Il gioco del trono-Capitolo 39

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.


Eddard X
Il trono di spade
Agot.jpg
PDVEddard
LuogoApprodo del Re
Cronologia dei capitoli (Tutti)


Tyrion V ← Eddard  X → Catelyn  VII


Eddard sogna lo scontro alla Torre della Gioia. Quando si risveglia trova re Robert Baratheon infuriato per il rapimento di Tyrion Lannister e gli chiede di fare pace con i Lannister. Il re investe di nuovo Eddard del titolo di Primo Cavaliere e dichiara che dovrà sedersi sul Trono di Spade, dato che lui partirà per una battuta di caccia.


Indice

Sinossi

Sotto l'effetto del latte di papavero, Eddard Stark sogna il vecchio scontro alla Torre della Gioia. Nel sogno, come nella realtà, ci sono i suoi amici con lui: Howland Reed, lord Willam Dustin, Ethan Glover, Martyn Cassel, Theo Wull e ser Mark Ryswell. Sono in sette ad affrontare tre uomini, ma quei tre uomini sono tre membri della Guardia Reale e leggende viventi: il lord comandante ser Gerold Hightower, ser Arthur Dayne la Spada dell'Alba e ser Oswell Whent. Eddard li aveva cercati al Tridente, durante il Sacco di Approdo del Re e nell'Assedio di Capo Tempesta, invece li trova qui a fare la guardia a questa torre vicino alle Montagne Rosse di Dorne. Nonostante la morte di Rhaegar, i tre rifiutano di arrendersi. Al termine dello scontro, solo Eddard e Howland Reed sopravvivono. Eddard viene svegliato dal suo sogno mentre sta facendo una promessa alla sorella morente, Lyanna, dopo la battaglia.

Vayon Poole lo sta chiamando ed Eddard si sveglia: viene informato che sono passati sei giorni da quando re Robert Baratheon gli ha ordinato di dire a Eddard di incontrarlo non appena si fosse risvegliato. Risponde che è ancora troppo debole, ma sarebbe onorato di ricevere il re nella sua stanza. Quando Eddard chiama il capitano delle guardie (ricordandosi che Jory è morto), arriva Alyn: gli dice che Jaime Lannister ha lasciato Approdo del Re, che sono state messe più guardie a sorvegliarlo, che le sue figlie sono rimaste al suo fianco tutti i giorni e che Jory, Heward e Wyl sono stati affidati alle Sorelle del Silenzio perché consegnino i loro resti a Grande Inverno. Eddard ricorda che il padre di Jory, Martyn Cassel, uno dei suoi uomini alla Torre della Gioia, è stato sepolto nelle Terre Basse di Dorne con gli altri. Questo pensiero riporta Eddard al suo sogno e crede che non sia un buon presagio fare proprio quel sogno ora. Proprio in quel momento Poole annuncia l'arrivo di re Robert e della regina Cersei: Eddard pensa che anche l'arrivo della regina non sia un buon presagio, ma dice di farli entrare e ordina agli altri di andarsene, poiché tutto quello che dicono deve rimanere un segreto.

Quando re Robert chiede a Eddard se sa cos'ha fatto sua moglie, l'uomo risponde che Catelyn non ha colpe, poiché ha agito per conto del Primo Cavaliere del Re. Il sovrano dice allora di essere tutt'altro che contento: il Primo Cavaliere deve assicurare la pace e sette uomini sono morti, ma Cersei lo corregge e dice che i morti sono otto, visto che una guardia Lannister è deceduta di recente per le ferite ricevute. Robert dichiara che non tollererà altri eventi del genere e ordina a Eddard di far liberare Tyrion Lannister e di far pace con Jaime. Eddard risponde furibondo che tre dei suoi uomini sono stati massacrati davanti ai suoi occhi solo perché Jaime voleva punirlo.

Cersei prende allora le difese del fratello, accusando Eddard e i suoi uomini di aver attaccato Jaime dopo essere usciti ubriachi da un bordello. Eddard ricorda con calma a Robert che dovrebbe conoscerlo bene e che Ditocorto confermerà la sua versione, ma il re risponde che Baelish ha detto solo che stavano tornando da un bordello. Eddard replica arrabbiato che era andato in quel bordello per vedere la figlia illegittima di Robert: quando il re critica il nome scelto per la bambina, Eddard gli risponde che fa fatica a trattenere la rabbia mentre gli chiede come può pretendere che una prostituta quindicenne abbia buon senso. Aggiunge inoltre che la ragazza è innamorata di Robert.

Eddard chiede il permesso al re di lasciare la capitale per andare a catturare Jaime e riportarlo in città per affrontare la giustizia del re. Robert gli dice però di lasciar perdere e di lasciare in pace Jaime ed Eddard dichiara che se è questa la nozione di giustizia che ha il sovrano, è felice di non essere più Primo Cavaliere. Cersei dichiara «Chiunque avesse osato rivolgersi a un Targaryen nel modo in cui lui sta parlando a te...», ma Robert la interrompe e le chiede se l'ha scambiato per Aerys. La regina continua a obiettare e gli dice che lei l'ha scambiato per un re, che Jaime e Tyrion sono anche fratelli di lui per matrimonio e che Eddard sta disonorando tutti, facendone allontanare uno e rapendo l'altro. Si spinge troppo in là però, quando dice che dovrebbe essere Robert a indossare la sottana e lei la cotta di maglia. Il volto del sovrano diventa livido di rabbia e fa volare un brutale manrovescio sul volto della moglie, che cade a terra. Cersei sottolinea che porterà quel livido come un simbolo d'onore, prima di venire scortata fuori da ser Meryn Trant.

Robert, sconsolato, chiede a Eddard se ha visto cosa gli fa Cersei. Aggiunge che non avrebbe dovuto colpirla, ma non sa come si combatte qualcuno che non puoi colpire. Rober dichiara poi che Rhaegar ha vinto: Rhaegar ha Lyanna e lui ha Cersei. Eddard dice al sovrano che devono parlare, ma Robert è stufo di parlare e intende partire per una battuta di caccia il giorno dopo, qualunque cosa Eddard voglia dirgli aspetterà il suo ritorno. Quando gli ricorda che allora lui sarà già tornato a Grande Inverno, come gli è stato ordinato, Robert gli lancia il fermaglio del Primo Cavaliere e gli ordina di rimanere. Eddard chiede quindi di Daenerys Targaryen e Robert replica che è fatta: l'uomo gli chiede quindi perché vuole che sia proprio lui a coprire la carica di Primo Cavaliere, se non è disposto ad ascoltare i suoi consigli e il re risponde che qualcuno deve gestire il regno. Mentre si allontana, Robert giura che se Eddard rinuncerà di nuovo alla carica darà la spilla a Jaime Lannister.


Lista dei personaggi

Apparsi

Menzionati


Luoghi e termini menzionati

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti