Victarion Greyjoy: differenze tra le versioni

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
 
Riga 6: Riga 6:
 
|Row 1 info = Capitano di ferro
 
|Row 1 info = Capitano di ferro
 
|Row 2 title = Titoli
 
|Row 2 title = Titoli
|Row 2 info = Lord comandante della [[Flotta di Ferro]] <br> Commodoro della [[Vittoria di Ferro]]
+
|Row 2 info = [[Lord Comandante della Flotta di Ferro]] <br> Commodoro della [[Vittoria di Ferro]]
 
|Row 3 title = Affiliazione
 
|Row 3 title = Affiliazione
 
|Row 3 info = [[Casa Greyjoy]]
 
|Row 3 info = [[Casa Greyjoy]]

Versione attuale delle 22:38, 19 mar 2016

Greyjoy coat sigil.png
Victarion Greyjoy
Greyjoy coat sigil.png
800px-Kingsmoot-by-Arkoniel.jpg
Victarion Greyjoy © Mathia Arkoniel

Alias

Capitano di ferro

Titoli

Lord Comandante della Flotta di Ferro
Commodoro della Vittoria di Ferro

Affiliazione

Casa Greyjoy

Cultura

Uomini di Ferro

Nato

a Pyke

Libro/i

Lo scontro dei re - Appare
Tempesta di spade - Menzionato
Il banchetto dei corvi - PdV
La danza dei draghi - PdV
The Winds of Winter - PdV

Victarion Greyjoy è un membro di Casa Greyjoy, un fratello minore di Balon Greyjoy, Lord Comandante della Flotta di Ferro e commodoro della Vittoria di Ferro, la nave ammiraglia. È un capitano esperto e un guerriero brutale, ma al di fuori dalla battaglia è calmo. Ha molto rispetto per gli avversari che si sono dimostrati coraggiosi. È un uomo devoto e indossa l’armatura a piastre completa durante la navigazione perché non ha paura di annegare. Diventa un personaggio con PdV da Il banchetto dei corvi.

Indice


Aspetto e carattere

Victarion è un uomo alto e possente. In battaglia indossa l’armatura a piastre completa, un elmo a forma di kraken e brandisce un’ascia spietata. Nonostante i suoi capelli inizino a ingrigire, Victarion è ancora dotato di una forza straordinaria. È un uomo estremamente leale, ma nonostante abbia più volte dimostrato di essere un ottimo condottiero, i membri della sua famiglia non lo considerano una persona brillante e astuta. Victarion ricorda con amarezza quando, da ragazzo, veniva deriso dai suoi fratelli Euron e Aeron: spesso lo elogiavano e lui non capiva di essere preso in giro, fino a quando non ridevano di lui.[1] Theon, di ritorno a Pyke, lo reputa leale, ma non abbastanza astuto o ambizioso da complottare contro di lui. [2]

Storia

Victarion è nato dal secondo matrimonio di Lord Quellon Greyjoy, signore di Pyke: ha due fratelli maggiori, Balon e Euron, e uno minore Aeron. È molto legato al fratello Balon, che ha sempre seguito fedelmente sin da bambino. Guida la Flotta di Ferro durante la Ribellione dei Greyjoy, quando, seguendo un piano ideato da Euron, salpa alla volta di Lannisport e lancia di persona la prima torcia sulla nave ammiraglia della flotta di Tywin Lannister. Più tardi durante il conflitto, Victarion cade nella trappola di Stannis Baratheon: la Flotta di ferro viene distrutta a largo di isola Bella e il vascello di Aeron viene spaccato a metà da Furia, la nave di Stannis. Dopo la ribellione Victarion continua a ricoprire il ruolo di Lord comandante della Flotta di Ferro. Victarion si sposa tre volte: la prima moglie muore di parto con la bambina appena nata, la seconda muore di malattia e la terza viene picchiata a morte da Victarion stesso, dopo aver scoperto che Euron l’aveva sedotta e messa incinta. Balon non avrebbe tollerato spargimenti di sangue tra fratelli, un peccato mortale sia agli occhi degli dei che degli uomini, così esilia Euron. Victarion non ha più preso moglie né perdonato Euron.

Eventi recenti

Lo scontro dei re

Victarion guida i suoi uomini all'assalto. © Matt Olson

Theon dice ad Esgred che uno dei primi membri per l’equipaggio per la sua nuova nave è Rymolf il Tempestoso, un timoniere prestatogli da Victarion. Victarion è presente al ricevimento in onore dei vassalli riuniti a Pyke, seduto alla sinistra di Balon. Quando Asha prende in giro Theon, Victarion e molti altri uomini ridono della reazione del giovane. Più tardi, durante un incontro privato per decidere il piano di conquista, riceve da Balon l’ordine di guidare la Flotta di ferro all’assalto di Moat Cailin, la chiave di conquista del Nord. Gli uomini di ferro conquistano la fortezza senza problemi.


Tempesta di spade

Victarion è ancora a Moat Cailin intento a difendere la fortezza dall’assalto continuo dei diavoli della palude. La notizia della morte di Balon e del ritorno di Euron si diffonde in tutto il Continente Occidentale. Robb Stark e i suoi alleati sono convinti che Victarion avrebbe abbandonato Moat Cailin per tornare alle Isole di Ferro, liberando così la via per tornare a Grande Inverno. [3]


Il banchetto dei corvi

Victarion Greyjoy by Amoka ©

Aeron, saputo della morte di Balon, decide di indire un’acclamazione di re per facilitare l’ascesa al trono di Victarion ed evitare lo scontro diretto con Euron. Aeron pensa che Victarion sarebbe l’erede perfetto perché devoto e perché avrebbe continuato il piano di conquista iniziato da Balon. [4]

Victarion inizialmente rifiuta di lasciare Moat Cailin, poiché Balon gli aveva ordinato di difendere la fortezza, ma dopo la decisione di indire un’acclamazione di re, spinto dai suoi capitani, decide di lasciare Moat Cailin nelle mani di Ralf Kenning e tornare alle Isole di Ferro con la Flotta per decidere il successore sul Trono del Mare. Sebbene accetti di buon grado di prendere ordini dai figli di Balon, non può invece sopportare l’idea di vedere Euron seduto sul trono e chiamarlo “re”.

Victarion viene accolto con entusiasmo dai capitani e i marinai raccolti a Vecchia Wyk per l’acclamazione. La sera stessa da un banchetto in onore dei suoi sostenitori, a cui partecipa anche il fratello Aeron. Molti gli promettono sostegno: Hotho Harlaw il Gobbo, erede di Harlaw, gli offre persino la figlia in sposa, mentre non riesce a convincere Baelor Blacktyde.Tra i presenti, Victarion vede anche Asha che gli comunica le sue intenzioni: partecipare all’acclamazione e reclamare il Trono del Mare come erede di Balon. L’atmosfera viene però presto rovinata dall’arrivo di Euron e dei suoi sostenitori. Poco dopo Victarion e Asha parlano in privato: Asha gli promette di sostenere la sua ascesa al trono, ma in cambio dovrà accettarla come Primo Cavaliere. L’idea di essere preso in giro perché si fida di una donna spinge Victarion a rifiutare la proposta della nipote. Cerca inoltre di dissuaderla dal partecipare all’acclamazione, ma Asha è irremovibile. La ragazza riesce però a scoprire la verità sulla morte della moglie dello zio e sull’esilio di Euron: Victarion ricorda con amarezza, ma senza dirlo ad Asha, di quando Euron aveva riso di lui: “È venuta da me tutta bagnata e vogliosa. Pare che Victarion sia grande e grosso ma non dove conta.”[5] All’acclamazione di re, Victarion si presenta con tre campioni: Nute il Barbiere, Ralf lo Zoppo e Ralf Stonehouse, tre rispettati guerrieri. Promette di continuare il progetto di conquista e indipendenza voluto da Balon, il suo discorso è convincente e vince molti sostenitori, ma alla fine la folla preferisce Euron. [6] Nonostante l’odio per il fratello, la sua natura obbediente e leale lo spinge a seguire gli ordini del suo nuovo re. Euron premia la sua fedeltà donandogli la Donna Scura, una donna trovata in una nave di schiavisti diretta a Lys: è bellissima, ma muta. Victarion inizialmente la rifiuta, ma quando Euron minaccia di ucciderla, decide di prenderla con sé, anche se si ripromette di ucciderla più avanti. [5]

Su ordine del nuovo re, Victarion guida l’attacco alle Isole Scudo, massacra marinai e uccide anche Talbert Serry, figlio di Lord Osbert Serry: nel duello viene ferito alla mano. Dopo la vittoria raggiunge Euron che ha occupato il castello di Lord Humfrey Hewett. Victarion disapprova la crudeltà del fratello nei confronti delle donne catturate ed è inoltre costretto a osservare impotente Euron portargli via molti suoi fidati compagni, dando loro cariche sulle isole appena conquistate. Victarion perde così Nute il Barbiere, suo fedele amico e ufficiale in seconda. [7] Sembra che Euron sia a conoscenza dell’odio di Victarion nei suoi confronti. Lo convoca comunque per un incontro privato, dove gli chiede di trovare Daenerys Targaryen e portarle la sua proposta di matrimonio per avere il controllo dei draghi e ascendere al Trono di Spade: a Victarion spetterebbe allora il Trono del Mare. Il capitano accetta, ma decide tra sé e sé di convincere Daenerys a sposare lui, per rubare la moglie a Euron e vendicarsi.

La danza dei draghi

Victarion e il braccio guarito dalla magia di Moqorro (Lukasz Jaskolski per Fantasy Flight Games ©)

Victarion divide la Flotta di Ferro, più di novanta navi, in tre squadroni e parte per Meereen. A bordo, insieme a lui oltre all’equipaggio ci sono la Donna Oscura e maestro Kerwin, che Euron gli ha imposto di portare con sé. Durante il viaggio, Victarion perde quasi metà delle navi, ma riesce a catturare alcuni vascelli mercantili e il loro carico. La sua ferita alla mano continua a peggiorare e Victarion sospetta che Kerwin lo stia avvelenando: ogni volta che il giovane gli propone di amputare l’arto infettato, Victarion glielo proibisce, come non vuole se ne parli all’equipaggio. Rinuncia a uccidere la Donna Oscura, che si prende cura di lui: il capitano, inoltre, le confida i suoi pensieri e le sue riflessioni, forte del fatto che lei non avrebbe potuto parlarne con nessuno. Victarion le assicura che diventerà l’ancella personale di Daenerys dopo il loro matrimonio. [1]

La Flotta si trova all’Isola dei Cedri in attesa degli altri squadroni, quando il capitano della Cordoglio gli presenta un Prete Rosso che aveva trovato aggrappato a un relitto. L’equipaggio lo vuole uccidere, ma Moqorro promette di curare la ferita di Victarion con la magia. L’incantesimo riesce e il prete convince il capitano a sacrificare maestro Kerwin per avere venti favorevoli. Il braccio curato è brutto a vedersi, ha l’aspetto di carne bruciata e quando Victarion piega le dita dalle fessure esce del fumo, ma sembra più forte che mai.

Come Melisandre, Moqorro riesce a vedere il futuro tra le fiamme e usa la magia per aiutare il capitano. L’equipaggio teme il Prete Rosso e lo soprannomina “Fiamma Nera”. Victarion inizia a offrire sacrifici sia al Dio Abissale che a R'hllor: da una nave di schiavi appena catturata sceglie le sette ragazze più belle e le fa bruciare vive, libera poi gli altri, seguendo l’esempio di Daenerys. Moqorro lo avvisa di aver visto la regina sposata tra le fiamme, ma Victarion non è preoccupato e risponde: “Non sarebbe la prima donna che rendo vedova”. Il capitano poi mostra al prete il corno di drago che Euron aveva trovato tra le rovine di Valyria, Evocatore di Draghi: Moqorro legge le iscrizioni e spiega che per controllare i draghi di Daenerys, Victarion deve conquistare il corno con il sangue.


The Winds of Winter

Victarion si prepara ad attaccare Meereen e continua a offrire il suo sangue al corno per domare i draghi, come suggeritogli da Moqorro. Sceglie poi i tre marinai che avrebbero dovuto suonare lo strumento e attirare a sé i draghi.


Citazioni di Victarion

Lo spettacolo delle loro vele riscaldò il cuore di Victarion Greyjoy. Nessun uomo aveva mai amato le proprie mogli la metà di quanto il lord comandante amava le sue navi"
Victarion contempla la Flotta di Ferro. [5]


"Sono stato un fratello leale. Quando Balon si sposò, inviò me a Harlaw per prendere la sua sposa. Ho comandato le sue navi lunghe in molte battaglie, e le ho vinte tutte tranne una. La prima volta che Balon fu incoronato, salpai io l'ancora per andare a Lannisport ad accendere il fuoco sotto la coda del Leone. La seconda volta, mandò me a scuoiare il Giovane lupo, nel caso fosse tornato a casa urlante. Quello che avrete da me è nulla più di quello che avete avuto da Balon. È tutto ciò che ho da dire."
Il discorso di Victarion durante l'Acclamazione di re. [6]


VENITE! Venite a uccidermi, se ci riuscite."
Victarion durante l'attacco al vascello di Talbert Serry. [7]



Il veleno era per vigliacchi, donne e dorniani."
Victarion osserva la ferita alla mano in decomposizione. [1]



Dov’è questo Mare Dothraki? Lo attraverserò con la mia Flotta di Ferro e troverò la mia regina, ovunque sia."
Victarion interroga il capitano di un peschereccio a largo di Meereen. [8]



La donna più bella del mondo ha un immediato bisogno della mia ascia."
Victarion scopre che Daenerys Targaryen è circondata dai nemici a Meereen. [8]


Citazioni su Victarion

"Il lord comandante della Flotta di Ferro, temibile guerriero. Ho sentito molte ballate su di lui nelle birrerie.”

“Victarion è un po’ come uno di quei grossi manzi grigi, forte e instancabile e testardo, ma che non arriverà mai a vincere niente. Non dubito che servirà me con la medesima lealtà con la quale ha servito il lord mio padre. Tanto non ha l’astuzia né l’ambizione per complottare un tradimento."

Esgred e Theon Greyjoy parlano di Victarion [2]



Victarion deve essere re o la tempesta ci spazzerà via tutti
Aeron Greyjoy riflette sui successori di Balon [4]


Famiglia

Sconosciuto di
Casa Stonetree
 
 
 
Quellon
 
 
 
 
 
Sconosciuto di
Casa Sunderly
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Sconosciuto di
Casa Piper
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Balon
 
Alannys
Harlaw
 
Euron
'Occhio di Corvo'
 
Victarion
 
Urrigon
 
Aeron
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Harlon
 
Quenton
 
Donel
 
Rodrik
 
Maron
 
Asha
 
Theon
 
 
 
 
 
 
Robin
 

Fonti e Note

  1. 1,0 1,1 1,2 La danza dei draghi, Capitolo 56, Il Pretendente di Ferro (Victarion I).
  2. 2,0 2,1 Lo scontro dei re, Capitolo 24, Theon.
  3. Tempesta di spade, Capitolo 45, Catelyn.
  4. 4,0 4,1 Il banchetto dei corvi, Capitolo 1, Il Profeta.
  5. 5,0 5,1 5,2 Il banchetto dei corvi, Capitolo 18, Il Comandante di Ferro.
  6. 6,0 6,1 Il banchetto dei corvi, Capitolo 19, The Drowned Man.
  7. 7,0 7,1 Il banchetto dei corvi, Capitolo 29, Il Predone.
  8. 8,0 8,1 La danza dei draghi, Capitolo 63, Victarion II.


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti