Bonifer Hasty

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Bonifer Hasty
250px-Ser Bonifer Hasty TheMico.jpg

Alias

Bonifer il Buono

Titolo

Castellano di Harrenhal
Ser

Affiliazione

Casa Hasty

Libri

Lo scontro dei re – Appare
Tempesta di spade – Menzionato
Il banchetto dei corvi – Appare
La Danza dei Draghi – Menzionato

Ser Bonifer Hasty, conosciuto anche come Bonifer il Buono, [1][2][3] è il più anziano cavaliere delle Terre della Tempesta e comandante dei Cento Santi.

Indice


Aspetto e carattere

È alto, snello e famoso per la sua devozione. Secondo Jaime Lannister è un uomo dal fare solenne e un po' antiquato, simile ad una cicogna, con un volto austero e triste, sempre incline a infarcire i suoi discorsi con appelli ai Sette Dèi. [4]

Storia

Nel corso della sua gioventù, Ser Bonifer si è dimostrato un promettente cavaliere durante i tornei, ma quando l'amore della sua vita ha sposato un altro uomo, ha deciso di abbandonare la ricerca della gloria per dedicarsi al Culto dei Sette Dèi. [4][5]. E' stato al servizio di Lord Orton Merryweather, Primo Cavaliere del Re durante il regno di Aerys II Targaryen.[4]

Ser Bonifer e la principessa Rhaella Targaryen sono innamorati l'uno dell'altra prima del fidanzamento ufficiale di lei con suo fratello, il principe Aerys.[6] Secondo ser Barristan Selmy, ser Bonifer una volta ha ottenuto il favore della principessa durante un torneo, dopo aver sconfitto tutti gli sfidanti ed aver nominato Rhaella sua Regina di Amore e Bellezza.[5] Il loro amore è però impossibile e non potrebbe essere altrimenti, dal momento che Bonifer non è all'altezza di essere consorte di una principessa di sangue reale.

Quando Rhaella sposa Aerys, il cavaliere trova conforto nella religione, ritenendo che solo la Fanciulla possa prendere il posto della principessa nel suo cuore. [5]

Eventi recenti

Lo scontro dei re

Bonifer e i Cento Santi si uniscono al re Renly Baratheon all'inizio della Guerra dei Cinque Re. Subito dopo la morte di Renly, si unisce all'esercito di Stannis Baratheon e prende parte alla Battaglia delle Acque Nere, dove viene fatto prigioniero con i suoi uomini e viene consegnato al re Joeffrey Baratheon.[7]

Tempesta di spade

Bonifer si inginocchia al cospetto di re Joffrey che lo perdona.[8]

Il banchetto dei corvi

Bonifer e i Cento santi accompagnano ser Jaime Lannister per conquistare Delta delle Acque. Per strada si fermano ad Harrenhal, dove Jaime annuncia che Bonifer governerà la fortezza nel nome della corona durante l'assenza di Petyr Baelish, vero Lord. [4]

Jaime ritiene che probabilmente Orton Merryweather abbia convinto la regina Cersei a scegliere Bonifer come castellano di Harrenhal, dal momento che il cavaliere un tempo era stato al servizio del nonno di Orton, nonostante Jaime abbia anche notato che Bonifer proviene dalle Terre della Tempesta e lungo il Tridente non ha né dei nemici da punire né degli alleati da ricompensare. Inoltre lui e i suoi Cento Santi sono noti per il loro senso di giustizia, sobrietà e disciplina. [4]

Jaime cena nel Salone del Cacciatore di Harrenhal con Bonifer, mentre discutono di affari Jaime ricorda che Bonifer era un cavaliere promettente. Gli è accaduto qualcosa, una sconfitta o una disgrazia, un'esperienza vicina alla morte, in seguito alla quale Bonifer ha deciso che giostrare era una vanità inutile e ha appeso la lancia al chiodo.[4] Jaime lo nomina in modo scherzoso Baelor Bucodiculo, chiaro riferimento a Baelor il Benedetto.

Bonifer dice a Jaime che non permetterà a Pia o agli uomini di Gregor Clegane di rimanere a Harrenhal, ma Jaime lo obbliga a tenerli con sé.

La danza dei draghi

Durante il corteo nuziale per Meereen, mentre Daenerys Targaryen si avvia verso la cerimonia con Hizdahr zo Loraq, ser Barristan Selmy la distrae raccontandole un po' di sua madre, Rhaella, e di come una volta si è innamorata di un giovane cavaliere con dei possedimenti, proveniente dalle Terre della Tempesta. Egli le racconta che il cavaliere ha abbandonato la lancia il giorno in cui sua madre ha sposato suo padre, Aerys II Targaryen, ed è diventato molto osservante. La passione del cavaliere per Rhaella non ha speranza di realizzarsi. Barristan sceglie le sue parole con molta attenzione e non pronuncia mai il nome del cavaliere in presenza di Daenerys, d'altro canto lei non gli chiede di svelare l'identità dello spasimante di sua madre. [5]

Citazioni

Non mi attendo grosse difficoltà. La Vecchia ci illuminerà la strada e il Guerriero darà forza alle nostre braccia.


Citazioni su Bonifer

Ser Bonifer stesso, da giovane, era stato un cavaliere promettente, ma a un certo punto gli era successo qualcosa, una sconfitta, uno scandalo o un incontro troppo ravvicinato con la morte. Un evento avvolto dalla nebbia, dopo il quale aveva deciso che giostrare era solo vanità e aveva appeso la lancia al chiodo.
I pensieri di Jaime


La sua, ovviamente, era una passione impossibile. Un cavaliere con terre non è all'altezza di essere consorte di una principessa di sangue reale.
Ser Barristan Selmy alla figlia di Rhaella, Daenerys Targaryen


Fonti e Note

  1. Codice libro non riconosciuto.
  2. Lo scontro dei re, Appendice.
  3. Tempesta di spade, Appendice.
  4. 4,0 4,1 4,2 4,3 4,4 4,5 Il banchetto dei corvi, Capitolo 27, Jaime.
  5. 5,0 5,1 5,2 5,3 La danza dei draghi, Capitolo 43, Daenerys.
  6. A World of Ice and Fire
  7. Lo scontro dei re, Capitolo 65, Sansa.
  8. Come suggerito in Capitolo 65, Sansa, e confermato in Tempesta di spade, Appendice
Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti