Evocatore di Draghi

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.

Evocatore di Draghi è un Corno di Drago con sopra incisi geroglifici valyriani. Euron Greyjoy sostiene di averlo trovato tra le rovine fumanti di Valyria.

Indice


Descrizione

Il corno è lungo 6 piedi (1,83 metri). E’ nero, luccica, ed è fasciato con intarsi di oro rosso e acciaio di Valyria. Il corno al tatto è caldo e liscio. La sua superficie è brillante e riflettente, anche se il riflesso raffigurato è distorto. Le bande del corno sono ricoperte da strane incisioni, che Moqorro identifica come geroglifici valyriani. Quando il corno viene suonato, i geroglifici brillano come se divenissero roventi, prima nei toni del rosso, poi del bianco[1].

Eventi Recenti

A Feast for Crows (Il Dominio della Regina, L’Ombra della Profezia)

L' Evocatore di Draghi viene portato all’Acclamazione di Re da Euron Greyjoy, mentre gli uomini di ferro stanno eleggendo il loro nuovo Re. Il suono del corno zittisce tutti e pone fine a un potenziale scontro tra i sostenitori di Victarion e Asha Greyjoy. Secondo quanto affermato dai testimoni, il suono del corno ricorda le urla strazianti di centinaia di anime, e infonde in chi lo sente la sensazione di avere le ossa in fiamme e la carne bruciare dall’interno dei loro stessi corpi[1]. Euron vince l’acclamazione di Re promettendo agli uomini di ferro che avrebbero conquistato il Continente Occidentale con i Draghi:

Il corno che avete sentito, l'ho trovato tra le rovine fumanti di quella che un tempo era Valyria, dove nessuno tranne me ha mai osato mettere piede. Avete udito il suo suono e ne avete percepito il potere. È il corno di un drago, legato con strisce di oro rosso e acciaio di Valyria e su di esso sono incisi dei geroglifici. I signori dei draghi un tempo suonavano quei corni, prima che il Disastro li inghiottisse. Con questo corno, uomini di ferro, posso piegare i draghi alla mia volontà.


Quando Asha replica sostenendo che i draghi non esistono più, Euron le dice che ne esistono ben tre, e aggiunge di sapere dove trovarli. Non specifica che i draghi appartengono a Daenerys Targaryen. Cragorn muore dopo aver suonato il corno e, quando un maestro apre il suo cadavere per capire quale sia stata la causa della sua morte, scopre che i suoi polmoni sono inceneriti e neri come la fuliggine[2].

A Dance With Dragons (I Guerrieri del Ghiaccio, I Fuochi di Valyria, La Danza dei Draghi)

A Deepwood Motte, Asha riflette sul fatto che a Vecchia Wyk che quel corno infernale di suo zio aveva soffiato una campana a morto per i suoi sogni[3]. Euron dà il corno a Victarion quando lo manda a Meereen per riportare Daenerys da lui. Secondo Moqorro, i geroglifici valyriani sul corno hanno questo significato:

Io sono l’Evocatore di Draghi. Nessun uomo mortale può suonarmi e continuare a vivere. Sangue in cambio di Fuoco. Fuoco in cambio di Sangue.

[1]

Moqorro sostiene che chiunque suoni il corno muoia, ma che tutti i draghi che ne sentiranno il suono obbediranno al proprietario del corno. Moqorro dice che Victarion deve diventare il proprietario del corno, rivendicandone il possesso con il sangue[1].

Citazioni

Avete udito il suo suono e ne avete percepito il potere.
Euron

[2].

La sua voce era squillante e malefica, un grido caldo, che fece vibrare le ossa degli uomini lì presenti
Aeron Capelli Bagnati

[2].

E' il corno degli inferi.
Aeron Capelli Bagnati

[2].

Fonti e Note

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 La danza dei draghi, Capitolo 63, Victarion II.
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Il banchetto dei corvi, Capitolo 19, The Drowned Man.
  3. La danza dei draghi, Capitolo 26, La Sposa Ribelle (Asha I).
Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti