Torrhen Stark

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Versione del 31 gen 2016 alle 13:08 di Daughter of Winter (Discussione | contributi)

(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Casa Stark.png
Torrhen Stark
Casa Stark.png
Torrhen Stark.jpg
Torrhen Stark affronta Aegon il Conquistatore a capo dei suoi uomini

Regno

? - Guerra di Conquista

Alias

Il Re in Ginocchio

Titoli

Re del Nord (inizialmente)
Lord di Grande Inverno
Protettore del Nord

Affiliazione

Casa Stark

Cultura

Nord

Casa reale

Casa Stark

Predecessore

Sconosciuto

Successore

Sconosciuto

Libri

Il mondo del ghiaccio e del fuoco - Menzionato
Il Trono di Spade - Menzionato
Lo scontro dei re - Menzionato
Tempesta di spade - Menzionato

Per il figlio di Edric Stark, vedi Torrhen Stark (figlio di Edric).


Torrhen Stark, altresì noto come il Re in Ginocchio, è il re del Nord ed il capo della Casa Stark al tempo in cui Aegon Targaryen invade l'Occidente con i suoi draghi.[1] Si sottomette ad Aegon durante la Guerra di Conquista, ottenendo il titolo di lord di Grande Inverno e quello di Protettore del Nord.[1]


Indice


Storia

Guerra di Conquista

Dopo che Harrenhal e Capo Tempesta sono caduti per mano di Aegon il Conquistatore, Torrhen Stark aduna il suo esercito nell'intento di contrastare il nemico. L'operazione si rivela piuttosto lunga, data la vastità del Nord. Mentre si trova ad Alto Giardino in seguito al Campo di Fuoco, Aegon apprende che Torrhen ha passato l'Incollatura e che sta ora attraversando le Terre dei Fiumi a capo di un'armata di tremila unità. Aegon accantona dunque il suo piano di marciare a sud, dirigendosi immediatamente nella direzione opposta, pronto a fronteggiare il re del Nord in sella a Balerion. Il Drago chiama in suo aiuto le sorelle Rhaenys e Visenya, così come tutti i lord che si sono alleati con lui dopo il Rogo di Harrenhal e il Campo di Fuoco. Giunto sulle rive del Tridente, Torrhen trova ad attenderlo un'armata di quarantacinquemila uomini e tre draghi.[2]

Torrhen Stark s'inginocchia di fronte ad Aegon I Targaryen.

I ricognitori di Torrhen hanno avvistato le rovine fumanti di Harrenhal e lo stesso sovrano è stato informato di quanto accaduto nel Campo di Fuoco. Alcuni lord sollecitano l'attacco, ma Torrhen comprende che, se si batterà, lui e il suo esercito verranno senz'altro annientati. Altri sudditi suggeriscono al re del Nord di ritirarsi a Moat Cailin per porre in tal luogo la sua base, mentre il fratellastro illegittimo del sovrano, Brandon Snow, si offre di attraversare il Tridente al calar del buio e di abbattere i draghi.[2]

Infine, Torrhen, deciso a trattare con Aegon, manda il fratellastro e tre maestri dall'altra parte del fiume. Le trattative si protraggono per tutta la notte. Al mattino, Torrhen passa il Tridente e s'inginocchia davanti al Drago, al quale consegna la sua corona e giura fedeltà. La resa vale all'ex monarca i titoli di lord di Grande Inverno e di Protettore del Nord.[3][2] Da questo momento in poi, Torrhen viene ricordato come "il Re in Ginocchio".[2] Il destino della corona del Nord tra le mani di Aegon rimane sconosciuto.[4] La Locanda dell'Uomo in Ginocchio è edificata proprio nel punto in cui Torrhen ha prestato atto di sottomissione.[5]


Regno di Aegon I

In seguito alla resa di Torrhen, nel Nord si forma una compagnia di spade mercenarie chiamata Compagnia della Rosa. Ne fanno parte uomini e donne della regione che rifiutano di appoggiare il governo di Aegon I Targaryen. I ribelli scelgono la via dell'esilio volontario al di là del Mare Stretto.[6]

I figli di Torrhen sono in disaccordo con l'amministrazione della Casa Targaryen e taluni arrivano a pensare d'insorgere, non si sa se con o senza l'approvazione del padre. Tuttavia, non ci è noto di ribellioni di Stark dopo la Conquista.[7]

La figlia di Lord Torrhen sposa Ronnel Arryn, il signore di Nido dell'Aquila.[7][8] Il matrimonio è stato disposto dalla regina Rhaenys Targaryen al fine di garantire l'unità del regno appena costituitosi. Alla Cittadella sono conservate lettere in cui si riporta che Lord Stark abbia acconsentito all'unione soltanto dopo molte proteste e che i suoi figli non abbiano presenziato alle nozze.[7] Lord Ronnel viene assassinato dal suo stesso fratello, Jonos Arryn, durante il regno di Aenys I Targaryen.[9][8] Jonos trucida l'intera famiglia del lord della Valle, ma non si sa se, a tal punto, la figlia di Torrhen sia ancora in vita oppure no.[10]


Morte

Torrhen è sepolto nelle cripte di Grande Inverno.[11]


Famiglia

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Brandon Snow
 
Torrhen
 
Sconosciuta
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ronnel
Arryn
 
Figlia
 
 
Figli
maschi
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Figli



Fonti e note

  1. 1,0 1,1 Il gioco del trono, Appendice.
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco, Il regno dei Draghi: la Conquista.
  3. Il gioco del trono, Capitolo 66, Bran.
  4. Lo scontro dei re, Capitolo 7, Catelyn.
  5. Tempesta di spade, Capitolo 11, Jaime.
  6. Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco, Le figlie litigiose: Myr, Lys e Tyrosh.
  7. 7,0 7,1 7,2 Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco, Il Nord: i lord di Grande Inverno.
  8. 8,0 8,1 Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco, La Valle: Casa Arryn.
  9. Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco, I re Targaryen: Aenys I.
  10. Sons of the Dragon reading, LonCon 2014[1]
  11. Lo scontro dei re, Capitolo 69, Bran.
Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti