Il banchetto dei corvi-Capitolo 2

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.


Il Capitano delle Guardie 
Il banchetto dei corvi
Affc.jpg
PDVIl Capitano delle Guardie
LuogoGiardini dell'Acqua - Lancia del Sole
Cronologia dei capitoli (Tutti)


Il Profeta  ← Il Capitano delle Guardie   → Cersei  


Il Principe Doran Martell decide di tornare al suo seggio a Lancia del Sole dopo un lungo periodo trascorso ai Giardini dell'Acqua temendo che una delle figlie bastarde del defunto fratello Oberyn Martell possa scatenare una rivolta o peggio, una guerra. Durante il tragitto viene approcciato dalle tre maggiori e, spaventato che possano fare di testa loro, chiede al suo capitano delle guardie, Areo Hotah, di trovarle e confinarle.


Indice

Sinossi

Il principe Doran ha trascorso gli ultimi due anni ai Giardini dell’Acqua ad osservare i bambini giocare mentre cercava di far pace con la sua gotta. Il capitano delle guardie Areo Hotah avverte l’approcciarsi di Obara Sand, la maggiore delle figlie bastarde del principe Oberyn Martell, e le intima di non andare oltre e disturbare il riposo del Principe Doran. Sebbene sia piuttosto letale, nessuno è in grado di battere il Capitano, ma il principe chiede che la donna lo raggiunga prima che i due possano azzuffarsi. Obara chiede giustizia per il padre, prega Doran di radunare l’esercito dorniano e di donarne a lei la metà, in modo che possa marciare su Vecchia Città e raderla al suolo, e alla sua sorellastra Lady Nym l’altra metà in modo che ella possa incamminarsi sulla Strada del Re. Doran replica che il fratello non è stato esattamente assassinato ma è morto durante un combattimento per singolar tenzone e che Lord Tywin Lannister ha promesso loro la testa di Ser Gregor. Non soddisfatta, Obara cerca di provocare lo zio facendo leva sulla sua notoria mitezza e se ne va quando l’uomo le ordina di attendere i suoi comandi a Lancia del Sole.

Temendo una rivolta spinta dalle Serpi delle Sabbie a Lancia del Sole, Doran decide di tornare al suo seggio all’interno dell'Antico Palazzo. Il Capitano gli ricorda che la Principessa Myrcella si trova lì e che il suo guardiano, Ser Arys Oakheart, manda frequenti lettere alla Regina Cersei. Hotah pensa che prima o poi lui e il membro della Guardia Reale finiranno con lo scontrarsi ed è sicuro che a pagarne le spese sarà Oakheart.

La mattina successiva, il principe e il suo seguito iniziano il viaggio di ritorno verso Lancia del Sole ma, lungo la strada, incontrano un’altra Serpe delle Sabbie. La bella Lady Nym è molto più delicata della sorella maggiore ma non meno interessata alla vendetta per suo padre. Deridendo le idee guerresche di Obara, comunica allo zio di aver bisogno soltanto della sorella Tyene: le due avrebbero assassinato Cersei, Jaime, Lord Tywin e re Tommen. Doran comunica alla giovane che il fratello si è in realtà spinto oltre gli ordini che lui aveva comandato. Lo aveva mandato ad Approdo del Re per conoscere meglio la corte di Joffrey e non per cercare vendetta per l’omicidio di sua sorella Elia. Nymeria risponde senza peli sulla lingua:

«Le mie sorelle e io non aspetteremo diciassette anni per avere la nostra vendetta.»


All’arrivo a Lancia del Sole, il seguito del principe viene avvicinato dal popolo che reclama urlando vendetta per la Vipera Rossa. Nel Vecchio Palazzo, la principessa Arianne accoglie il padre e gli comunica che Tyene Sand lo sta aspettando nella sala del trono. La terza Serpe delle Sabbie sta ricamando quando il Capitano trasporta il principe sull’alto scranno. Tyene offre al principe il lavoro che sta cucendo: un’immagine equestre del principe Oberyn Martell con indosso un’armatura rossa. La giovane vuole che lo abbia lo zio in modo che non possa dimenticarsi del padre, ma l’uomo risponde:

«Non potrei mai dimenticare tuo padre.»


Tyene prosegue dicendo che sarebbe onorata di poter organizzare il matrimonio di Trystane e Myrcella ora, in modo da poter incoronare la principessa come è nella tradizione di Dorne secondo cui è la primogenita a essere erede indipendentemente dal sesso. Essendo quindi Myrcella maggiore di Tommen, per le leggi di Dorne, potrebbe essere incoronata regina. Questo porterebbe le lance della Regina Reggente e di Alto Giardino a marciare su Dorne, dove l’esercito del principe le distruggerebbe sui passi di montagna e li seppellirebbe sotto le tempeste di sabbia. Quando il principe è dubbioso, la giovane lo definisce “pauroso” , ma Doran la mette in guardia:

«C'è una certa differenza tra paura e prudenza.»


Tyene alza allora una mano per accarezzare lo zio, ma Hotah batte l’estremità della sua lancia lunga con un colpo secco sul pavimento di marmo e commenta:

«Mia signora, stai osando troppo. Allontanati dalla piattaforma, se ti compiace.»


La Serpe delle Sabbie replica che il suo era solo un gesto d’amore e non aveva nessuna intenzione di ferire lo zio che ama, conscia che anche lui amasse suo padre. Maestro Caleotte irrompe nella stanza subito dopo per assicurarsi che il principe non sia stato punto da uno degli aghi di Tyene.

Poco dopo, il principe Doran comanda al Capitano di trovare e confinare le Serpi delle Sabbie, comprese le giovani figlie di Ellaria, nelle celle sulla sommità della Torre delle Lancia, senza spargimenti di sangue. Quando Hotah dice al principe che il popolino comincerà a strepitare quando si saprà, il principe risponde:

«Tutta Dorne comincerà a strepitare. Prego solo che lord Tywin possa udire quello strepito fino ad Approdo del Re, e sappia così quale leale amico ha a Lancia del Sole.



Lista dei personaggi apparsi e menzionati

Apparsi

Menzionati


=Famiglia

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Principessa di Dorne
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Lewyn
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Doran
 
Mellario di Norvos
 
Mors
 
Elia
 
Rhaegar Targaryen
 
Olyvar
 
Varie donne
 
Oberyn "la Vipera Rossa"
 
Ellaria Sand
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
ArianneQuentynTrystane
 
Rhaenys TargaryenAegon Targaryen
 
Obara SandNymeria SandTyene SandSarella Sand
 
Elia SandObella SandDorea SandLoreza Sand
 
Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti