Il banchetto dei corvi-Capitolo 25

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.


Brienne 
Il banchetto dei corvi
Affc.jpg
PDVBrienne
LuogoMaidenpool
Cronologia dei capitoli (Tutti)


Cersei  ← Brienne   → Samwell  


Di ritorno da Maidenpool, Hyle Hunt informa Randyll Tarly che Brienne ha ucciso tre uomini dei Guitti Sanguinari. Tarly la intima a smettere di giocare al cavaliere, ma Brienne non ha intenzione di rinunciare alla sua missione. Il giorno dopo, insieme a Podrick, incontra Ser Hyle che confida loro il piano per trovare Sandor Clegane. Rivela loro che il Mastino non si è unito a Beric Dondarrion e che la Fratellanza senza Vessilli non è implicata nell’attacco di Padelle Salate. Lord Randyll ha messo in giro quelle voci per incitare il popolino a rivoltarsi contro Lord Beric. Ser Hyle conosce un septon esperto delle Terre dei Fiumi, e propone a Brienne di accompagnare l’uomo a Padelle Salate. Quando Brienne afferma di non avere nessuna intenzione di viaggiare con Hunt, questi le dice di non essere più al servizio di Lord Tarly. Partono subito per Padelle Salate, mentre Septon Maribald prega, racconta del suo passato e dei grandi branchi di lupi avvistati nelle Terre dei fiumi e guidati da una lupa. Maribald afferma poi che può esserci la possibilità di incontrare uomini spezzati nella strada verso Isola Quieta e Brienne suppone che lo stesso septon fosse uno degli uomini spezzati prima di prendere i voti.

Sinopsi

Hyle Hunt insiste affinché portino a lord Tarly le teste degli uomini appena uccisi, ma Brienne non vuole. Nonostante ciò, Hunt non le dà ascolto e lega le teste mozzate alla sella. Il viaggio che li conduce a Maidenpool è tutt’altro che confortevole. Sulla Punta della Chela Spezzata è freddo, umido e piove spesso. 
Quando vengono condotti al cospetto di Tarly e gli consegnano le teste, lord Randyll sembra sorpreso che sia stata Brienne ad uccidere i tre uomini. Chiede se abbiano trovato la giovane Stark e quando questi rispondono di no, suggerisce a Brienne di iniziare ad indossare abiti femminili, più consoni al suo sesso. Le propone anche di imbarcarla su una nave diretta a Tarth, ma Brienne rifiuta dicendogli di voler trovare Sandor Clegane. Il Mastino adesso viaggia con Beric Dondarrion e a seconda dei racconti, si dice che sia circondato da sei, sessanta o seicento uomini. 
Brienne e il suo seguito chiedono ospitalità, ma gli viene negata. Ser Hyle Hunt propone loro di pernottare in qualche locanda della zona, ma tutte sembrano piene, così chiedono ospitalità in alcune galee ormeggiate nel porto della città, trovando un letto per la notte a bordo della Signora di Myr, una galea commerciale in disarmo dopo un naufragio. 
Durante la notte, Brienne si sveglia tre volte e immagina perfino che Dick lo Svelto si sia intrufolato nella sua cabina per ucciderla, anche se sa bene che Dick è ormai morto. Quando infine riesce a prendere sonno, vede tutti gli uomini che ha ucciso, quasi la stessero prendendo in giro. 
La mattina si reca all’ Oca Puzzolente per fare colazione e per incontrare Hyle Hunt. La locandiera sembra ricordare di averla vista in passato in compagnia di Dick lo svelto.
Quando Brienne e Podrick perdono le speranze circa l’arrivo di Hyle, questi entra. 
Hyle ha parlato con suo cugino che afferma che il Mastino è stato visto l’ultima volta a Padelle Salate, il giorno della razzia, e che si è poi messo in marcia verso ovest, lungo il Tridente. Secondo Hunt, il Mastino è alla ricerca di un passaggio via mare in quanto in trappola essendo circondato dai Frey, Blackwood, Bracken e Tarly. Brienne suggerisce allora che Clegane possa trovarsi con Dondarrion, ma Hyle dice che anche gli uomini Dondarrion sono sulle sue tracce e che intendono impiccarlo per quello che ha fatto a Padelle Salate. Loro non c’entravano nulla, è stato Lord Randyll a mettere in giro la voce nella speranza di far rivoltare il popolo contro Beric, ma senza risultato. Finché infatti il popolino continuerà a proteggerlo, non riuscirà mai a prendere il Lord della Folgore. Hyle parla anche di un’altra banda guidata da una certa Lady Stoneheart, l’amante di lord Beric che, a quanto si dice è stata impiccata dai Frey e riportata in vita da Dondarrion.

Brienne studia la mappa e asserisce che, essendo Padelle Salate l’ultimo luogo in cui Clegane è stato visto, è lì che devono andare. Hunt dice allora che conosce un uomo, un septon, Maribald che ha vissuto tutta la vita nelle Terre dei fiumi e che partirà il giorno seguente per Padelle salate e propone di viaggiare con lui. Brienne gli dice di non voler viaggiare con lui di nuovo e gli chiede se sia stato Tarly ad ordinargli di seguirli e questi gli comunica che non è più al servizio di Lord Randyll.

Si mettono in viaggio la mattina seguente al levare del sole. Con loro anche Hunt e septon Meribald. Brienne in sella alla sua giumenta, Podrick Payne in groppa a un ronzino ricurvo, septon Meribald che cammina al loro fianco appoggiandosi a una lunga asta di legno, seguito da un piccolo asino e da un enorme cane. L'asino trasporta un carico di cibo per i poveri e gli affamati delle terre dei fiumi talmente pesante che Brienne teme gli si possa spezzare la schiena. A causa di septon Meribald, il gruppo procede molto lentamente, tuttavia, Brienne è consapevole che senza Meribald, si sarebbero certamente persi in quella distesa di terre basse umide e selvagge. Durante il tragitto incontrano delle case abitate e Brienne si stupisce del fatto che non siano state rase al suolo o saccheggiate come le altre. Meribald le risponde che quelle persone possiedono ben poco che abbia valore.I loro tesori sono le conchiglie, le pietre e le barche di cuoio, le loro armi più pericolose sono i coltelli di ferro arrugginito. Nascono, vivono, amano e muoiono, niente di più. Il gruppo procede e Meribald racconta un po’ della sua esperienza di septon. Dice poi loro che ultimamente le Terre dei Fiumi sono invasi da branchi di lupi e che li sente spesso ululare, sebbene non li abbia mai visti. Si dice che tutti quei lupi siano demoni. Pare che a guidarli sia una lupa mostruosa, un'ombra feroce, sempre in agguato, grigia ed enorme, che possa abbattere da sola un uri, che non esista trappola in grado di trattenerla o imprigionarla, che non tema né fuoco né acciaio, che sbrani qualsiasi lupo maschio che cerchi di montarla e che divori solo carne umana.

Il giorno dopo procede simile al precedente. Verso mezzogiorno si fermano in un minuscolo villaggio di otto case costruite su palafitte sopra uno stretto torrente. Gli uomini sono fuori a pescare, ma le donne e i ragazzi si raccolgono a pregare attorno a septon Meribald. Quando ritornano sulla strada, septon Meribald suggerisce di montare la guardia quella notte, gli abitanti del villaggio gli hanno riferito che tre uomini spezzati si aggirano per le dune a ovest della vecchia torre di guardia. Podrick chiede chi sono gli uomini spezzati e Meribald glielo spiega. Brienne sospetta allora che Meribald fosse anch’egli un uomo spezzato in passato e quando gli chiede a che guerra abbia preso parte, questo racconta lorodi aver preso parte, quando aveva più o meno l’età di Podrick, alla guerra dei re novesoldi. 



Lista dei Personaggi

Apparsi:

Menzionati

Luoghi, oggetti e navi menzionati

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti