Fortino di Maegor

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.

Il Fortino di Maegor è un imponente fortilizio a pianta quadrata situato nel cuore della Fortezza Rossa di Approdo del Re. Deve il suo nome a re Maegor I Targaryen, il sovrano durante il cui regno è stato edificato. È da considerarsi una vera e propria “fortezza dentro la fortezza”.[1]


Indice


Informazioni

Il Fortino di Maegor si erge oltre mura spesse dodici piedi. Lo circonda un fossato secco ricoperto da letali rostri di ferro e sormontato da un ponte levatoio, l’unica via di accesso e uscita dal fortilizio. All’estremità del passaggio, è sempre di guardia un cavaliere della Guardia Reale.

Il fortino ospita gli appartamenti reali.[2] Le camere da letto sono gemellate e la Sala da Ballo della regina, seppur di dimensioni assai inferiori rispetto alla Sala Grande della Fortezza Rossa e alla Sala Piccola della Torre del Primo Cavaliere, contiene un centinaio di posti a sedere.[3]


Storia

Gli avvenimenti che seguono alla morte di re Viserys I Targaryen portano alla guerra civile nota come Danza dei Draghi. Quando il principe Aemond Targaryen parte per Capo Tempesta in groppa a Vhagar, il tanfo emanato dal cadavere del sovrano, ancora nel Fortino di Maegor, si è ormai sparso in tutto l’edificio. Dopo la cerimonia d’incoronazione, re Aegon II Targaryen si trasferisce negli appartamenti reali del fortino con la propria sorella e moglie, la regina Helaena Targaryen.[4]

Formaggio, un ex acchiappatopi della Fortezza Rossa, guida il suo complice Sangue all’interno del castello reale servendosi di un passaggio dimenticato. Nella Torre del Primo Cavaliere, i due assassinano l’erede di Aegon II dopo aver atteso la visita della regina Helaena alla madre Alicent Hightower (era infatti per loro impossibile penetrare direttamente nelle stanze della regina, al sicuro nell’inespugnabile fortino). Quando Rhaenyra Targaryen prende la capitale, la regina vedova Alicent Hightower abbandona il Fortino di Maegor per andare incontro alla figliastra e trattare con lei, ma quest’ultima non ha intenzione di piegarsi alle sue condizioni. Gli uomini di Rhaenyra trovano la di lei rivale, l’ormai folle regina Helaena, rinchiusa nella sua camera. Sfondate le porte d’accesso agli appartamenti di Aegon, invece, non trovano altro che un letto vuoto e un vaso da notte colmo.[4]

Rhaenyra rischia di perdere il controllo del Trono di Spade e Helaena si suicida gettandosi dalla finestra della sua stanza nel fortino, morendo impalata sulle picche del fossato. La tragedia porta al culmine il malcontento dei cittadini, che insorgono nell’Assalto alla Fossa del Drago. La regina Rhaenyra assiste all’insurrezione da una torre del Fortino di Maegor insieme ai figli rimastele, Joffrey Velaryon e Aegon il Giovane, e a diversi membri della corte.[4]

Durante il Sacco di Approdo del Re, Ser Gregor Clegane e Ser Amory Lorch scalano le mura del Fortino di Maegor e, una volta all’interno dell’edificio, trucidano la principessa Elia Martell e i suoi figli.[5]


Eventi recenti

Il Trono di Spade

Re Robert Baratheon muore nel Fortino di Maegor dopo esser stato assalito da un cinghiale durante una battuta di caccia nel Bosco del Re.

Alla caduta in disgrazia del padre e Primo Cavaliere Lord Eddard Stark, Sansa è tenuta rinchiusa nella torre più alta del fortino come ostaggio di nobili natali.[6]


Lo scontro dei re

Mentre ha luogo la Battaglia delle Acque Nere, quasi tutte le donne di Approdo del Re corrono a rifugiarsi nella Sala da Ballo del Fortino di Maegor, assieme anche ad alcuni anziani e ragazzi.[3]


Tempesta di Spade

Tyrion Lannister si riprende dal recente scontro in una camera sopra la Sala da Ballo, in quanto il padre Tywin Lannister si è trasferito nel suo precedente appartamento, la Torre del Primo Cavaliere.[1] Una volta sposata Sansa, Tyrion lascia il Fortino di Maegor per gli spaziosi appartamenti al di sopra delle cucine della Fortezza Rossa, prima occupati da Lord Gyles Rosby.[7]

La mattina delle sue nozze, terminata la colazione, re Joffrey Baratheon riceve doni nella Sala da Ballo.[8]


La danza dei draghi

Ser Kevan Lannister nota che il fossato prosciugato del Fortino di Maegor è ricoperto da neve alta almeno tre piedi e che i rostri acuminati che lo costellano brillano imperlati da schegge di ghiaccio. Kevan cena negli appartamenti reali con la nipote, la regina Cersei Lannister, e il di lei figlio, re Tommen Baratheon. Quest’ultimo gli riferisce che, la notte precedente, un brutto gatto si è appostato alla sua finestra.[9]


Citazioni

Sansa sollevò il cappuccio del mantello per coprirsi le orecchie e corse verso il Fortino di Maegor, la fortezza dentro la fortezza nella quale la regina aveva promesso che tutti loro sarebbero stati al sicuro.[3]
Dai pensieri di Sansa Stark



Quello era il Fortino di Maegor, e là dentro ogni servo era sul libro paga della regina.[1]
Dai pensieri di Tyrion Lannister



Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti