Bastardo

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Aegor Rivers, uno dei Grandi Bastardi di Aegon IV Targaryen - by Marc Simonetti©
Una figlia bastarda del principe Oberyn Martell - by Magali Villeneuve © FFG
Jon Snow, il figlio bastardo di Lord Eddard Stark - by Natascha Roeoesli © FFG

Un bastardo è un individuo i cui genitori non sono sposati fra loro al momento della sua nascita. I bastardi sono comunemente additati come figli del peccato e della lussuria, un’etichetta infamante ed assai ardua da rimuovere. Un termine cortese per riferirsi a qualcuno di origini bastarde è "figlio (o figlia) naturale". Un appellativo meno educato e più spregiativo è invece "nato dal volgo", non tuttavia applicabile ad un bastardo i cui genitori abbiano entrambi sangue nobile. L’espressione "nascere dal lato sbagliato del letto" è un eufemismo per descrivere le origini illegittime di un individuo concepito da due nobili.


Indice


Stato sociale e famiglia

Ne Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, non è strano, per un nobile, avere un figlio bastardo o anche più d’uno. È tuttavia atipico che egli porti i propri bastardi nella sua dimora, per crescerli insieme ai suoi figli legittimi.[1] In tal caso, una lady ha il diritto d’insultare i figli illegittimi del marito, i quali portano disonore sia a lei che ai suoi eredi “di sangue puro”.

I bastardi nati da un uomo e una donna di nobili natali non sono considerati come appartenenti al volgo, sebbene pure un decreto reale possa difficilmente rimuovere il cosiddetto marchio del bastardo.[2] Il figlio legittimo di un bastardo ha diritto a cambiare il proprio cognome per indicare la legittimità delle sue origini, com’è accaduto per il figlio legittimo di un Waters, il quale ha modificato il proprio cognome sancendo la nascita della Casa Longwaters.[3][4]

Un bastardo può venire riconosciuto dal padre biologico in qualsiasi momento ed essere quindi eventualmente e formalmente accolto da lui nella propria casa. Re Robert I Baratheon riconosce Edric Storm, che viene però cresciuto a Capo Tempesta.[5] Alla morte di Domeric Bolton, Lord Roose Bolton porta il figlio bastardo Ramsay Snow a Forte Terrore, che riconoscerà in seguito.[6][7]

La legittimazione ufficiale, che rimuove effettivamente il marchio del bastardo, è prerogativa dei soli monarchi. La regina Rhaenyra Targaryen legittima i fratelli Addam e Alyn di Hull, rendendoli degni eredi di Lord Corlys Velaryon.[8] Aegon IV Targaryen legittima tutti i suoi figli bastardi, sia quelli avuti con nobildonne (i cosiddetti Grandi Bastardi) che quelli concepiti con donne del volgo. Quasi un secolo più tardi, lo stato di bastardo di Ramsay Snow viene rimosso per decreto reale, in ricompensa al ruolo essenziale ricoperto dai Bolton nelle Nozze Rosse, l’episodio che porta alla caduta di re Robb Stark. L’atto non contribuisce, però, in realtà, a cancellare completamente l’onta del bastardo.

In qualità di re del Nord, Robb aveva in mente di legittimare il fratello bastardo Jon Snow e renderlo suo erede; tuttavia, ciò sarebbe stato considerato valido soltanto dai sostenitori di Robb. Morto quest’ultimo, Stannis Baratheon, autoproclamatosi re dei Sette Regni, si propone a sua volta di legittimare Jon e nominarlo signore di Grande Inverno, ma il ragazzo bastardo declina l’offerta rimanendo fedele al suo giuramento e divenendo in breve Lord Comandante dei Guardiani della Notte.

Robert I Baratheon è fermamente convinto che Joffrey sia suo figlio e quindi lo indica come suo legittimo erede al Trono di Spade. Quando la verità sulle origini del ragazzo viene a galla, e cioè l’adulterio e l’incesto di cui la regina Cersei Lannister si è macchiata dando alla luce tutti e tre i suoi figli, la pretesa al trono di Joffrey è subito messa in discussione da Stannis, fratello del defunto Robert.

Solitamente, un bastardo viene riconosciuto, ma non legittimato. Eddard Stark riconosce Jon Snow come suo figlio e membro della Casa Stark, pur senza legittimarlo. Jon porta il cognome che nel Nord è assegnato, per tradizione, a tutti i bastardi e non rientra nella linea di successione della nobile casata del padre. Molti bastardi non vengono mai riconosciuti e, di conseguenza, non hanno la possibilità di apprendere delle loro vere origini, come nel caso di Gendry.

È considerato rude indagare circa le origini dei figli naturali di un nobile. Si dice che i bastardi, figli della menzogna così come della debolezza, crescano più in fretta degli altri bambini, più smaliziati, lascivi e infedeli.[9][10]


Diritti sull’eredità

I bastardi del volgo non hanno pressoché alcun diritto sull’eredità, sia di fronte alla legge che per tradizione. In genere, un bastardo eredita solo nel caso in cui il padre non abbia figli legittimi oppure su decreto reale. Non è chiaro se, quando ciò accade, un bastardo sia posto alla fine della linea di successione o se la sua pretesa sia tenuta in conto in base all'età.[11]

Un bastardo ha diritto ad essere insignito del cavalierato al pari di chiunque altro. Allo stesso modo, può entrare a far parte della Guardia Reale, come hanno fatto Robert Flowers e Addison Hill, entrambi divenuti Lord Comandanti.[12] Nei Guardiani della Notte, qualsiasi confratello può essere elevato a posizioni di comando: Cotter Pyke è a capo della guarnigione del Forte Orientale, mentre Brynden Rivers, Jon Snow e Robin Hill ottengono addirittura la carica di Lord Comandante.

Un bastardo può studiare alla Cittadella e diventare maestro.


Araldica

Un bastardo nato da nobili non ha il diritto di adottare lo stemma della casata dei genitori, a meno che non vi apporti delle modifiche, invertendo un colore, ad esempio, oppure aggiungendo una fascia diagonale o, ancora, facendo entrambe le cose.

Casa Targaryen Casa Blackfyre L’emblema della Casa Blackfyre, fondata da un bastardo della Casa Targaryen. Si tratta dello stemma dei Targaryen con i colori invertiti.[2]
Casa Frey Emblema personale di Walder Rivers L’emblema personale di Walder Rivers, figlio bastardo di Lord Walder Frey, mostra i colori dei Frey in ordine inverso con l’aggiunta di una fascia diagonale rossa.[13]
Casa Blackfyre Casa Bracken Emblema personale di Aegor Rivers L’emblema personale di Aegor Rivers, "Acreacciaio", il bastardo di Aegon IV Targaryen e Barba Bracken. Si tratta di una fusione tra lo stemma dei Blackfyre e quello dei Bracken.


Cognomi

Ciascuna delle regioni componenti i Sette Regni dispone di un caratteristico cognome convenzionale per i bastardi nati all’interno dei suoi confini. Esso viene affiancato unicamente al nome dei figli illegittimi d’individui d’alto lignaggio, mentre non è previsto per i bastardi del popolino. I nobili possono anche dare ai propri bastardi un cognome alternativo, se lo desiderano (un esempio al riguardo è Tyrion Tanner).

Regione Cognome Esempio
Altopiano Flowers (fiori) Robert Flowers
Terre dell’Ovest Hill (collina) Joy Hill
Isole di Ferro Pyke (un'isola dell'arcipelago) Wex Pyke
Terre dei Fiumi Rivers (fiumi) Walder Rivers
Dorne Sand (sabbia) Nymeria Sand
Nord Snow (neve) Jon Snow
Valle di Arryn Stone (pietra) Mya Stone
Terre della Tempesta Storm (tempesta) Rolland Storm
Terre della Corona Waters (acque) Aurane Waters

Dato che il cognome assegnato dipende dal territorio in cui il bambino è allevato, bastardi che sono fratellastri possono avere cognomi differenti. Ad esempio, la maggiore dei figli bastardi di Robert I Baratheon, Mya, nata nella Valle di Arryn, ha Stone come proprio cognome, mentre Edric, il bastardo di Robert delle Terre della Tempesta, porta il cognome di Storm.


Bastardi degni di nota

Nel Nord


Nelle Isole di Ferro


Nelle Terre dei Fiumi


Nella Valle


Nelle Terre dell’Ovest


Nelle Terre della Corona


Nell’Altopiano


Nelle Terre della Tempesta


A Dorne


Cresciuta in una regione imprecisata


Citazioni

Il vecchio Alto Septon disse a mio padre che le leggi del re sono una cosa, mentre ben altra cosa sono le leggi degli dèi. I figli legittimi sono concepiti nel talamo nuziale, con la benedizione del Padre e della Madre, i bastardi invece vengono dal peccato e dalla debolezza. Re Aegon decretò che i bastardi non fossero bastardi, quello che però non poté cambiare fu la loro natura. Secondo l'Alto Septon, tutti i bastardi nascono dal tradimento. Tutti...[2]
Egg rivolto a Dunk



Orys Baratheon era un fratellastro illegittimo di lord Aegon, si sussurrava, e mai il re della Tempesta avrebbe disonorato la figlia concedendo la di lei mano a un bastardo. La sola idea lo mandò su tutte le furie.[14]
Dagli scritti di Yandel



Si diceva che i bastardi erano figli della lussuria e della menzogna, e per loro intrinseca natura erano quindi malvagi e traditori. Un tempo, Jon intendeva dimostrare come tutto questo fosse sbagliato, ingiusto. Intendeva dimostrare al lord suo padre di essere un figlio onorevole quanto Robb.[10]
Jon Snow



Bé, Aerion Chiarafiamma non è rimasto a Lys per tutto il resto della sua vita, ma solo qualche anno. È probable che, durante la sua permanenza, abbia generato qualche bastardo. Ciò significherebbe che Dany ha dei "parenti" a Lys... ma si tratterebbe, in ogni caso, di parenti molto distanti, nati dal lato sbagliato del letto.[15]
George R. R. Martin



Fonti e note

This page uses content from the English Wikipedia. The original content was at Bastard (Law of England and Wales). The list of authors can be seen in the page history of Bastard (Law of England and Wales). As with Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki, the content of Wikipedia is available under the Creative Commons Attribution-ShareAlike License.

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti