Fossa di Daznak

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Daenerys e Drogon nella Fossa di Daznak - by Marc Simonetti©
L'arte mortale - by Marc Fishman©

La Fossa di Daznak, anche chiamata Grande Fossa di Daznak, è la più grande e la più bella delle fosse da combattimento di Meereen.


Indice


Descrizione

Le Porte del Fato rappresentano l'ingresso alla fossa. Due guerrieri di bronzo scolpiti nell'atto di procurarsi vicendeovlmente la morte formano l'arcata del portale. Uno dei guerrieri brandisce un'ascia, mentre l'altro una spada. I nomi di tutti i gladiatori morti nell'arena sono incisi sui mattoni vicino all'entrata. La struttura è costituita da mattoni multicolori proprio come la città che la ospita. L'arena circolare è formata da ordini di panche disposte a gradoni, ognuna di un colore differente. I colori presenti sono:

  • nero
  • viola
  • blu
  • verde
  • bianco
  • giallo
  • arancione
  • rosso


Gli ultimi due ordini, le panche rosse e arancioni, sono riservati alla classe dirigente di Meereen. Le panche nere e viola, invece, le più distanti dal centro dell'arena, sono per i cittadini del più basso rango sociale, i poveri e gli schiavi.[1]


Eventi recenti

Tempesta di spade

Dopo aver conquistato Meereen, Daenerys Targaryen fa impalare 163 Grandi Padroni nella Fossa di Daznak in rappresaglia all'omicidio di 163 schiavi bambini.[2][1]


La danza dei draghi

La fossa viene riaperta per festeggiare le nozze tra Daenerys e Hizdahr zo Loraq e quindi l'armistizio tra Yunkai e Meereen. Uomini di ogni nazionalità e cultura si scontrano e la sabbia rossa dell'arena beve il sangue dei vinti. L'odore del sangue attira Drogon, che plana sulla fossa portando morte e caos. Daenerys lo doma con una frusta e gli sale in groppa, lasciando l'arena in volo sul suo drago.[1]

Dopo che Viserion e Rhaegal sono stati liberati dai sotterranei della Grande Piramide, il Concilio Reggente di Meereen fa portare 1.000 pecore nella fossa di Daznak perché i draghi, venendo saziati, lascino in pace i cittadini. Pare che la carne di montone piaccia molto alle bestie, visto che esse ritornano nella fossa ogniqualvolta sono affamate.


Citazioni

Daenerys doma Drogon - by Ashley Hunter Rice
[...] E ho visto quel drago strappare braccia e gambe, squartare in due gli uomini, bruciarli fino a lasciare solo cenere e ossa. La gente ha cominciato a correre, per allontanarsi dalla fossa da combattimento, ma io ero andato per vedere uno spettacolo, e per tutti gli dèi di Ghis l'ho visto. Ero su nelle gradinate viola, perciò sapevo che il drago non mi avrebbe attaccato.[3]
Uno schiavo anziano a Tyrion Lannister, presso un pozzo fuori dalle mura di Meereen.



Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti