Casa Mooton

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Casa Mooton di Maidenpool
House Mooton.PNG

Stemma

Bianco, un salmone rosso all'interno di una bordura gialla

Motto

Saggezza e forza

Titolo

Lord di Maidenpool

Lord attuale

lord William Mooton

Regione

Terre dei Fiumi

Seggio

Maidenpool

Fondazione

Casa Baelish di Harrenhal

La Casa Mooton di Maidenpool è una casata nobile delle Terre dei Fiumi. Maidenpool, il suo seggio, è uno dei porti e degli snodi commercili più importanti affacciati sulla Baia dei Granchi; secondo la leggenda, è anche il luogo in cui Florian il Giullare vede per la prima volta Jonquil, impegnata a fare il bagno con le sue sorelle.[1]

Lo stendardo rappresenta un salmone rosso su sfondo bianco con una bordura gialla.[2] Secondo fonti semiufficiali, il motto è "Saggezza e forza" [3][1]


Indice

Storia

All'epoca dei Primi Uomini, i Mooton sono sovrani di poca importanza. Il Re della Tempesta Monfryd il Possente sconfigge un re Mooton e conquista Maidenpool in un periodo antecedente all'Invasione Andala.[4] Re Florian il Coraggioso viene ucciso dagli Andali durante la Caduta di Maidenpool.[5] I Mooton di Maidenpool sono sotto il dominio di re Benedict I Justman e di re Torrence Teague, sebbene le Terre dei Fiumi siano passate poi nelle mani dei Re della Tempesta con Arlan III Durrandon e infine in quelle della Casa Hoare con re Harwyn Manodura.[5]

I Mooton hanno provato più volte, senza mai riuscirci, a conquistare Punta della Chela Spezzata.[6]


L'era Targaryen

Durante la Guerra di Conquista, lord Mooton si schiera con lord Darklyn contro Aegon il Conquistatore, ma essi vengono entrambi uccisi in combattimento contro i draghi di Aegon e le forze di Orys Baratheon. Jon Mooton, fratello del defunto lord Mooton, si arrende quindi al Conquistatore e giura fedeltà. Jon partecipa al Campo di Fuoco al fianco dei Targaryen, uccidendo i nemici che cercano di fuggire dal fuoco dei draghi.[7]

All'inizio della Danza dei Draghi, i Mooton si alleano con Rhaenyra Targaryen e i Neri. Lord Walys Mooton riconquista Riposo del Corvo per i Neri, ma viene ucciso da Sunfyre, il drago di Aegon II, quando egli gli si avvicina nel tentativo di dargli il colpo di grazia. Suo fratello, lord Manfryd Mooton, ospita a Maidenpool per un certo periodo due cavalieri di draghi, il principe Daemon e il seme di drago Nettles. Manfryd si allea con Aegon II e i Verdi, quando si rifiuta di obbedire all'ordine di Rhaenyra di uccidere Nettles. Rhaenyra impone quindi l'immediata stesura di un atto che privi i Mooton dei loro diritti e averi, ma la regina cade in disgrazia dopo l'Assalto alla Fossa del Drago e non fa in tempo ad attuare il provvedimento.[8]

Manfryd serve come reggente per il giovane Aegon III e mantiene tale ruolo fino alla sua morte, avvenuta nel 134 CA.

Lord Mooton è uno dei signori delle Terre dei Fiumi che si uniscono a lord Corvo di Sangue, nella sua marcia fino a Bianchemura per sedare la Seconda Ribellione dei Blackfyre.[9]

Per molti anni i Mooton sono una delle casate più influenti nelle Terre dei Fiumi. La ricchezza della famiglia e del loro villaggio viene però ridotta drasticamente quando i Mooton decidono di schierarsi con i loro sovrani, i Targaryen, contro i loro signori, i Tully, durante la Ribellione di Robert Baratheon.[10] Ser Myles Mooton, scudiero del principe Rhaegar Targaryen, viene ucciso da Robert Baratheon in persona durante la Battaglia delle Campane.[11]


Eventi recenti

Lo scontro dei re

Lord William Mooton e i suoi figli danno la caccia alla gigantesca lupa che ha ucciso alcune persone. Quando la trovano, sono però costretti a fuggire e perdono tutti i segugi impegnati nella caccia.[12]


Tempesta di spade

Durante la Guerra dei Cinque Re, ser Jaime Lannister, ser Cleos Frey e Brienne di Tarth vedono che Maidenpool è stata saccheggiata, ma lord William Mooton è ancora nel suo castello.[1] Lord Randyll Tarly conquista Maidenpool per conto della corona e rinchiude lord William in una torre del castello.[13] Re Tommen Baratheon firma il perdono reale per i Mooton, che vengono quindi riaccolti nella pace del re.[14]


Il banchetto dei corvi

Brienne di Tarth scopre che, durante il saccheggio di Maidenpool, lord William Mooton è rimasto al sicuro dietro le mura del suo castello a guardare il villaggio bruciare, mentre mandava i suoi uomini a combattere. Eleanor Mooton, figlia di lord William, è promessa in sposa a Dickon Tarly, erede di lord Randyll.[15]

Tra i fuorilegge impiccati sulla strada per la Locanda dell'Incrocio, Brienne ne vede alcuni che indossano i colori della Casa Mooton.[16]


La danza dei draghi

Eleanor Mooton ha sposato Dickon Tarly.[17]


Membri della casata al termine del terzo secolo

I Mooton noti vissuti nel periodo narrato ne Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco sono:


Membri storici


Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti