Casa Blackfyre

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Casa Blackfyre di Approdo del Re
House Blackfyre crest.png

Stemma

Un drago nero a tre teste che sputa fuoco su campo rosso

Stato attuale

Estinta

Signore

Casa Targaryen

Arma ancestrale

Blackfyre

Fondatore

Daemon Blackfyre

Data di fondazione

184 CA

Data di estinzione

Circa 256 CA

Casa Blackfyre è una casa nobile quasi estinta delle Terre della Corona. Si tratta di un ramo cadetto della Casa Targaryen e viene fondata da Daemon Blackfyre, il figlio bastardo riconosciuto da re Aegon IV Targaryen. Prende il proprio nome dalla spada denominata Blackfyre. Lo stemma dei Blackfyre è costituito da un drago a tre teste, che sputa fuoco nero su campo rosso; si tratta dello stesso stemma dei Targaryen, ma con i colori invertiti. Il loro motto è sconosciuto.

Indice

Storia

Vedi anche: Pretendenti Blackfyre

Casa Blackfyre viene fondata dal figlio bastardo di Aegon IV, Daemon Blackfyre, una volta riconosciuto come figlio legittimo dal padre morente. Daemon inverte i colori della Casa Targaryen per il proprio stemma e intitola la casa alla sua spada, Blackfyre, la quale gli era stata donata a 14 anni da suo padre.[1] La spada era stata l’arma personale del primo re Targaryen, Aegon I Targaryen, e di tutti i suoi successori. Tra le caratteristiche fisiche che vengono trasmesse dai Targaryen ai Blackfyre ci sono i capelli biondo platino, gli occhi viola e l’abilità di avere delle specie di sogni premonitori.[2] E’ ignoto se siano state conferite delle terre a Daemon.

Nel 195 CA, Daemon, i suoi amici e i suoi alleati si ribellano contro Daeron II, il suo fratellastro, servendosi della vecchia diceria secondo la quale Daeron sarebbe stato il figlio di Aemon Cavaliere del Drago, anziché di Aegon IV e che il dono dell’arma ancestrale Blackfyre fosse la prova che Aegon voleva che fosse Daemon a succedergli. La ribellione fallisce e Daemon e i suoi due figli maggiori muoiono durante la Battaglia del Campo Rosso Sangue. I figli sopravvissuti fuggono verso le Città Libere con un gruppo di sostenitori.

La Compagnia Dorata viene fondata nel Continente Orientale da Aegor Rivers, un figlio bastardo riconosciuto come legittimo del Re Aegon IV, dopo la fuga dal Continente Occidentale alla fine della ribellione. Quando Aegor si accorge che tutti i lord e i cavalieri esiliati stanno entrando a far parte di altre compagnie di mercenari e che il supporto per Casa Blackfyre sta svanendo, crea la sua compagnia mercenaria personale. La Seconda Ribellione dei Blackfyre si svolge nel 212 CA. Non si estende mai oltre Bianchemura, ma parecchi importanti sostenitori dei Blackfyre vengono uccisi.[2] I figli rimasti e i loro discendenti attaccano i Sette Regni numerose altre volte (vengono menzionate almeno cinque ribellioni dei Blackfyre).

L’ultimo attacco avviene nel 257 CA quando Maelys il Mostruoso, capo della Compagnia Dorata, unisce le proprie forze a quelle di un gruppo di uomini ambiziosi e invade le Stepstones come base per una futura invasione dei Sette Regni. Aegon V invia un esercito che sconfigge i ribelli, Maelys il Mostruoso viene ucciso in singolar tenzone da Ser Barristan Selmy, che si apre una strada di sangue tra le fila della Compagnia Dorata per arrivare a Maelys.

La discendenza femminile dei Blackfyre

Secondo Illyrio Mopatis, la discendenza maschile dei Blackfyre si estingue quando Maelys Blackfyre viene ucciso da Ser Barristan Selmy. [3] Quello che succede alla discendenza femminile rimane ignoto, dovrebbe esser quasi sicuro che ci siano discendenti dei Blackfyre a Essos che possono essere fatti risalire alla linea dinastica dei Blackfyre attraverso la discendenza femminile. Uno di loro potrebbe essere il pretendente Targaryen.

Membri storici


 
 
 
Daena Targaryen
 
Aegon IV Targaryen
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Daemon
 
Rohanne
di Tyrosh
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aegon
 
Aemon
 
Daemon
 
Haegon
 
Moglie
 
Aenys
 
Due figli
 
Figlie
 
Calla
 
Aegor Rivers
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Daemon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Daemon
 
 
 
 
Maelys
 
 
 
 
 


Citazioni

Sul suo letto di morte, Aegon il Quarto legittimò tutti i suoi figli bastardi. E quanta sofferenza, tragedia, guerra e assassinio derivarono da quell'atto? I discendenti dei Blackfyre tormentarono i Targaryen per ben cinque generazioni, fino a quando Barristan il Valoroso uccise gli ultimi due alle Stepstones.
[6]


- Catelyn Stark a Re Robb Stark

La morte di Maelys il Mostruoso alle Stepstones ha segnato la fine della linea dinastica maschile della Casa Blackfyre.
[3]


- Illyrio Mopatis a Tyrion Lannister

Fonti e Note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti