Assedio di Delta delle Acque

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Assedio di Delta delle Acque
Siege of Riverrun.jpg
Conflitto Guerra dei Cinque Re
Data 300 CA
Luogo Delta delle Acque
Esito Vittoria del Trono di Spade
Combattenti
Trono di Spade
Casa Tully
Comandanti
Ser Jaime Lannister
Ser Daven Lannister
Ser Ryman Frey
Ser Brynden Tully
Forze
2000 uomini Lannister
2000 uomini Frey
200 uomini
Vittime
Numero sconosciuto Numero sconosciuto

Per il primo assedio di Delta delle Acque, consultare Battaglia degli Accampamenti.


L' Assedio di Delta delle Acque si svolge verso la fine della Guerra dei Cinque Re.


Indice

Antefatto

A seguito della morte di re Robb Stark alle Nozze Rosse, ser Brynden Tully torna a Delta delle Acque e vi si barrica con 200 uomini della guarnigione, gli abitanti del castello e Jeyne Westerling, la moglie del defunto sovrano, insieme ad alcuni parenti della ragazza. Lord Edmure Tully, prigioniero dei Frey, viene privato di titoli e domini per essersi alleato con i ribelli, invece, per aver collaborato con la corona alla caduta del re ribelle, lord Tywin Lannister, Primo Cavaliere del Re, affida il dominio di Delta delle Acque ad Emmon Frey, creando così la Casa Frey di Delta delle Acque. Il castello però è ancora nelle mani di ser Brynde Tully che non ha intenzione di arrendersi, così i Lannister, i Frey e i lord dei fiumi che dopo la morte di Robb Stark hanno giurato fedeltà a re Tommen Baratheon, stringono d'assedio il castello per convincere l'occupante ad arrendersi e andarsene. Il comando dell'assedio è affidato a ser Daven Lannister, Protettore dell'Ovest.[1]


L'assedio

Ser Brynden Tully aveva capito che si sarebbe presto trovato intrappolato in un assedio, così ha raccolto tutto il cibo e le risorse nei territori circostanti, cacciato tutte le bocche inutili dal castello e si è preparato ad affrontare un lungo assedio. Per convincere ser Brynden ad arrendersi, ser Ryman Frey fa rimanere lord Edmure Tully in piedi su una forca tutto il giorno, minacciando di impiccarlo, senza però mai attuare la minaccia e l'assedio continua. Ser Ryman cerca inoltre di parlare direttamente con ser Brynden, ma la trattativa non porta a nulla di concreto.[2]

Nel tentativo di porre fine all'assedio, la regina Cersei Lannister manda il fratello Jaime ad assumere il comando del campo. Quando incontra il cugino Daven Lannister, Jaime scopre tutti i problemi che intralciano l'operato degli assedianti, primo tra tutti l'incapacità di mettersi d'accordo su una linea comune d'azione. I Frey, inoltre, non condividono le loro riserve alimentari con gli alleati, obbligandoli ad andare a caccia nei dintorni. I lord dei fiumi presenti, invece, collaborano solo perché costretti e la sulla loro lealtà non si può fare affidamento.[2]

Jaime chiede di poter parlare di persona con ser Brynden per convincerlo ad arrendersi, ma il Pesce Nero rifiuta ostinatamente. Jaime sottolinea che la disparità di forze è tale che il vantaggio dell'esercito Lannister-Frey è di 20 a 1, anche se Brynden sa che avere 20 volte il numero degli uomini vuol dire disporre di una quantità ingente di cibo, che i Lannister non hanno, dato che le risorse scarseggiano e i Frey non aiutano i loro alleati in questo senso. A seguito del fallimento della trattativa, Jaime caccia ser Ryman per la sua incompetenza e parla direttamente con lord Edmure, convincendolo a trattare con suo zio dopo avergli illustrato cosa accadrà se lui sarà costretto ad assaltare il castello:

Hai visto le dimensioni del nostro esercito, Edmure. Hai visto le scale, le torri, le catapulte, gli arieti. Appena darò l'ordine, mio cugino attraverserà il fossato e sfonderà le porte. Centinaia di uomini moriranno, per lo più tra le tue file. I tuoi alfieri di un tempo formeranno la prima ondata d'assalto, per cui inizierai la giornata uccidendo i padri e i fratelli degli uomini che sono morti per te alle Torri Gemelle. La seconda ondata sarà composta dai Frey, ne ho in abbondanza. Seguiranno i miei guerrieri dell'Occidente. Loro attaccheranno quando i tuoi arcieri saranno a corto di frecce e i tuoi cavalieri saranno talmente stremati da non essere più in grado nemmeno di sollevare le lame. Quando il castello cadrà, tutti i tuoi saranno passati a fil di spada. Tutti, indistintamente. La tua plebaglia sarà macellata, il tuo parco degli dèi devastato, i tuoi manieri e le tue torri saranno dati alle fiamme. Farò abbattere le tue mura, e devierò il corso del Tumblestone sopra le rovine. Quando avrò finito, nessuno saprà che in quel luogo era esistito un castello. Tua moglie potrebbe addirittura partorire prima di allora. Immagino che vorrai avere tuo figlio. Te lo manderò appena tagliato il cordone ombelicale, con una catapulta.
[3]


Lord Edmure accetta di parlare con suo zio Brynden. Il giorno successivo, Edmure consegna il castello, ma permette a Brynden di fuggire, facendo perdere a Jaime un prigioniero prezioso.[4]


Conseguenze

Lord Edmure Tully diviene prigioniero dei Lannister e viene mandato a Castel Granito, dove sara seguito dalla moglie, Roslin Frey, dopo che avrà partorito. Jeyne Westerling e i suoi famigliari bloccati a Delta delle Acque vengono liberati e tornano nelle Terre dell'Ovest, scortati da un largo gruppo di soldati.

Vengono formati tre gruppi per cercare ser Brynden Tully, probabilmente fuggito a nuoto lungo la Forca Rossa, mentre ser Ryman Frey viene trovato impiccato nei pressi di Fairmarket, ma non si sa da chi sia stato ucciso, anche se il figlio Edwyn avanza alcune ipotesi.

Lord Emmon Frey prende possesso del suo nuovo seggio, creando ufficialmente la Casa Frey di Delta delle Acque e Jaime Lannister parte alla volta di Raventree Hall per porre fine ai combattimenti nella zona.[4]


Capitoli dedicati

L'Assedio di Delta delle Acque è narrato dettagliatamente nei seguenti capitoli:


Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti