Casa Peake

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Casa Peake di Starpike
House Peake.PNG

Stemma

Tre castelli neri su sfondo arancione

Titolo

Lord di Starpike

Lord attuale

Lord Titus Peake

Seggio

Starpike
Dunstonbury (in passato)
Whitegrove (in passato)

Regione

Altopiano

Alfieri di

Casa Tyrell di Alto Giardino

La Casa Peake di Starpike è una casata nobile di Starpike nell'Altopiano i cui membri sono alfieri della Casa Tyrell di Alto Giardino. Il suo stendardo rappresenta tre castelli neri su sfondo arancione.[1][2][3] Il motto è sconosciuto.

I Peake sono lord delle Terre Basse di Dorne.[4]


Indice

Storia

Il regno dell'Altopiano

I Peake sono una casata antica. Secondo delle leggende, essi, i Florent e i Ball discenderebbero ciascuno da uno dei tre mariti di Florys la Volpe, una figlia di Garth Manoverde.[5]

I Peake sono i rivali storici dei Manderly.[6] Durante i regni dei re Gardener nell'Altopiano, re Gwayne III il Grasso ha convinto i Peake e i Manderly ad accettare la sua decisione che pone fine alle faide e ottiene la fedeltà delle due casate, senza versare neppure una goccia di sangue in battaglia.

Verso la fine del lungo regno di re Garth X emerge però un problema, poiché il re non ha figli maschi che possano discendergli, ma ha generato solo figlie femmine, una delle quali è andata in sposa a lord Manderly e l'altra a lord Peake. Entrambi i lord sono determinati a vedere le loro rispettive mogli ascendere al trono paterno e la rivalità tra le due case viene segnata da tradimenti, cospirazioni e omicidi che sfociano presto in una guerra aperta con molti altri lord schierati chi da una parte, chi dall'altra. L'anarchia che segue lo scontro è durata per almeno un secolo, fino a quando ser Osmund Tyrell, alto attendente di Alto Giardino, fa causa comune con gli altri lord e sconfigge sia i Peake, sia i Manderly. Sceglie quindi come successore un lontano cugino del defunto re Garth, che ascende al trono come re Mern VI Gardener.[6]

La Casa Manderly viene poi mandata in esilio e allontanata dall'Altopiano da lord Lorimar Peake, su ordine di re Perceon III Gardener, che teme l'aumento di potere e influenza dei Manderly nell'Altopiano.L'allontanamento dei Manderly permette ai Peake di acquisire Dunstonbury, il seggio della casa esiliata.[7]


Era Targaryen

Durante la Danza dei Draghi, lord Unwin Peake si schiera con i verdi: ne comanda l'esercito durante la Seconda Battaglia di Tumbleton e guida poi la ritirata.[8] In seguito alla morte di lord Corlys Velaryon, lord Unwin diventa uno dei reggenti del giovane Aegon III Targaryen e, successivamente, Primo Cavaliere del Re, anche se rinuncia al suo incarico quando il sovrano si rifiuta di sposare sua figlia.[9]

I tre castelli neri sullo stendardo dei Peake rappresentano le fortezze che un tempo appartenevano alla casata, Starpike, Dunstonbury e Whitegrove.[6] Dopo aver però scelto di schierarsi con Daemon I Blackfyre durante la Ribellione dei Blackfyre, vengono requisiti loro due castelli e solo Starpike rimane un loro possedimento.[2] Lord Gormon Peake è un acceso sostenitore di Daemon Blackfyre ed è considerato uno dei migliori cavalieri vissuti nell'epoca di re Daeron II Targaryen. Lord Gormon fa parte dell'entourage di Daemon II Blackfyre a Bianchemura.[2]

Re Maekar I Targaryen, Lord Robert Reyne e Ser Tywald Lannister vengono tutti uccisi durante la Ribellione dei Peake quandi questi, sostenitori della Casa Blackfyre, si oppongono al dominio del Trono di Spade.[10]


Eventi recenti

Il banchetto dei corvi

Lord Titus Peake sposa Margot Lannister.[11]


La danza dei draghi

Ser Laswell, Torman e Pykewood Peake sono tutti esuli che militano nella Compagnia Dorata e sostengono Aegon Targaryen. Laswell, che è uno dei capitani della compagnia[12], viene mandato a conquistare Casa della Pioggia.[13]


Membri della casata al termine del terzo secolo

I Peake conosciuti durante l'arco di tempo narrato ne Le cronache del ghiaccio e del fuoco sono:


Con legami non specificati al ramo principale


Membri storici


Curiosità

La Casa Peake è un riferimento dell'autore ai libri dello scrittore inglese Mervyn Peake, autore della Trilogia di Gormenghast, il cui protagonista si chiama Titus, talvolta italianizzato in Tito.


Fonti e note

  1. 1,0 1,1 La Spada Giurata.
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Il Cavaliere Misterioso.
  3. The Citadel. Heraldry: Houses in the Reach
  4. Secondo ConCarolinas westerlands reading, re Maekar I Targaryen è stato ucciso a Starpike, mentre stando a Il mondo del ghiaccio e del fuoco egli sarebbe morto combattendo contro un lord ribelle nelle Terre Basse dorniane.
  5. Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco, Garth Manoverde.
  6. 6,0 6,1 6,2 Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco.
  7. Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco, I Re dell'Inverno.
  8. La principessa e la regina
  9. 9,0 9,1 9,2 Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco, Aegon III.
  10. Il Mondo del Ghiaccio e del Fuoco, La Casa Lannister sotto i Draghi.
  11. 11,0 11,1 Appendice.
  12. La danza dei draghi, Capitolo 25, La Compagnia del Vento (Quentyn II).
  13. La danza dei draghi, Capitolo 61, Il Grifone Risorto (Griff II).
  14. Tempesta di spade, Appendice.
  15. 15,0 15,1 15,2 15,3 La danza dei draghi, Appendice.
  16. La principessa e la regina


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti