggera diminuzione, 3,4 milioni.[5]

In Italia la prima trasmissione dell'episodio su Sky Atlantic ha registrato 307.931 spettatori, in continuo aumento [6] e la successiva trasmissione in chiaro su Rai 461.000 (1,62% di share). [7]


Critica

La confessione è stato accolto con grandissimo entusiasmo. Elio Garcia per Suvudu scrive che è stato “senza dubbio, l'episodio che mi è piaciuto di più finora. Tutto si è unito in un' ora di televisione gloriosa: grande scrittura, interpretazioni eccezionali, uno spartito che prende vita all'improvviso come mai fino a quel momento, la regia perfetta di uno dei migliori registi televisivi”.[8] Ottime opinioni anche da parte dei critici di A.V. Club, che hanno dato A all'episodio. Todd VanDerWerff l'ha definito “senza dubbio il miglior episodio della serie fino a questo momento”[9] e David Sims l'ha trovato “magnifico”, concludendo la sua recensione con “lascerà a bocca aperta (e spezzerà il cuore)” dei telespettatori.[10]

Todd VanderWerff: “...quanto magnificamente sia stata diretta – da Alan Taylor – quella scena. La lenta ripresa sul volto di Arya quando Ned la vede. L'attenzione per l'area geografica. Il modo in cui mostra semplicemente dov'è chi, così quando la merda colpirà il ventilatore sai cosa ti aspetta. È l'evento principale del primo libro e lui lo rende alla perfezione, prendendo una scena che sembra un po' distante e cinica tra le pagine del libro e rendendola cruda e reale”.[9]

Molte critiche si sono concentrate sulla scena di climax finale, la cui regia e interpretazioni sono state osannate dalla critica. Myles McNutt per Cultural Learnings afferma: “L'ultima scena quando Arya guarda il cielo mentre tutto intorno a lei c'è silenzio e lei vede gli uccelli volare è meravigliosamente inquietante. La regia di Alan Taylor è riuscita a rendere sia il caos che la rassegnazione del momento.”[11] Alan Sepinwall di Hit Flix ha commentato che “quella scena è stata girata così magistralmente, la stanchezza nella performance di Bean e l'orrore di Maisie Williams hanno trasmesso perfettamente le emozioni del momento, anche se tutto sembrava così caotico”.[12] La carica emozionale della scena ha colpito molti critici: Scott Meslwo di The Atlantic l'ha definita “una scena assolutamente da incubo” e ha definito la morte di Eddard “raccapricciante per quanto è indegna”[13] Sia Jace Lacob di Televisionary sia Maureen Ryan di AOL TV hanno ammesso di aver pianto durante la drammatica conclusione dell'episodio.[14][15] Ryan ha trovato la scena “maestosa” e il lavoro di Alan Taylor l'ha resa più forte di quanto era stata descritta nel libro.

Oltre alla scena finale, sono state altri aspetti a essere discussi. Garcia ha apprezzato l'interpretazione di Madden e l'introduzione dei Frey,[8] Ryan ha elogiato l'ampia gamma di emozioni mostrate da Emilia Clarke nell'interpretazione di Daenerys e come Peter Dinklage ha reso la frustrazione e la confusione di Tyrion durante l'episodio.[14] Sia lei sia McNutt sono stati contenti nel vedere che la scena in cui il Folletto racconta la sua storia nella tenda con Bronn e Shae non include del sesso per mantenere alta l'attenzione degli spettatori, come era successo in alcuni episodi precedenti.[11]

C'è stato un dibattito riguardo la decisione dei produttori di non mostrare le scene di battaglia tra Stark e Lannister. Ryan ha criticato questo aspetto dicendosi “delusa che molti personaggi importanti siano coinvolti in una guerra e noi non vediamo nulla”.[14] A Sims è dispiaciuto non vedere il combattimento, anche se capisce le restrizioni di budget e pensa che “tutte queste scene di battaglia che non vengono mostrate mi fanno solo venir voglia di vedere alcune battaglie”.[10] Sepinwall conclude: “Idealmente abbiamo qualche scena di battaglia epica alla Braveheart a un certo punto, ma rispetto anche la richiesta di tempo e budget per la realizzazione. Quel tipo di scene costano una fortuna e richiedono un sacco di tempo all'interno dell'episodio e alla fine penso che avrei avuto il tempo, tipo, quello che abbiamo passato nella tenda di Tyrion la notte prima della battaglia, con la storia mortificante della sua ex moglie, e qualunque cosa abbiano speso per rendere la scena dell'esecuzione così bene come è stata resa, avrebbero potuto darci una o due lunghe sequenze di battaglia”.[12]

Fonti e note

  1. Martin, George R.R. "You Guys Are Scary Good, the Sequel". Not a blog. http://grrm.livejournal.com/168824.html. Retrieved June 10, 2011. 
  2. "Locations of Thrones: Northern Ireland". Culture Addict/History Nerd!. http://www.cultureaddicthistorynerd.com/2011/06/locations-of-thrones-northern-ireland/. Retrieved June 6, 2011. 
  3. "More on Malta". Winter is Coming.net. http://winter-is-coming.net/2010/11/more-on-malta/. Retrieved June 10, 2011. 
  4. "Day 102: Details of Malta filming". Winter is Coming.net. http://winter-is-coming.net/2010/11/day-102-details-of-malta-filming/. Retrieved June 10, 2011. 
  5. Hibberd, James. "'Game of Thrones' stunner ties ratings high". Entertainment Weekly. http://insidetv.ew.com/2011/06/14/game-of-thrones-episode-9-ratings-high-for-stunner-episode/. Retrieved June 14, 2011. 
  6. http://www.davidemaggio.it/archives/50351/ascolti-satellite-di-venerdi-9-dicembre-2011-il-trono-di-spade-chiude-con-310-000-spettatori-il-day-time-di-x-factor-a-183-000
  7. http://www.davidemaggio.it/archives/76299/ascolti-tv-di-giovedi-30-maggio-2013
  8. 8,0 8,1 Garcia, Elio. "Discussing Game of Thrones: Baelor". Suvudu. http://sf-fantasy.suvudu.com/2011/06/discussing-game-of-thrones-baelor.html. Retrieved June 13, 2011. 
  9. 9,0 9,1 VanDerWerff, Todd. ""Baelor" (for experts)". The A.V. Club. http://www.avclub.com/articles/baelor-for-experts,57424/. Retrieved June 13, 2011. 
  10. 10,0 10,1 Sims, David. ""Baelor" (for newbies)". The A.V. Club. http://www.avclub.com/articles/baelor-for-newbies,57425/. Retrieved June 13, 2011. 
  11. 11,0 11,1 McNutt, Myles. "Game of Thrones – "Baelor"". Cultural Learnings. http://cultural-learnings.com/2011/06/12/game-of-thrones-baelor/#more-7168. Retrieved June 13, 2011. 
  12. 12,0 12,1 Sepinwall, Alan. "Review: 'Game of Thrones' - 'Baelor': Get your head in the game". HitFix. http://www.hitfix.com/blogs/whats-alan-watching/posts/game-of-thrones-baelor-get-your-head-in-the-game. Retrieved June 13, 2011. 
  13. Meslow, Scott. "'Game of Thrones': Death Be Not Proud". The Atlantic. http://www.theatlantic.com/entertainment/archive/2011/06/game-of-thrones-death-be-not-proud/240326/. Retrieved June 13, 2011. 
  14. 14,0 14,1 14,2 Ryan, Maureen. "'Game of Thrones' Season 1, Episode 9 Recap". AOL TV. http://www.aoltv.com/2011/06/13/game-of-thrones-season-1-episode-9-recap/. Retrieved June 13, 2011. 
  15. Lacob, Jace. "Songs for the Dead: The Blade Falls on Game of Thrones". Televisionary. http://www.televisionaryblog.com/2011/06/songs-for-dead-blade-falls-on-game-of.html. Retrieved June 13, 2011. 


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti