Città dell'Inverno

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
La mappa del Nord con l'ubicazione di Città dell'Inverno.

Città dell'Inverno è un centro abitato situato fuori dalle mura di Grande Inverno, la sede della Casa Stark del Nord. Insieme a Porto Bianco e Barrowton, è uno dei più grandi insediamenti della regione.[1]


Indice


Aspetto

Città dell'Inverno è formata da schiere ordinate di piccole abitazioni in legno e pietra cruda. La piazza del mercato, con banchi di legno per la produzione e l'esposizione delle merci ed un pozzzo nel centro, si trova vicino al portale principale di Grande Inverno.[2][3] L'osteria locale è il Ceppo Fumante.[2] La città è costeggiata dalla Strada del Re[4] e a due miglia di distanza si estende la Foresta del Lupo.[2] I gruppi di caccia di Grande Inverno possono evitare di passare per la città uscendo dalla Porta del Cacciatore anziché dal portale principale.[5]

In estate, le vie della città sono fangose e quattro quinti delle abitazioni sono vuote. D'inverno, invece, il luogo si riempie di uomini provenienti da tutto il Nord[2], fra i quali vi sono membri dei clan delle montagne.[6] La gente del posto racconta che il castello di Grande Inverno sia riscaldato nientemeno che da un drago dormiente.[7]


Eventi recenti

Il Trono di Spade

Robb Stark, Bran Stark e Theon Greyjoy, diretti alla Foresta del Lupo, attraversano Città dell'Inverno coi metalupi Vento Grigio ed Estate.[2]

Dopo aver ricevuto un gelido benvenuto da Robb a Grande Inverno, Tyrion Lannister preferisce pernottare in una taverna di Città dell'Inverno che nel castello.[8]

Città dell'Inverno si affolla di gente quando Robb chiama a raccolta gli uomini del Nord in seguito all'arresto del padre Eddard Stark da parte del Trono di Spade. Al momento di marciare lungo la Strada del Re a capo dei suoi soldati, il ragazzo è osannato dagli abitanti.[9]


Lo scontro dei re

Alcuni abitanti di Città dell'Inverno partecipano alla Festa del Raccolto che si tiene a Grande Inverno.[10]

Durante la Guerra dei Cinque Re, la città viene occupata dagli Uomini di Ferro comandati da Theon.[11] Quest'ultimo cerca inutilmente di patteggiare con Ser Rodrik Cassel nella piazza del mercato dopo che il maestro d'arme ha adunato un esercito di lealisti Stark per liberare il castello. La città è dunque difesa dagli uomini di Rodrik, fra cui lancieri, arcieri appostati sui tetti delle case e cavalieri di Porto Bianco.[3]

Più tardi nello stesso giorno, Rodrik e i suoi alleati sono traditi dalla guarnigione di Forte Terrore, alla cui guida c'è Ramsay Snow. I Bolton appiccano il fuoco alle abitazioni[12] e, alla sconfitta dei guerrieri di Rodrik nella Battaglia di Grande Inverno, saccheggiano il castello.[3]


La danza dei draghi

Le rovine di Città dell'Inverno sono sepolte dalle copiose nevicate che hanno cominciato ad abbattersi sul Nord.[12]


Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti