Casa Greyiron

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Casa Greyiron di Orkmont
Greyiron.png

Stemma

Grigio, testa del re del mare con capelli e barba di alghe verdi e corona nera

Titolo

Alto re delle Isole di Ferro
Re delle Isole di Ferro

Seggio

Orkmont

Regione

Isole di Ferro

Lord attuale

Estinti, sostituiti dalla Casa Hoare

La Casa Greyiron di Orkmont è una casata nobile estinta delle Isole di Ferro che ha detenuto il titolo di Re delle Isole di Ferro per migliaia di anni. Secondo fonti semiufficiali, lo stemma è grigio e rappresenta la testa del re del mare con capelli e barba di alghe verdi e corona nera.[1] Il motto è sconosciuto.


Indice

Storia

Le origini

Prima di guadagnare potere, i Greyiron erano comunque re del sale e della roccia dell'isola di Orkmont. Urran Greyiron viene poi scelto come primo alto re delle Isole di Ferro dopo il Re Grigio durante un'Acclamazione di Re. In seguito alla morte di Urran, il figlio reclama il trono come Erich I Greyiron, ma rinuncia quando il sacerdote Galon Vergabianca lo minaccia di morte per essersi autoproclamato sovrano senza essersi sottoposto alla scelta dell'Acclamazione. Per i secoli successivi, i sovrani delle Isole di Ferro vengono scelti tramite un'Acclamazione di Re tra i lord e i capitani: secondo l'arcimaestro Haereg, durante l'Acclamazione, vengono scelti 38 sovrani tra i membri della Casa Greyiron, il doppio rispetto a qualunque altra casata.[2]

Quando re Urragon III Greyiron muore durante l'Età degli Eroi, il suo primogenito Torgon è lontano dalle isole, impegnato a razziare i territori intorno al Mander e i suoi fratelli non lo avvisano dell'Acclamazione, sperando di essere scelti loro. Le loro aspettative vengono deluse quando la folle sceglie invece Urrathon IV Buonfratello, che fa uccidere tutti i fratelli di Torgon. Quando Torgon fa ritorno alle Isole di Ferro, dichiara illegittima l'Acclamazione che ha scelto Urrathon e, con l'aiuto dei sacerdoti e dei capitani dello stesso re, riesce a detronizzarlo.


La nascita della dinastia

Torgon e suo figlio Urragon IV Greyiron regnano senza essere stati scelti da un'Acclamazione. Urragon IV vuole che la corona passi al suo bisnipote, Urron Greyiron, ma gli Annegati impongono un'Acclamazione. Urron, insieme ai suoi uomini, attacca tutti i capitani radunatisi alle Ossa di Nagga, uccidendo tutti i suoi oppositori e proclamandosi re, 5000 anni prima della Guerra dei Cinque Re.[3]

Urron rende così l'ascesa al Trono del Mare un diritto ereditario e cambia il titolo regio, accorciandolo in "Re delle Isole di Ferro". Da quel momento il titolo passa al discendente diretto del sovrano senza passare da un'Acclamazione. I re Greyiron iniziano a indossare una corona di ferro nera anziché la tradizionale corona di legno degli alti re. I dominatori di ciascuna isola perdono inoltre il titolo di sovrani venendo declassati a semplici "lord" e le casate che si opponevano a tale decisione vengono sterminate. Urron Manorossa e i suoi discendenti devono quindi affrontare una dozzina di ribellioni e almeno due grandi rivolte di schiavi. Nel frattempo, i lord del continente approfittando di queste divisioni interne agli Uomini di Ferro e, uno alla volta, le conquiste continentali vengono perse.[2]


La caduta

Nonostante le difficoltà, la dinastia dei Greyiron si mantiene saldamente al potere per migliaia di anni, fino a quando re Rognar II Greyiron non viene sconfitto da un'alleanza tra Andali, pirati e mercenari giunti sulle Isole di Ferro insieme agli Orkwood, i Drumm, gli Hoare e i Greyjoy.[4][2] Ai Greyiron succedono gli Hoare: secondo la leggenda, gli Hoare sono riusciti a prevalere sugli altri grazie ad Harras Hoare, che ha vinto una sessione di Danza delle Dita.[2][5]


Membri conosciuti


Fonti e Note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti