Casa Crakehall

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Casa Crakehall di Crakehall
House Crakehall.png

Stemma

Un cinghiale pezzato bianco e marrone su sfondo marrone

Motto

Nessuno così feroce

Titoli

Lord di Crakehall

Lord attuale

Lord Roland Crakehall

Seggio

Crakehall

Regione

Terre dell'Ovest

Alfieri di

Casa Lannister di Castel Granito

La Casa Crakehall di Crakehall è una casata nobile delle Terre dell'Ovest, una delle più importanti fedeli ai Lannister di Castel Granito.[1] Crakehall, il suo seggio, è situato lungo la Strada dell'Oceano, nel sud della regione, tra il Mare del Tramonto e una vasta foresta. I membri di questa famiglia sono famosi per la loro robustezza fuori dal comune. Lo stemma rappresenta un cinghiale pezzato bianco e marrone su sfondo marrone[2][3] e, secondo fonti semiufficiali, il motto è "Nessuno così feroce".[4]


Indice

Storia

I Crakehall sono una casa che discende dai Primi Uomini e loro stessi sostengono di discendere da Crak l'Uccisore di Cinghiali dell'Età degli Eroi.[5]

Dopo aver sconfitto Hagon Hoare, ser Aubrey Crakehall regna per qualche tempo come Re delle Isole di Ferro, prima di essere annegato dallo Shrike.[6]

Uno dei più strenui sostenitori di Daemon Blackfyre, menzionato da ser Eustace Osgrey, è Redtusk, che potrebbe essere un Crakehall. Ser Roland Crakehall è uno dei tre membri della Guardia Reale che ha scortato la famiglia reale ad Ashford. Insieme ai suoi fratelli giurati, partecipa al Giudizio dei Sette al fianco del principe Aerion Targaryen. Ser Roland è uno dei cavalieri della Guardia Reale che guidano le forze lealiste nell'annientamento della Seconda Ribellione dei Blackfyre.[7]

Durante il loro viaggio verso Castel Granito per proporre il matrimonio di Elia e Oberyn Martell con Jaime e Cersei Lannister, i Martell si sono fermati a Crakehall.[8] Insieme a Merrett Frey, Jaime è stato scudiero di lord Sumner Crakehall contro la Fratellanza del Bosco del Re. Ser Elys Westerling e Lord Roland Crakehall sono stati i primi a entrare nella sala della Fortezza Rossa dopo che Jaime ha ucciso re Aerys II Targaryen.


Eventi recenti

Il trono di spade

Tra gli stendardi radunatisi per il Torneo del Primo Cavaliere del Re si vede anche quello dei Crakehall.[9] Lord Walder Frey mette in dubbio la paternità dei figli della sua terza moglie, che l'hanno deluso al torneo, sostenendo che Amarei era una Crakehall e che tutte le Crakehall sono puttane.[10]

Tyrion Lannister vede il cinghiale dei Crakehall tra gli stendardi radunati da suo padre, lord Tywin Lannister. Il messaggero che porta a lord Tywin la notizia della sconfitta di Jaime Lannister agli Accampamenti indossa il cinghiale dei Crakheall, mezzo coperto da sangue rinsecchito.


Lo scontro dei re

Ser Burton Crakehall sostiene di aver ucciso Beric Dondarrion finché il lord della Folgore non riappare, uccidendo tutti gli uomini della sua colonna.[11] Lord Roland Crakehall viene dato per morto durante la Battaglia di Oxcross, ma la voce si rivela poi un falso.[12] Arya Stark vede il cinghiale pezzato dei Crakehall tra gli stendardi di lord Tywin Lannister quando lascia Harrenhal.[13] In uno dei quarti dello stendardo personale di Piccolo Walder si trova il cinghiale dei Crakehall, della casa di sua nonna.


Tempesta di Spade

In seguito alla Battaglia dei Guadi, ser Lyle Crakehall è prigioniero a Pinkmaiden.[14] Jaime Lannister considera ser Lyle uno degli uomini in vita più forti di lui.

Beric Dondarrion mostra ad Arya Stark un punto sopra l'orecchio sinistro dove la tempia ha una rientranza e spiega che è il punto in cui ser Burton Crakehall l'ha colpito con la sua mazza.[15]

Ser Merlon Crakehall è uno dei nobili che accompagna Tyrion Lannister ad accogliere il principe Oberyn Martell appena giunto ad Approdo del Re.[16]


Il banchetto dei corvi

Ser Lyle Crakehall ricorda alla regina Cersei Lannister il suo defunto marito, re Robert Baratheon, e si infuria quando il cavaliere celebra il matrimonio di Tommen Baratheon e Margaery Tyrell dicendo che i Sette Regni hanno ora due regine e che la giovane è tanto bella quanto la vecchia.[17]

Il cinghiale dei Crakehall viene visto tra gli stendardi che scortano la salma di lord Tywin Lannister a Castel Granito. Jaime Lannister vede ser Lyle impegnato ad allenarsi con la lancia ad Approdo del Re.[18]

Ser Lyle si unisce alla spedizione guidata da Jaime per porre fine all'Assedio di Delta delle Acque. Durante il viaggio si fermano in un luogo dove Ser Roger Hogg, un vecchio cavaliere, difende la sua torre. Data la prestanza fisica dell'uomo, ser Lyle si chiede se non abbia per caso antenati Crakehall.

Dopo aver saputo del Sacco di Padelle Salate a Darry, ser Lyle insiste che ucciderà Sandor Clegane. Jaime pensa che, sebbene siano entrambi prestanti, il Mastino è più forte e più veloce. Ser Lyle consola quindi lady Amerei Frey, lei stessa discendente dei Crakehall per parte di madre, promettendole che tornerà per occuparsi di lord Beric Dondarrion e della sua banda di fuorilegge non appena sarà terminato l'assedio di Delta delle Acque. A Jaime non piace lo sguardo passionale che i due si scambiano.[19]

Una notte ad Harrenhal, Jaime vede ser Lyle e Flement Brax duellare e pensa che ser Lyle avrà la meglio.[20] Quando l'assedio di Delta delle Acque termina pacificamente, ser Lyle è furioso perché non ha avuto la possibilità di combattere. Torna quindi a Darry, come promesso, insieme a Jon Bettley, per dare la caccia al Mastino o a lord Beric.[21]

Jaime considera la possibilità di allontanare la sorella Cersei dalle posizioni di potere e affidare il ruolo di Primo Cavaliere del Re a suo zio Kevan Lannister. Nel caso Kevan rifiuti, Jaime pensa di proporre la carica a Forley Prester o a lord Roland Crakehall.[21]


Membri della casata alla fine del terzo secolo

I Crakehall noti vissuti nel periodo narrato ne Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco sono:


Con legami non specificati al ramo principale:


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Roland
 
Burton
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Tybolt
 
Lyle
 
Merlon
 


Membri storici


Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti