Durran

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
House Baratheon.PNG
Durran
House Baratheon.PNG
Durran Elenei.jpg
Durran con la moglie Elenei

Alias

Durran Pena degli Dèi
Durran Dolore degli Dèi
Il re millenario

Titolo

Re della Tempesta

Affiliazione

Casa Durrandon

Cultura

Primi Uomini

Data di nascita

Durante l'Età degli Eroi

Casa reale

Casa Durrandon

Erede

Durran il Devoto

Successore

Durran il Devoto

Regina consorte

Elenei

Libri

Il mondo del ghiaccio e del fuoco - Menzionato
Lo scontro dei re - Menzionato

Re Durran, altresì conosciuto come Durran Pena degli Dèi, è una figura leggendaria dell'Età degli Eroi, il primo re della Tempesta ed il fondatore della Casa Durrandon. Secondo la leggenda, sposa Elenei, la figlia del dio del mare, e fa edificare il castello di Capo Tempesta.


Storia

Elenei protegge Durran mentre viene edificato Capo Tempesta.
by Roman Papsuev

Durante il periodo noto come Età degli Eroi, il re della Tempesta Durran conquista il cuore di Elenei, figlia della dea del vento e del dio del mare. I due si sposano senza il consenso delle divinità, le quali, in preda all'ira, distruggono la fortezza di Durran nella sua prima notte di nozze. Ciò provoca la morte della famiglia del re e degli invitati al matrimonio. Durran dichiara dunque guerra agli dèi che, in risposta, colpiscono la sua terra con terribili tempeste. Ogni volta che re Durran costruisce un castello, le divinità lo radono al suolo.[1]

Re Durran non si lascia intimidire e continua a far erigere castelli sempre più grandi e fortificati. Infine, il settimo castello, Capo Tempesta, resiste al mare e al clima ostile del Golfo dei Naufragi. Si dice che ciò sia possibile perché i Figli della Foresta hanno preso parte alla costruzione, o perché Durran sia stato aiutato dal giovane Brandon Stark, figlio di Brandon il Costruttore. La verità resta sconosciuta.[1]

Si racconta che Durran regni per un migliaio d'anni. Tuttavia, l'Arcimaestro Glaive ha avanzato l'ipotesi che dietro al re millenario si celi un'interminabile successione di monarchi dallo stesso nome.[2]


Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti