Casa Woolfield

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Casa Woolfield
Woolfield.png

Stemma

Tre sacche di lana bianche su sfondo viola con bordura bianca

Regione

Nord

Alfieri di

Casa Bolton di Forte Terrore

La Casa Woolfield è una casata nobile del Nord. Secondo fonti semiufficiali, il suo stemma rappresenta tre sacche di lana bianche su sfondo viola con bordura bianca.[1] Il motto è sconosciuto.


Indice

Domini

Il seggio della Casa Woolfield non è stato ancora rivelato, ma, dato il nome (che richiama un "campo di lana" e, quindi, le pecore) e il fatto che Leona Woolfield sia sposata con ser Wylis Manderly, è possibile che la casata abbia il dominio delle Alture delle Greggi: il seggio sarebbe a questo punto Porta dell'Ariete e i Woolfield sarebbero quindi alfieri della Casa Manderly della vicina città di Porto Bianco. Un'altra possibilità vede invece i Woolfield come alfieri della Casa Hornwood. Considerando la relativa abbondante distanza tra Porta dell'Ariete e le Alture delle Greggi, è probabile che questa zona collinare non sia dominata da una casata residente a Porta dell'Ariete. Le Alture sono invece vicine alla foresta di Hornwood.[2]


Eventi recenti

La danza dei draghi

Davos Seaworth incontra i Manderly nella Corte del Tritone, dove è presente anche Leona Woolfield insieme alle figlie Wynafryd e Wylla Manderly. Leona sembra opporsi strenuamente all'alleanza con Stannis Baratheon e preferire i Frey.[3] Come ha occasione di spiegare più tardi lo stesso lord Wyman Manderly a Davos, il comportamento della donna è dettato solo dalla paura, in quando suo marito Wylis Manderly è prigioniero dei Frey.[4]


Membri della casata al termine del terzo secolo

I Woolfield conosciuti che vivono durante l'arco temporale narrato ne Le cronache del ghiaccio e del fuoco sono:


Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti