Bardo Blu

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Wat

Alias

Bardo Blu

Affiliazione

Casa Tyrell

Libri

Il banchetto dei corvi - compare
La danza dei draghi - menzionato

Il Bardo Blu è un giovane cantastorie in servizio presso la Casa Tyrell. Il suo vero nome è Wat.[1]


Indice

Aspetto

Wat è un bel ragazzo che si veste sempre di blu[2] e si tinge i capelli, ricci e lunghi fino alle spalle, dello stesso colore, secondo la moda di Tyrosh.[1]


Storia

Wat è il figlio di un fabbricante di candele, cresciuto affinché apprendesse l'arte del commercio, ma scopre di essere più portato per la fabbricazione di liuti. A dodici anni fugge di casa e si unisce a un gruppo di musicisti. Ha attraversato metà dell'Altopiano, prima di giungere ad Approdo del Re in cerca di un mecenate.[1]


Eventi recenti

Il banchetto dei corvi

Wat fa parte dell'entourage della Casa Tyrell e si esibisce al matrimonio di re Tommen Baratheon e Margaery Tyrell.[2] La regina Cersei Lannister decide di servirsi di Wat nel suo piano per liberarsi di Margaery: gli chiede di esibirsi a una cena dove sono presenti anche Orton Merryweather e la moglie, lady Taena. Al termine del pasto, la regina accusa Wat di aver giaciuto con Margaery e ordina che venga arrestato, anche se il ragazzo nega di averlo mai fatto. In presenza di Cersei, Wat viene spogliato e mutilato da Qyburn, che gli asporta gli occhi e i capezzoli: quando, infine, il ragazzo smette di negare, gli viene insegnata la confessione che Cersei vuole sentire. Sotto tortura, Wat fa i nomi di tutti i presunti amanti di Margaery:

Wat nomina anche Loras Tyrell e i gemelli Redwyne, Horas e Hobber, ma Cersei lo fa ritrattare perché infangare il nome di ser Loras è rischioso e non può accusare i due gemelli, in quanto ha bisogno dell'alleanza della Casa Redwyne e delle sue navi per affrontare la minaccia degli Uomini di Ferro.[1]

A seguito dell'arresto di Margaery e del conseguente arresto della stessa Cersei, Qyburn consegna Wat ai membri del Credo, che lo torturano di nuovo, ma lui continua a ripetere la confessione che gli hanno insegnato.[3]


La danza dei draghi

Wat è ancora prigioniero del Credo. Secondo ser Kevan Lannister, è impazzito.[4]


Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti