Grandi Padroni

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.

I Grandi Padroni erano la classe dominante di Meereen prima dell'arrivo e dell'insediamento di Daenerys Targaryen.


Indice

Eventi recenti

Tempesta di spade

Nel tentativo di scoraggiare Daenerys Targaryen dal conquistare la loro città, i Grandi Padroni fanno crocifiggere 163 bambini schiavi sulla strada tra Yunkai e Meereen e attuano la tattica della terra bruciata per impedire al suo esercito di trovare provvigioni alimentari intorno alla città. Stretti d'assedio, mandano un campione scelto tra loro per sconfiggere il campione della regina, senza successo. Poco dopo, Daenerys conquista la città.[1]

Come punizione per la morte dei bambini, Daenerys fa crocifiggere 163 Grandi Padroni.[2]


La danza dei draghi

Dopo aver abolito la schiavitù, i Grandi Padroni vengono privati della loro principale fonte di guadagno. Alcuni accettano di sottomettersi, seppur controvoglia, al dominio della regina Daenerys Targaryen, mentre altri le si oppongono sin da subito, creando un'organizzazione che colpisce i liberti, gli Immacolati e tutti i fedeli alla regina.[2]

L'opposizione dei Grandi Padroni si rafforza quando i Saggi Padroni di Yunkai conquistano alleati e riescono a sconfiggere il governo autonomo rinato ad Astapor.[3] Nel tentativo di ristabilire la pace, Daenerys accetta di sposare Hizdahr zo Loraq, ma, quando la regina lascia improvvisamente la città, i Grandi Padroni ritornano a essere un pericolo per la stabilità di Meereen.[4]


Grandi Padroni conosciuti


Vedi anche


Fonti e note

  1. Tempesta di spade, Capitolo 57, Daenerys.
  2. 2,0 2,1 La danza dei draghi, Capitolo 2, Daenerys.
  3. La danza dei draghi, Capitolo 30, Daenerys.
  4. La danza dei draghi, Capitolo 70, Il Primo Cavaliere della Regina (Barristan IV).
Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti