Blackfyre

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Questo articolo riguarda la spada in acciaio di Valyria. Per la nobile casata fondata da Daemon Blackfyre, vedi Casa Blackfyre.
Fantasy Flight Games©
Aegon il Conquistatore tiene Blackfyre per l’elsa – by Amok©


Blackfyre - Fuoconero in alcune edizioni - è la leggendaria spada bastarda in acciaio di Valyria brandita da Aegon il Conquistatore. È la più celebre delle numerose spade valyriane in possesso della Casa Targaryen. [1]


Storia

Fra le spade in acciaio di Valyria che i Targaryen portano con loro a Roccia del Drago in seguito al Disastro, ce ne sono due a cui viene dato un nome: Blackfyre e Sorella Oscura.

All’interno della dinastia Targaryen, Blackfyre viene tramandata di re in re fino al giorno in cui Aegon il Mediocre non decide di consegnarla a Daemon Blackfyre, un suo figlio bastardo, anziché al suo legittimo erede, il principe Daeron. Ciò avviene in quanto re Aegon sospetta che Daeron sia in realtà figlio della regina Naerys e di loro fratello Aemon, il Cavaliere del Drago. [2]

La spada è ritenuta da alcuni il simbolo della monarchia, quindi si può dire che la sua cessione a Daemon sia la prima scintilla dalla quale divampa la Ribellione dei Blackfyre.

Daemon brandisce Blackfyre per tutto il tempo della Prima Ribellione, incrociandola anche in un epico duello nella Battaglia di Campo dell'Erba Rossa, con Signora Sconsolata, la lama valyriana di Ser Gwayne Corbray della Guardia Reale.


Ubicazione

Dopo la morte di Daemon e dei suoi due figli gemelli presso Campo dell'Erba Rossa, la spada viene recuperata da Acreacciaio, il quale la porta con sé nel suo esilio nelle Città Libere. Qui, Acreacciaio, assieme ai figli sopravvissuti di Daemon, fonda la compagnia mercenaria nota con il nome di Compagnia Dorata.

Non si è a conoscenza di dove si trovi ora la spada.


Fonti e note

  1. Many Questions, June 13, 2001 So Spake Martin
  2. SSM: June 26, 2001 So Spake Martin
Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti