Il banchetto dei corvi-Capitolo 34

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.


La Gatta dei Canali 
Il banchetto dei corvi
Affc.jpg
PDVLa Gatta dei Canali
LuogoBraavos
Cronologia dei capitoli (Tutti)


Jaime  ← La Gatta dei Canali   → Samwell  


Cat si divide tra i suoi doveri alla Casa del Bianco e del Nero e il suo lavoro di venditrice di pesce per le strade di Braavos, dove ha modo di conoscere molte persone e tornare dall'Uomo Gentile per adempiere alla sua missione. Un incontro fortuito le fa prendere una decisione fatidica, ma dopo è costretta ad affrontare il giudizio del sacerdote del Dio dai Mille Volti.


Indice

Sinossi

Arya, sotto la falsa identità di Cat, la Gatta di Canali, vive con Brusco e la sua famiglia, venditori di merci ittiche lungo le strade di Braavos. Mentre quella mattina si recano al mercato del pesce, Cat ripensa agli strani sogni che continua a fare, dove è nel corpo di un lupo, anche se quei sogni appartengono ad Arya Stark di Grande Inverno, non a lei. Nonostante la sua determinazione, non sembra riuscire a liberarsi di Arya e dei suoi sogni, soprattutto di quello terribile in cui è alla disperata ricerca di sua madre e la sente urlare, ma un mostro con la testa a forma di cane le impedisce di correre da lei. In quei sogni non è forte e agile come un lupo, ma piange continuamente come una bambina spaventata.

Dopo che Brusco ha selezionato le casse di merce da vendere, Cat e i suoi figli caricano la barca. La bambina sente Talea e Brea parlottare tra loro: Cat ricorda che l'Uomo Gentile si era raccomandato di scoprire tre cose nuove prima di tornare alla Casa del Bianco e del Nero e lei, ogni tanto, torna con tre parole nuove, storie di marinai, eventi sorprendenti e persino segreti ma sempre con tre nuove scoperte. L'incontro tra Brea e il suo amante segreto è una delle tre novità che ha appreso quella volta. Come le aveva spiegato l'Uomo Gentile, Braavos è una delle nove Città Libere, nata dai reietti fuggiti dalle colonie di Valyria che avevano portato con sè le loro divinità. Anche se tutti veneravano il Dio dai Mille Volti, seppur con nomi diversi, Braavos era senza dubbio una una città di segreti. Ogni volta che lei rientra al tempio, trova l'Uomo Gentile ad attenderla che le chiede cosa sono le tre nuove cose che ha scoperto. Tre giorni al mese, Cat torna a servire nel tempio con i suoi soliti doveri, occuparsi dei morti o aiutare Umma in cucina, ma per il resto dei giorni è un'orfana che vende ostriche, cozze e scampi al Porto degli Stracci.

Tornati a casa, Brusco divide la merce e si raccomanda di non tornare a casa fino a quando non avranno venduto tutto: a Cat spetta la zona del Porto degli Stracci, caotica e affollata, dove approdano le navi provenienti dall'estero ricche di marinai, prostitute e molti malviventi pronti ad approfittarsi degli ignari mercanti. Cat adora quel luogo, la varietà delle persone che vi passano e ha già imparato a difendersi dalle proposte oscene che riceve o da chi cerca di assalirla, nascondendo il pugnale come gli è stato insegnato da uno degli avventori di un bordello della città. Grazie alla sua professione, Cat ha la possibilità di interagire con molti braavosiani per migliorare la lingua, anche se con scarsi risultati, ascoltare le loro storie e scoprire nuovi segreti. I clienti di Cat variano molto, dai marinai di passaggio ai ricchi mercanti di Braavos, e molto spesso viene accompagnata nel suo peregrinare da numerosi gatti randagi, in attesa di qualche bocconcino di pesce.

Cat si avvicina alle galee che hanno appena attraccato, tra cui la Scimmia Dispettosa, proveniente da Città del Gabbiano, e una nave da Volantis. I marinai della seconda nave le raccontano di aver subito un attacco da parte della flotta di Salladhor Saan alle Stepstones, mentre quelli del Continente Occidentale, contenti di poter parlare con lei nella lingua comune, le portano aggiornamenti sulla situazione del continente, ma prima le chiedono dove poter trovare da divertirsi. Cat racconta loro che il bordello migliore è Porto Felice, mentre le prostitute che battono lungo i moli sono pericolose: S'vrone si dice abbia ucciso una dozzina di uomini, Figlia Ubriaca è tranquilla solo da sobria, mentre Canker Jeyne è in realtà un uomo. Uno dei marinai della Scimmia Dispettosa vuole invece sapere dove si trovano le cortigiane, famose in tutto il mondo: i cantastorie tessono le loro lodi, gli orafi e i gioiellieri le ricoprono di doni, gli artigiani le implorano di fare affari con loro, i principi mercanti pagano somme astronomiche pur di averle al loro fianco. Cat ne intravede qualcuna ogni tanto sui moli, ma Brusco si è raccomandato di non rivolgere mai loro la parola, a meno che non siano loro a farlo per prime. Aveva però venduto delle canocchie alla Perla Nera, la cortigiana più famosa della città, e l'aveva anche raccontato all'Uomo Gentile: lui aveva risposto che il ruolo di Perla Nera veniva tramandato di madre in figlia e che la prima era stata l'amante di un principe Targaryen.

Cat chiede quindi della guerra nel Continente Occidentale, ma i marinai ridono e le dicono che la Valle di Arryn è rimasta fuori dal conflitto, grazie alle politiche attuate dal piccolo lord Robert Arryn e dalla madre, Lysa Tully. Gli uomini confermano che Lysa è morta assassinata dal suo cantastorie e Cat si sforza di non far trasparire emozioni: lady Lysa era la zia di Arya Stark, non di Cat.

Lungo i moli incontra Tagganaro, un guitto, che le racconta nuove storie da poter riferire all'Uomo Gentile. Cat raggiunge poi il Porto Felice, dove trova dei guitti della Nave e altre nuove informazioni. All'interno del bordello le prostitute erano distratte e intente ad ascoltare un uomo cantare, Dareon, soprannominato il “Cantastorie Nero” perché disertore dei Guardiani della Notte. Cat aveva pensato di chiedergli di portarla al Forte Orientale, ma poi lui aveva rinunciato ai suoi voti e aveva litigato con il confratello grasso, quello che lei stessa aveva salvato da due malviventi tempo prima. Cat odia Dareon, un uomo di bell'aspetto, ma dal cuore putrido, che fa moine a tutte le prostitute e aveva perfino sposato la Moglie del Marinaio, che va a letto solo con gli uomini che la sposano: le altre prostitute dicono che la donna stia ancora aspettando il marito, disperso in mare, ma Yna, un'altra baldracca, sostiene che l'uomo non tornerà mai. Dopo aver venduto le ostriche a Meralyn, la padrona del bordello, Cat si allontana con Dareon, che le racconta le sue ambizioni, ovvero di suonare per il Signore del Mare e per le cortigiane. Cat gli chiede se il suo confratello è partito poi per Vecchia Città e Dareon ribatte che tutti sarebbero dovuti partire, come ordinato da Jon Snow, ma lui alla fine aveva disertato per restare a Braavos.

Cat ritorna da Brusco, portandogli i guadagni della giornata e un paio di stivali, poi si dirige verso la Casa del Bianco e del Nero, dove si lava, indossa la sua tunica da adepta e va ad aiutare l'Orfana con i veleni. La donna le illustra le varie proprietà delle sostanze e la schiaffeggia perchè Cat si morde il labbro pensierosa, un'abitudine di Arya Stark che deve abbandonare. La bambina, scioccata dal gesto, chiede chi sia in realtà l'Orfana, che le risponde raccontando di essere l'unica figlia di un'antica casata: la seconda moglie di suo padre l'aveva avvelenata per ucciderla e permettere a sua figlia di ereditare la ricchezza paterna, ma il veleno le aveva solo bloccato la crescita, senza risultare fatale. Il padre, scoperto l'inganno della donna, aveva donato la figlia e gran parte della sua ricchezza al tempio, sacrificio dovuto al Dio dai Mille Volti affinché la moglie potesse ricevere il dono, cosa che poi avviene.

Poco prima che Cat scopra tutte le menzogne contenute della storia dell'Orfana, basandosi sui movimenti quasi impercettibili del volto, sopraggiunge l'Uomo Gentile e la bambina gli riferisce le tre nuove informazioni che ha scoperto: Narbo, assistente di Tagganaro, vuole diventare rematore, Quence e Alaquo hanno litigato e lasciato il gruppo dei guitti della Nave e Dareon il cantastorie è morto, qualcuno gli ha tagliato la gola e ha gettato il corpo in un canale, ma ha tenuto gli stivali. L'Uomo si chiede chi possa essere stato e Cat, senza esitare, risponde che l'assassina è stata Arya della Casa Stark: l'anziano, perplesso, si dice convinto che Arya avesse lasciato Braavos e chiede all'Orfana di portare da bere a lui e ad Arya, tornata improvvisamente. Cat era preoccupata per la reazione dell'Uomo Gentile alla notizia e si era preparata, ma mai avrebbe pensato che lui le avrebbe offerto del latte caldo, una bevanda dal leggero odore di bruciato e un retrogusto amaro. L'Uomo la manda poi a dormire.

Quella notte Arya sogna nuovamente di essere un lupo, ma quel sogno è diverso dagli altri. È senza branco, va in cerca di prede da sola, saltando da un tetto all'altro, avanzando silenziosa lungo il bordo di un canale, seguendo le ombre nella nebbia. La mattina dopo, quando si sveglia, è cieca.

Lista dei personaggi

Apparsi


Menzionati


Luoghi e termini menzionati

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti