Jonos Bracken

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
HouseBracken.png
Jonos Bracken
HouseBracken.png
Jonos Bracken by cloudninja9.jpg
by cloudninja9©

Titolo

Lord di Stone Hedge

Affiliazione

Casa Bracken

Luogo di nascita

Stone Hedge[1]

Libri

Il Trono di Spade - Compare
Lo scontro dei re - Menzionato
Tempesta di spade - Compare
Il banchetto dei corvi - Menzionato
La danza dei draghi – Compare

Serie TV

Stagione 1
Stagione 2

Interpretato da

Gerry O'Brien

Lord Jonos Bracken è il signore di Stone Hedge ed il capo della Casa Bracken.


Indice


Aspetto

Jonos si acciglia spesso ed è incline all'ira.[2][3] Non è alto quanto Ser Jaime Lannister, ma è più robusto del cavaliere. Ha braccia possenti, spalle muscolose e occhi e capelli castano scuro. Indossa una tunica di lana marrone su cui è cucito lo stemma della Casa Bracken, uno stallone di colore rosso. Quando scende in battaglia, porta una corazza, una maglia di ferro ed un grande elmo di grigio acciaio con una cresta di crini di cavallo.[3]


Eventi recenti

Il Trono di Spade

Prima di arrestare Tyrion Lannister presso la Locanda all'incrocio, gli armigeri dei Bracken assicurano a Catelyn Tully che Lord Jonos è fedele a Lord Hoster Tully di Delta delle Acque.[4] Jonos fa ritorno a Stone Hedge al termine dell'assedio di Delta delle Acque. Nel concilio di guerra di Robb Stark, egli siede il più lontano possibile dal suo acerrimo rivale, Lord Tytos Blackwood. Jonos propone di unirsi a Renly Baratheon contro re Joffrey e la Casa Lannister e, cosa sorprendente, si dichiara d'accordo con Tytos nel rigettare l'idea di conclduere un armistizio come suggerito da Catelyn. Il signore di Stone Hedge, insieme agli altri lord dei fiumi, appoggia la proposta di rendere Robb re del Tridente.[2]


Lo scontro dei re

Gerry O'Brien è Jonos Bracken nella serie televisiva Il Trono di Spade.

Lord Jonos lascia Delta delle Acque con l'intenzione di riconquistare e dunque ricostruire il suo castello, Stone Hedge, incendiato e distrutto dall'armata dei Lannister. Nello scontro per la liberazione del seggio, il lord viene ferito e perde il nipote Hendry, il quale è ucciso dai nemici.[5]


Tempesta di spade

Si viene a conoscenza che Harry Rivers, il figlio naturale di Jonos Bracken, è caduto per mano dei Lannister.[6] Assieme ad altri sei nobili, Jonos presenzia alla cerimonia funebre di Lord Hoster Tully e assiste alla dipartita della barca con il cadavere del defunto.[7] Dopo le Nozze Rosse, Lord Jonos presta atto di sottomissione a Lord Tywin Lannister, venendo per questo riammesso nella pace del re.[8]


Il banchetto dei corvi

Lord Jonos assedia Raventree Hall e Lord Karyl Vance implora Ser Jaime Lannister d'intervenire, ben sapendo che Lord Tytos Blackwood non si arrenderà mai al suo rivale.[9]


La danza dei draghi

Poco prima di porre fine all'assedio di Raventree, Jaime Lannister entra non annunciato nel padiglione di Jonos, trovando quest'ultimo in atteggiamenti intimi con una donna di nome Hildy, il trofeo di guerra che il lord si è preso dopo aver ucciso un Blackwood. Quando Jaime chiede di Lady Bracken, Jonos risponde che, dopo il saccheggio perpetuato a Stone Hedge su ordine di Tywin Lannister, ella passa tutto il suo tempo in preghiera.[3]

Jonos porge a Jaime una mappa sulla quale sono segnate le località e gli insediamenti di Lord Tytos Blackwood che egli reclama per sé come premio per la sua sottomissione al Trono di Spade e in risarcimento al male che Ser Gregor Clegane e i suoi uomini hanno fatto alla sua famiglia (l'uccisione del figlio naturale e del nipote e lo stupro di una delle sue figlie). Jaime ribadisce che Ser Gregor è morto e gli ricorda che egli ha combattuto per il Trono di Spade nemmeno la metà di quanto ha combattuto dalla parte della Casa Stark. Jonos fa presente che servirà la corona con lealtà pari a quella riservata al Giovane Lupo e osserva che la morte di quest'ultimo è stata un vero e proprio omicidio, un massacro nel quale sono periti anche una dozzina di suoi uomini. Il lord aggiunge di essersi schierato con il Trono di Spade non trovando più alcun senso nel lottare per un morto. Infine, egli suggerisce a Jaime di prendere in ostaggio Bethany, l'unica figlia femmina di Lord Tytos.[3]

Dopo essersi arreso, Tytos acconsente a cedere ai Bracken solamente un'esigua parte dei domini rivendicati da Jonos. Quest'ultimo non nasconde il suo malcontento e nemmeno la sua disapprovazione di fronte al fatto che Jaime abbia preso come ostaggio della corona Hoster e non Bethany. Jaime ordina dunque a Jonos di mandare una delle sue figlie a corte entro la fine dell'anno perché serva la regina reggente Cersei Lannister in qualità d'ostaggio di nobili natali.[3]


Famiglia

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Sconosciuta
 
Jonos
 
 
 
Lady Bracken
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Sconosciuta
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Harry Rivers
 
Barbara
 
Jayne
 
Catelyn
 
Bess
 
Alysanne
 
Hendry
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 



Citazioni di Jonos

Gregor Clegane ha devastato la mia terra, massacrato la mia gente, tramutato Stone Hedge in un mucchio di rovine fumanti. Dovrei inginocchiarmi di fronte a coloro che l'hanno mandato a fare tutto questo? Per quale ragione abbiamo combattuto, se ora ci ritiriamo lasciando ogni cosa com'era prima?[2]
Jonos di fronte al concilio di guerra di Robb Stark a Delta delle Acque



Citazioni su Jonos

Lo stallone rosso è sempre stato una vista gradita a Delta delle Acque. Mio padre considera lord Janos Bracken come uno dei suoi più vecchi e leali alfieri.[4]
Catelyn Tully agli armigeri della Casa Bracken



È una buona strategia, Cat. Lord Tytos è d'accordo. E anche Lord Jonos. Quando mai i Blackwood e i Bracken sono stati d'accordo su qualcosa che non fosse assolutamente certo, me lo sai dire?[10]
Edmure Tully alla sorella Catelyn



Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti