Dio della Tempesta

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.

Il Dio della Tempesta è una divinità propria della cultura degli Uomini di Ferro. E' l'eterno nemico del Dio Abissale. Vive tra le nuvole, i corvi sono le sue creature e i suoi messaggeri. Pone spesso trappole ai naviganti, scatenando tempeste e maremoti.

Si racconta sia stata la sua ira a condannare Balon Greyjoy, morto perché fatto cadere dal suo palazzo da una folata di vento. Dopo la sua morte, però, Balon banchetta nelle sale del palazzo sottomarino del Dio Abissale. Voci narrano che Occhio di Corvo abbia offerto al Dio della Tempesta un sacrificio di sangue per assicurarsi una tranquilla navigazione al largo, permettendogli di avvicinarsi all'Altopiano di sorpresa durante l'attacco alle Isole Scudo.

Il Re Grigio

Il Re Grigio, governatore del mare e sposo di una sirena, si racconta abbia ucciso il primo drago marino, Nagga, con l'aiuto del Dio Abissale. Con le ossa del drago ha costruito il suo palazzo e con il suo fuoco vivo lo teneva riscaldato. Ha regnato per mille anni e ha complottato una guerra contro il Dio della Tempesta. Alla sua morte, il Dio della Tempesta ha spento il suo fuoco.[1]

Fonti e Note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti