Daeron I Targaryen

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
561px-House Targaryen crest.PNG
Daeron I Targaryen
561px-House Targaryen crest.PNG
Daeron I.jpg
Il Giovane Drago – by Amok©

Regno

157 CA - 161 CA

Nome completo

Daeron Targaryen, primo del suo nome

Alias

Il Giovane Drago
Il Re Ragazzo

Altri titoli

Re dei Sette Regni
Protettore del Reame

Data e luogo di nascita

143 CA [1] , Approdo del Re[2]

Data e luogo di morte

161 CA, Dorne [2]

Luogo di sepoltura

Approdo del Re

Casa reale

Casa Targaryen

Predecessore

Aegon III Targaryen

Erede

Baelor I Targaryen

Successore

Baelor I Targaryen

Discendenza

Nessuna

Padre

Aegon III Targaryen

Madre

Daenaera Velaryon [2]

Libri

Il mondo del ghiaccio e del fuoco – Menzionato
Il Trono di Spade – Menzionato
Tempesta di spade - Menzionato
Il banchetto dei corvi – Menzionato
La danza dei draghi – Menzionato

Diversi articoli hanno lo stesso nome dell'articolo che stai leggendo! Visita la pagina di disambiguazione per visualizzarli. Disambig.png


Re Daeron I, conosciuto anche come il Giovane Drago, è il figlio maggiore di Aegon III e l’ottavo Targaryen a sedere sul Trono di Spade. Viene incoronato a quattordici anni e regna dal 157 CA al 161 CA. Passa alla storia per la Conquista di Dorne, della quale racconta in un volume scritto di suo pugno.


Indice


Aspetto e carattere

Daeron è un giovane carismatico e sicuro di sé, nonché un guerriero ed un conquistatore. È un ragazzo affascinante, ben rasato e dai capelli lunghi. Porta la corona di Aegon il Conquistatore ed è rinomato per il coraggio da lui dimostrato sul campo di battaglia, ove indossa un’armatura ricoperta di elaborate incisioni nere e oro. [3]


Vita

Daeron, primogenito ed erede di Aegon III Targaryen e della di lui moglie Daenaera della Casa Velaryon, nasce nel 143 CA. Ha un fratello più giovane, Baelor, e tre sorelle, Daena, Rhaena ed Elaena. Alla morte di suo padre, a soli quattordici anni, è incoronato come re Daeron I, sebbene venga a volte chiamato il “Re Ragazzo”. Daeron mantiene suo zio Viserys come suo Primo Cavaliere, il quale ha già ricoperto tale carica durante il regno di Aegon III.

Daeron ha sempre sentito che l’incontrastata indipendenza di Dorne rappresenta una questione in sospeso per i Targaryen e, in seguito alla sua ascesa al trono, giura a sé stesso di rimediare agli errori dei suoi antenati. I suoi piani non sono però approvati dal principe Viserys, suo zio e Primo Cavaliere, e dai suoi consiglieri. In particolare, questi ultimi gli ricordano che Aegon il Conquistatore e le sue sorelle hanno fallito due volte nel tentativo di sottomettere Dorne e loro avevano pure i draghi, mentre il Trono di Spade non ne ha nessuno. È celebre la risposta di Daeron a tale obiezione:


Lo avete, un drago: è proprio qui, davanti a tutti voi. [2]


Infine, risulta impossibile contraddire Daeron, il quale, con l’aiuto di Alyn Velaryon, comincia a pianificare l’offensiva. La campagna di attacco e d’invasione sembra convincente in quanto Daeron esamina e rivede i passi falsi compiuti nella Prima Guerra di Dorne. Il giovane re divide l’esercito in tre forze, guidandone personalmente una attraverso la Strada delle Ossa, imparando dagli sbagli fatti da Orys Baratheon durante il primo conflitto. Daeron si serve dei sentieri per le capre situati nel passo onde evitare gli agguati e le imboscate a cui i dorniani solitamente ricorrono per scacciare gli invasori. Nel frattempo, la sua seconda armata, capitanata dalla Casa Tyrell, sferra un attacco lungo il Passo del Principe. La terza armata, una flotta comandata da Alyn Velaryon, assalta la costa dorniana riportando significative vittorie a Planky Town.

Il Re Ragazzo – by Fantasy Flight Publishing©

Nel 158 CA, un anno dopo lo scoppio della guerra, il principe di Dorne e quaranta fra i più potenti lord dorniani prestano atto di sottomissione a Daeron. Pare proprio che il Giovane Drago sia riuscito nell’impresa in cui perisno Aegon il Conquistatore ha fallito: annettere Dorne e, finalmente, unificare i Sette Regni (anche se questo ha significato la perdita di diecimila uomini). Un tentato assassinio ai danni di Daeron viene sventato da Aemon il Cavaliere del Drago, il quale si frappone fra il suo re e la freccia avvelenata scagliata per colpirlo. Il veleno non riesce ad uccidere Aemon, che viene rimandato ad Approdo del Re perché possa riprendersi del tutto. [2]

In seguito alla Capitolazione di Lancia del Sole, Daeron scrive un libro che intitola La Conquista di Dorne, nel quale documenta il suo successo. [4] Il volume è famoso per lo stile semplice e chiaro in cui è redatto, anche se va notato che in esso Daeron esagera il numero dei nemici perché la sua impresa appaia ancora più portentosa. [2]

Sfortunatamente, però, la vittoria di Daeron ha vita breve. La conquista viene arrestata una notte, quando Lord Lyonel Tyrell, che il Giovane Drago ha incaricato del governo di Dorne, resta ucciso in una trappola ben congegnata. La morte di quest’ultimo suscita un’ampia rivolta che rovescia le sorti del piano di conquista.[5] Nel tentativo di contenere la ribellione, Daeron perde cinquantamila uomini, prima d’essere assassinato a sua volta. Il Giovane Drago muore a diciott’anni, mentre incontra i dorniani sotto un vessillo di pace. [6] Tre membri della Guardia Reale vengono trucidati per aver cercato di difenderlo, un altro di loro urla e fugge in preda al terrore e Aemon il Cavaliere del Drago cade prigioniero dopo essere riuscito ad uccidere due dei traditori.[2] Si presume che ciò avvenga al Passo del Principe, in quanto si riporta che Alester e Olyvar Oakheart della Guardia Reale muoiano in tal luogo a fianco del Giovane Drago, trafitti dalle frecce nemiche. [7]

A Daeron succede il fratello Baelor il Benedetto, al quale si deve la riconciliazione con i dorniani. La Città Dolente, situata nelle Terre della Tempesta, prende il suo nome dalla reazione della gente del posto alla vista del corpo senza vita del Giovane Drago. [8] A Vecchia Città, c’è una statua di re Daeron I in sella ad un imponente cavallo di pietra e con la spada sollevata in direzione di Dorne. [9]


Citazioni sul Giovane Drago

Jon: Daeron Targaryen aveva solo quattordici anni quando conquistò Dorne.

Benjen: Conquista durata una sola estate. Il tuo re ragazzino perse diecimila uomini nell'assalto, e altri cinquantamila cercando di respingere il contrattacco. Qualcuno avrebbe dovuto dirgli che la guerra non è un gioco. [6]

Jon Snow e Benjen Stark





Famiglia

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aegon II
 
Helaena
 
Aemond
 
Daeron
 
Rhaenyra
 
Daemon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Jaehaerys
 
Maelor
 
Jaehaera
 
Aegon III
 
Daenaera
Velaryon
 
 
 
 
 
Viserys II
 
Larra
Rogare
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Daeron I
 
Rhaena
 
 
Elaena
 
Alyn
Velaryon
 
Baelor I
 
Daena
 
Aegon IV
 
Naerys
 
Aemon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Ossifer
Plumm
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Jeyne
Waters
 
Jon
Waters
 
 
Daemon
Blackfyre
 
Daeron II
 
Daenerys
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Viserys
Plumm
 
 
 
Michael
Manwoody
 
 
Ronnel
Penrose
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Robin
Penrose
 
Laena
Penrose
 
Jocelyn
Penrose
 
Joy
Penrose
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 



Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti