Criston Cole

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
House Cole.png
Criston Cole
Kingsguard.PNG
Criston Cole by Enife©.jpg
Criston Cole by Enife©

Alias

Criston il Creatore di Re

Titolo

Ser
Lord Comandante della Guardia Reale
Primo Cavaliere del Re

Affiliazione

Casa Cole
Rhaenyra Targaryen (in passato)
Guardia Reale
I Verdi

Cultura

Terre della Tempesta

Nato

nel 82 CA a Blackheaven

Morto

nel 130 CA a sud dell'Occhio degli Dèi

Libri

The Rogue Prince - menzionato
La principessa e la regina - menzionato
Il mondo del ghiaccio e del fuoco - menzionato
Il banchetto dei corvi - menzionato

Ser Criston Cole è un cavaliere della Casa Cole, membro della Guardia Reale di re Viserys I Targaryen e successivamente Lord Comandante. Criston convince il figlio del re, Aegon, ad ascendere al trono dei Sette Regni mentre suo padre muore: questa decisione sfocia nella Danza dei Draghi, una guerra civile tra Aegon e la sorellastra Rhaenyra, che Viserys aveva scelto e cresciuto come sua erede. Per questo viene conosciuto anche come Criston il Creatore di Re.


Indice


Aspetto

Criston ha i capelli neri e gli occhi verdi e molte nobildonne lo descrivono come un uomo affascinante. E' un guerriero particolarmente dotato, soprattutto con la mazza. [1]


Storia

Primi anni

Ser Criston è il figlio di un attendente di lord Dondarrion a Blackheaven. Si guadagna l'attenzione della corte quando vince la mischia del torneo a Maidenpool facendo cadere Sorella Oscura dalle mani del principe Daemon Targaryen con la sua mazza. Dona la ghirlanda della vittoria alla principessa Rhaenyra Targaryen, all'epoca di 7 anni, e indossa il suo favore mentre disarciona nella quintana il principe Daemon e i gemelli Cargyll della Guardia Reale, ma viene poi disarcionato a sua volta da lord Lymond Mallister. Dopo il torneo, re Viserys I cede alle richieste della figlia e nomina Criston sua spada giurata. Nel 105 CA il cavaliere ventitreenne entra nella Guardia Reale prendendo il posto del leggendario ser Ryam Redwyne.[1]

Nel torneo del 111 CA, Criston indossa il favore di Rhaenyra mentre disarciona da cavallo ser Gwayne Hightower, fratello e campione della seconda moglie di re Visery I, la regina Alicent Hightower. Nel 112 CA Criston è ancora il campione di Rhaenyra e la segue ovunque: in quell'anno muore anche il Lord Comandante della Guardia Reale ser Harrold Westerling e Criston viene nominato suo successore alla guida delle cappe bianche. Alcune voci vogliono che, nell'anno successivo, il 113 CA, Rhaenyra e Criston ebbero una relazione.[2]

Septon Eustace scrive che Criston si intrufola nelle stanze da letto di Rhaenyra per confessare il suo amore, proponendole di fuggire insieme in una delle Città Libere dove lui le avrebbe giurato fedeltà e servito un principe mercante, ma la principessa rifiuta la proposta affermando che una Targaryen è destinata a essere molto di più che la moglie di un mercenario e che se lui è disposto a dimenticare il suo giuramento, in futuro potrebbe benissimo dimenticare i suoi voti nuziali. Fungo, il giullare di corte, racconta però una storia diversa. Secondo la sua versione, Rhaenyra fa pratica di arti dell'amore con lo zio Daemon per attrarre il virtuoso Criston e perdere la verginità con lui, piuttosto che con il suo promesso sposo, il cugino omosessuale Laenor Velaryon. Non riesce a sedurre Criston nella Torre della Guardia Reale e la principessa rifiutata trova così consolazione tra le braccia di ser Harwin Rompiossa.

Qualunque sia stata la causa, Criston passa da essere il più strenuo difensore della principessa a essere il suo più acerrimo nemico e Rhaenyra parte alla volta di Driftmark con la sua nuova spada giurata, ser Harwin.[3]

Nel 114 CA Criston partecipa ai festeggiamenti per il matrimonio di Rhaenyra e Laenor, una settimana di banchetti e tornei. Criston combatte con il favore della regina Alicent e, durante la mischia, spezza clavicola e gomito a Rompiossa, spingendo Fungo a soprannominarlo Ossarotte. La mazza di Criston sfonda anche l'elmo di ser Joffrey Lonmouth, il cavaliere dei baci e favorito di Laenor, che muore sei giorni dopo l'incontro. Da quel momento, Criston è uno dei più vigorsi sostenitori della regina Alicent.

Criston insegna al principe Aemond Targaryen a combattere, trasformandolo in un ottimo guerriero, nonostante il ragazzo abbia solo un occhio.


La Danza dei Draghi

Vedi anche: Danza dei Draghi (guerra).

A causa delle fonti contraddittorie, non è chiaro il motivo per cui Criston inizi a sostenere Aegon II: qualcuno sostiene che sia stato mosso dall'ambizione, visto che Aegon è più controllabile della testarda sorellastra e infatti Aegon II lo eleva poi al rango di Primo Cavaliere del Re, altri sostengono invece che Rhaenyra l'abbia rifiutato, aggiungendo una dimensione personale al conflitto, mentre altri ancora avanzano motivi più nobili, ovvero che Criston volesse difendere la tradizione andala della primogenitura maschile o che non volesse vedere un giorno i figli di Rhaenyra, considerati bastardi, sul trono.[2][4] In ogni caso molti lord dei Sette Regni sapevano che re Viserys aveva scelto Rhaenyra come sua erede, che sarebbe salita al trono come prima regina regnante della Casa Targaryen, e si sono quindi dichiarati dalla sua parte.[2]

Durante un incontro del Concilio Ristretto in seguito alla morte di re Viserys nel 129 CA, Criston sgozza lord Lyman Beesbury, l'unico a favore dell'incoronazione della principessa, mentre tutti gli altri sostengono l'ascesa al trono di Aegon. Più tardi è Criston in persona a incoronare il giovane principe con la corona di ferro e rubini appartenuta a Aegon il Conquistatore. Rhaenyra però, al momento del colpo di stato, è a Roccia del Drago e si rifiuta di giurare fedeltà al fratellastro, dando il via a un vasto conflitto armato che coinvolgerà tutti i Sette Regni e passato alla storia come Danza dei Draghi.[4]

Mentre i neri radunano i loro eserciti, re Aegon inizia a stufarsi del suo primo cavaliere, ser Otto Hightower, e lo sostituisce con Criston. Alla guida di un contingente, il Creatore di Re conquista velocemente Duskendale e Riposo del Corvo, quest'ultimo dopo una feroce battaglia. Quando il principe Aemond Targaryen diventa protettore del reame e principe reggente a causa delle ferite che Aegon ha riportato in battaglia, Criston continua a servire come primo cavaliere.

Aemond e Criston guidano un esercito di 4000 uomini da Approdo del Re per riconquistare Harrenhal nelle Terre dei Fiumi, occupata dal principe Daemon Targaryen, che lascia il castello prima che arrivi Criston. Dopo essere venuto a sapere della sconfitta dei Lannister durante la Battaglia sulla Riva del Lago, Aemond inizia a dar fuoco alle Terre dei Fiumi e Criston guida i suoi rimanenti 3600 uomini verso sud, lungo la riva dell'Occhio degli Dèi per ricongiungersi all'esercito di lord Ormund Hightower. Criston e i suoi uomini però cadono in un'imboscata dei Lupi dell'Inverno e dei lord dei fiumi a sud del lago e lo stesso Criston muore durante la Danza del Beccaio, nel 130 CA, colpito da una scarica di frecce.[5]


Eventi recenti

Il banchetto dei corvi

Nel tentativo di convincere ser Arys Oakheart ad aiutarla nel suo piano, la principessa Arianne Martell dice che ser Anders Yronwood è Criston Cole rinato, che vuole privarla del trono di Dorne in favore del fratello, il principe Quentyn Martell.[2]

Mentre mostra a ser Loras Tyrell il Libro Bianco della Guardia Reale, ser Jaime Lannister menziona il controverso Criston Cole.[6]


Citazioni di Criston

Che i Sette salvino questo regno se poniamo un bastardo sul Trono di Spade. Loro trasformeranno la Fortezza Rossa in un bordello. Nessuna figlia e nessuna moglie saranno al sicuro e neppure i ragazzi... sappiamo tutti cos'era Laenor.
Criston durante il Concilio Ristretto dopo la morte di Viserys I[4]



Citazioni su Criston

Il mio nuovo Primo Cavaliere è un pugno d'acciaio.
Re Aegon II Targaryen[4]


Il Creatore di re causò grandi lutti e pagò per ciò un duro prezzo.
Ser Arys Oakheart[2]


Loras:«Solo gli eroi vengono ricordati per sempre. I migliori.»

Jaime:«I migliori e i peggiori. E alcuni sono l'una e l'altra cosa. Come lui.»

Ser Loras Tyrell e ser Jaime Lannister[6]



Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti