Il gioco del trono-Capitolo 14

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.


Catelyn III
Il trono di spade
Agot.jpg
PDVCatelyn
LuogoGrande Inverno
Cronologia dei capitoli (Tutti)


Tyrion II ← Catelyn  III → Sansa  


L'esaurimento mentale di Catelyn seguito alla caduta di Bran giunge al termine quando viene compiuto un attentato alla vita di Bran. Catelyn intralcia l'assassino abbastanza a lungo da permettere al metalupo di Bran di raggiungerli e ucciderlo. A causa di questo tentativo, la donna è ora convinta che il figlio non sia caduto dalla torre, bensì spinto giù.


Indice

Sinopsi

Otto giorni dopo che Eddard Stark e gli altri hanno lasciato Grande Inverno, Catelyn è ancora seduta al capezzale di Bran in un precario stato mentale. Maestro Luwin arriva per metterla al corrente di quanto la visita del re sia loro costata, ma Catelyn non è interessata a consultare le cifre. Quando il maestro prosegue dicendo che sarebbe tempo di reintegrare le provviste, Catelyn insiste che sia l'attendente ad occuparsi di queste questioni. Maestro Luwin le ricorda ch'egli è andato a sud con Lord Eddard e che bisogna trovare un sostituto, così come per diverse altre posizioni. Catelyn è oltraggiata dal fatto che lui pensi a cose di così poco conto quando Bran rischia di morire, ma alla fine Robb arriva a prendersi carico delle nomine.

Dopo che il maestro esce dalla stanza, Robb chiede a Catelyn cosa sta pensando di fare passando tutto il suo tempo con Bran, non andando nemmeno a salutare le figlie e il marito. Catelyn insiste sul non poter sopportare di stare lontana da Bran col rischio che nel frattempo lui possa morire, e Robb, assicurandole che il fratello non morirà, le ricorda che anche l'altro suo figlio ha bisogno di lei. Le spiega di come Rickon lo segua tutto il giorno piangendo, pensando che tutti l'abbiano abbandonato.

In quel momento, Robb sente un metalupo ululare all'esterno e apre la finestra, sostenendo che Bran debba ascoltarlo. Quando gli altri metalupi fanno sentire le loro voci, Catelyn grida a Robb di farli smettere e collassa sul pavimento. Robb l'aiuta a rialzarsi e subito dopo lei riprende a gridare, chiedendogli di chiudere la finestra. Quando Robb si avvicina per farlo, sente che anche i cani stanno abbaiando e vede la Torre della Biblioteca in fiamme.

Mentre Robb si precipita fuori per andare a domare l'incendio, Catelyn resta con Bran. Quando si volta dopo aver guardato alla finestra, si ritrova però faccia a faccia con uomo sudicio che impugna una daga. L'uomo afferma che Catelyn non dovrebbe trovarsi lì e muove verso Bran, sostenendo che ucciderlo sarebbe un atto di pietà. Catelyn tenta di gridare per chiedere aiuto, ma l'uomo si muove più rapidamente e tenta di tagliarle la gola. Catelyn riesce ad afferrare la lama con le mani nude e a tenerla a distanza, ferendosi profondamente le dita. Mordendogli la mano, Catelyn si libera dalla presa dell'uomo che tuttavia le si avventa nuovamente addosso. In quell'istante il metalupo di Bran gli balza addosso e lo uccide squarciandogli la gola. Subito dopo l'animale va a sdraiarsi sul letto di Bran.

Catelyn viene riportata nelle sue stanze. Lì, Vecchia Nan la spoglia e l'aiuta a lavarsi, e successivamente Maestro Luwin le medica le ferite: quelle alle dita arrivano quasi fino all'osso e l'uomo le ha strappato una manciata di capelli ferendo la cute. Il maestro le dà del latte di papavero e Catelyn si addormenta, risvegliandosi quattro giorni dopo con soltanto il dolore alle mani a ricordarle che quel che è successo era tutto reale, e non parte di un incubo. Ricordando il suo comportamento dalla caduta di Bran, Catelyn prova vergogna e promette a se stessa che non accadrà ancora.

Robb, indossante un'armatura e una spada, va a trovarla con Theon Greyjoy, Rodrik Cassel e Hallis Mollen, il nuovo capitano della guardia. Mollen le dice che nessuno a Grande Inverno conosce l'assassino, ma che era stato visto aggirarsi intorno al castello nelle ultime settimane. Alla partenza di Lord Eddard e del re, l'uomo si era nascosto nelle stalle mezze vuote. Nel punto in cui dormiva, Mollen la informa di aver trovato 90 cervi d'argento in una borsa nascosta sotto la paglia. Quando Robb chiede il perché qualcuno potrebbe voler uccidere Bran, Catelyn gli dice che in quanto futuro signore di quella terra deve imparare a rispondere alle sue stesse domande. Robb ipotizza che qualcuno possa essere spaventato da cosa Bran potrebbe fare o dire qualora si svegliasse, e dispone dunque una stretta sorveglianza su di lui per proteggerlo.

Ser Rodrik fa notare che la daga usata dall'assassino, dalla lama in acciaio di Valyria e il manico in osso di drago, è un'arma troppo raffinata per le possibilità di un brigante di bassi natali, affermando che qualcuno deve avergliela data per compiere il delitto. Con la massima discrezione, Catelyn dice a Rodrik, Luwin, Theon e Robb dei sospetti di sua sorella riguardo alla morte di Jon Arryn e ricorda loro che Jaime Lannister non andò a cacciare con gli altri il giorno in cui Bran cadde. Afferma che crede che il figlio non sia precipitato dalla torre per un tragico incidente, ma che sia stato spinto nel vuoto, e il gruppo ammette che è una conclusione ragionevole.

Maestro Luwin comunque afferma che tutto ciò che hanno sono delle congetture, e che senza delle prove non potranno che mantenere il silenzio sulla questione. Dopo alcune considerazioni, Catelyn decide che lei e Ser Rodrik andranno con una nave ad Approdo del Re per informare Eddard, sperando di precedere il seguito del re.


Lista dei personaggi apparsi/menzionati

Apparsi



Menzionati


Luoghi e termini menzionati

Luoghi



Termini

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti